HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Microfonare la chitarra: scegliere il microfono e come posizionarlo
Microfonare la chitarra: scegliere il microfono e come posizionarlo
di [user #45409] - pubblicato il

Conoscere tipi di microfoni, diagrammi polari e risposta in frequenza è il primo passo per microfonare una chitarra classica, acustica o un amplificatore.
Vorrei porvi una domanda ormai virale sul web ma di cui sicuramente in molti, come me, non conoscono la risposta.
Se vi capita di suonare da solisti in un'occasione di musica classica, quindi di suonare con la vostra chitarra e dovete amplificarla (escludiamo l'idea che abbiate un pickup già montato nella chitarra dall'acquisto), che microfono usereste? Di che natura? Ci sono diverse tipologie di microfoni in queste occasioni? Come consigliate di posizionarlo?
Supponiamo invece di avere a che fare con un'esibizione elettrica col gruppo. Che tipo di microfono mi consigliate? Ne esistono diverse tipologie? A che distanza dal cono? In che posizione?
Mi piacerebbe inoltre approfondire la conoscenza dei microfoni, dagli argomenti basilari della fisica a quelli più complessi, illustrando le varie tipologie di microfoni, come funzionano ecc.

Microfonare la chitarra: scegliere il microfono e come posizionarlo

Risponde Pietro Paolo Falco: l'argomento microfonazione è una materia decisamente ampia, non a caso esiste una figura professionale che si occupa proprio di scegliere il microfono giusto per le diverse occasioni e ne regola il posizionamento secondo precise necessità. Tuttavia, per un musicista è importante avere quantomeno un'infarinatura sul tema per potersi interfacciare al meglio con il tecnico del suono o per imparare a muoversi nel mondo dell'home recording. Ma procediamo per gradi.
Esistono microfoni di diverso tipo, ognuno con punti di forza e punti deboli, o precise caratteristiche che potresti preferire ad altre per puro gusto personale. In questo articolo puoi conoscerne le categorie principali e le tecniche costruttive alla loro base.
Un aspetto cruciale nella scelta di un microfono è la sua risposta, sia per ciò che riguarda la gamma di frequenze sia per il modo in cui si comporta in relazione all'ambiente circostante, cioè il suo diagramma polare. Puoi approfondire la questione in quest'altro articolo.
Venendo alla tua prima domanda, microfonare una chitarra classica sul palco è spesso un problema a causa di rientri e feedback, pertanto sono spesso consigliati pickup piezoelettrici, magnetici, microfoni da buca o altri sistemi dedicati allo strumento. Se la tua curiosità è conoscere le tecniche principali di microfonazione per una chitarra classica o acustica, puoi comunque trovare interessante questa lettura, incentrata sullo studio di registrazione ma applicabile anche in determinati contesti live, con le dovute precauzioni.
Per la musica elettrica, la microfonazione di un amplificatore ti dà davvero di che divertirti. Abbiamo affrontato il tema con una serie di tutorial video insieme a Enrico Santacatterina, dal posizionamento base di un microfono davanti al cono alle tecniche più creative. Scoprili tra gli articoli a questo link.
amplificatori chitarre acustiche chitarre elettriche microfoni tutorial
Link utili
Microfonare la chitarra acustica
Tutorial microfonazione con Enrico Santacatterina
Tipi di microfono e tecniche costruttive
Risposta in frequenza e diagrammi polari dei microfoni
Altro da leggere
Pubblicità
Trasformare una chitarra in un tres cubano...
La Premium dell'RG Tour va a......
Grandi novità Masotti-Mezzabarba a SHG...
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale...
Pubblicità
Commenti
di JoeManganese [user #43736] - commento del 18/10/2017 ore 12:43:35
La risposta di Pietro Paolo, con tutto il rispetto, è completamente inutile salvo rimandare a letture esterne. Sarebbe bella cosa che chi scrive qualcosa lo fa perché ha qualcosa da dire.
Rispondi
di Andy72 [user #36401] - commento del 18/10/2017 ore 13:26:08
La risposta di Pietro,a mio giudizio,ha il pregio di svolgere la funzione di indice/sommario.Non mi pare inutile,anzi.
Rispondi
di JoeManganese [user #43736] - commento del 18/10/2017 ore 14:17:56
Con lo stesso criterio potrei rispondere dando dei link su un forum di medicina nucleare.
Rispondi
di E! [user #6395] - commento del 18/10/2017 ore 14:30:30
"Se vi capita di suonare da solisti in un'occasione di musica classica, quindi di suonare con la vostra chitarra e dovete amplificarla (...) che microfono usereste? Di che natura? Ci sono diverse tipologie di microfoni in queste occasioni? Come consigliate di posizionarlo?"

Quando usavo la classica nei concerti live amavo microfonarla con un microfono (in studio una coppia di microfoni) a condensatore.
Usavo il microfono interno della chitarra per dare più dettaglio, ma solo se il panoramico doveva essere messo basso per evitare rientri di contrabbasso, batteria, fiati etc.

Se suoni da solo, una coppia di microfoni panoramici è l'ideale, secondo me: riprendono tutto, anche il tuo respiro e il rumore delle dita sulle corde e sulla tastiera, con un effetto molto... Intimo.


Per quanto riguarda la chitarra elettrica, ci sono tante e diverse scuole di pensiero. In studio preferisco ancora i condensatori (una volta un Neumann mi ha lasciato di stucco), magari combinato con un dinamico (direzionale); però odio l'SM57, lo trovo troppo "duro", preferisco uno Sennheiser e906.

In un contesto live spesso i panoramici non si possono usare per via dei troppi rientri (a meno che non sei Jeff Beck); per questioni di praticità utilizzo solo lo Sennheiser.
Rispondi
di DaVeTheWaVe [user #46257] - commento del 18/10/2017 ore 15:36:55
> però odio l'SM57, lo trovo troppo "duro", preferisco uno Sennheiser e906.
a quanto ne so hanno la stessa capsula
Rispondi
di E! [user #6395] - commento del 18/10/2017 ore 17:39:41
Dove l'hai letto? Alle mie orecchie suonano ben diversi.
Rispondi
di LorenzoSBL [user #45409] - commento del 18/10/2017 ore 14:54:15
Grazie a tutti per i commenti. Sarebbe bello anche ricevere pareri da qualcun altro, visto che ognuno di voi avrà sicuramente esperienze ed idee diverse.
Grazie mille anche a Pietro Falco per la risposta. :)
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 19/10/2017 ore 10:55:5
Anch'io per l'elettrica straconsiglio la coppia dinamico, mezzo centimetro massimo 1 dal centro cono se non poco decentrato, insieme ad un condensatore molto decentrato e spostato dai 15cm in sù (io lo metto anche a 20, 25cm).
L'accoppiata è ottima visto che il dinamico dà dettaglio e brillantezza, il condensatore la "ciccia" e l'ambiente.
Anch'io non adoro l'SM57, nonostante sia uno standard, ma ancora non ho trovato un microfono che lo sostituisca decentemente ad un prezzo simile. Apparte quello consigliato sopra gradirei anch'io dei consigli su un buon dinamico, possibilmente poco rumoroso.
Per classica acustica consiglio o una bella coppia di panoramici o accoppiata pickup per dettaglio (io uso lrbaggs m1 attivo con PADI) e un panoramico per la profondità.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
RV500: testato il super riverbero programmabile Boss
Il gran finale dell'Ibanez RG Tour
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con Aramini
Trasformare una chitarra in un tres cubano
I più commentati
Guida all’acquisto: la scheda audio
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Plugin Tutorial - Soundtoys Little Plate
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky ne regala una
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964