HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
I Nux Core diventano Mini solo nel nome
I Nux Core diventano Mini solo nel nome
di [user #116] - pubblicato il

Dai looper con drum machine integrata alle modulazioni ispirate al vintage e basate su potenti DSP a 32 bit, i Nux Mini Core fanno concorrenza ai full-size.
I mini-stompbox continuano l'avanzata all conquista del mercato con caratteristiche sempre più curate ed elettroniche complesse. Nux ha trasposto le idee sviluppate nella sua linea Core all'interno di una serie di chassis in miniatura senza per questo rinunciare a potenza e flessibilità. La panoramica completa dei Mini Core mostra una collezione di effetti capaci di tenere testa ai modelli full-size.

I Nux Core diventano Mini solo nel nome

Il JTC, sottotitolato Drum & Loop, è un looper a 24 bit con drum machine integrata. Il selettore rotativo dà accesso a undici ritmi di batteria, e il looper mette a disposizione sei minuti di registrazione per un numero illimitato di sovraincisioni.
I livelli del loop e della batteria possono essere dosati in maniera indipendente, e la velocità d'esecuzione dei ritmi avviene con tap tempo: un piccolo LED in alto fa da metronomo anche quando la riproduzione della durm machine non è attiva, per essere sempre sicuri di cosa si andrà a suonare.

Il Lacerate è un FET Boost con manopola per il volume e qualcosa in più sotto il cofano.
Lavora come un clean boost con 20dB di guadagno ma, se si tiene premuto per più di un secondo lo switch d'attivazione, si accede a un secondo stadio di guadagno che introduce una leggera saturazione per un massimo di 35dB di gain totale.
Grazie a un circuito interno capace di portare la tensione a 18 volt usando un alimentatore standard da 9 volt, il Lacerate garantisce headroom eccezionale. L'incremento guadagnato con questo sistema va anche a beneficio del buffer integrato, offrendo un segnale più dinamico anche quando il boost non è attivo e si sceglie di utilizzarlo con impostazione buffered bypass anziché true, comunque selezionabile a piacimento.

Il Monterey, come il nome suggerisce, è un Vibe ispirato alle migliori modulazioni degli anni '60 e '70 nel campo dei chorus, rotary speaker e phaser. Sullo chassis, l'utente può personalizzare i suoni con le manopole di Speed, Volume e Intensity, senza complicazioni eccessive. Grazie a un potente processore a 32 bit, il Monterey rimpiazza i fotoresistori dei modelli analogici con un algoritmo complesso e capace di un dettaglio sonoro elevato.

I Nux Core diventano Mini solo nel nome

Digital delay del gruppo, il Konsequent si gestisce con Time, Repeat e Mix attraverso due modalità di funzionamento: Groove Pattern segnare ottavi puntati con output multipli, mentre Regular Pattern genera una ripetizione classica, definita e calda.
Il processore è capace di individuare i fenomeni di clipping e prevenirli, ma conserva tutto il calore della saturazione generata dai delay analogici grazie a un simulatore apposito.

Il Rivulet è un chorus ispirato a tre dei più grandi classici per la categoria, illustrati sul sito senza troppi complimenti. La scatoletta gialla, con i soli potenziometri di Rate, Width e Intensity, offre uno switch a scelta tra true bypass e buffered e si basa su un DSP a 32 bit con convertitori da 96kHz per 24 bit garanti di un rapporto segnale/rumore impressionante.

L'Oceanic è un riverbero digitale con manopola di Decay per l'intensità e la durata dell'effetto. Un processore a 32 bit replica vari tipi di ambienti al solo ruotare del potenziometro, ammiccando ai mondi delle simulazioni Room e Hall fino a generare code profonde e colorate da tappeti sperimentali senza ricorrere a switch o modalità alternative.
Per metterlo a punto, Nux ha messo a frutto compressori, controlli multi-banda sui toni e regolazioni random sulle code in modo da offrire un suono dal comportamento organico e variegato.

Sul reparto saturazioni, il Brownie è il distorsione dedicato agli amanti dello stile british anni '70.
In ingresso ha uno stadio BJT con saturazione asimmetrica per imitare il comportamento di una valvola mandata oltre la soglia di breakup, mentre lo stadio finale racchiude un amplificatore operazionale e due LED rossi, che collaborano per la creazione di un clipping simmetrico per un timbro potente e morbido al tempo stesso.
Una chicca per gli appassionati del genere: la manopola Tone replica il comportamento di un Variac, con il cambio di pasta sonora che si ottiene abbassando la tensione di alimentazione in un valvolare britannico d'epoca.

I Nux Core diventano Mini solo nel nome

Più classico del gruppo, ma solo all'apparenza, il Tube Man MKII reinterpreta il tipico overdrive verde con un circuito a base di transistor FET, al fine di offrire la stessa sensibilità al tocco degli stompbox d'annata unendovi una dose di gain a disposizione più elevata e un comportamento sempre vicino a quello di un amplificatore in saturazione.

La gamma completa dei pedali Mini Core, con schede tecniche ed esempi audio, è disponibile sul sito Nux a questo link. In Italia, tutti i prodotti sono distribuiti da Frenexport.
brownie effetti e processori jtc konsequent lacerate mini core monterey nux oceanic rivulet tube man mkii
Link utili
Linea Mini Core sul sito Nux
Sito del distributore Frenexport
Altro da leggere
Pubblicità
Avere o non avere il fuzz: la risposta è...
Acoustic Fly Rig: Tech 21 mette il palco ai...
Slammi Plus: il pitch secondo EHX...
Il Russian Big Muff è tornato...
Pubblicità
Commenti
di wahale [user #44966] - commento del 05/10/2017 ore 16:08:54
Il jtc mi sembra interessante. Se avesse la stessa qualità del ditto della tc electronic potrebbe inserirsi negli acquisti futuri
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 05/10/2017 ore 19:52:32
Io ho il time core, se la qualità è la stessa sono da raccomandare
Rispondi
di AlexEP [user #35862] - commento del 06/10/2017 ore 09:01:19
Il vibe è bellissimissimo!!!!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Il rimpiazzo della Blackie di Eric Clapton torna in vendita
Come riparare un potenziometro rumoroso
Fender Stratocaster FSR '60 Japan
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Il Russian Big Muff è tornato
I più commentati
Il rimpiazzo della Blackie di Eric Clapton torna in vendita
Fender Stratocaster FSR '60 Japan
Sonarworks Headphone Calibration software: siete pronti a mixare in cuffia?
Guild M240E, concert pronta a tutto
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
I vostri articoli
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Fender Stratocaster FSR '60 Japan
Un'acustica made in Texas: Jamie Kinscherff High Noon
Quattro effetti per rubare il lavoro al tuo tastierista
di aleZ
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964