HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Il digitale senza brivido
di [user #29480] - pubblicato il  

Cari accordiani, per non sbattersi troppo con le valvole da scaldare e tutte le scocciature di un ampli vero e proprio, ho tentato più volte l'opzione digitale.
Attualmente ho un mac con su garage band e bias e un'interfaccia apogee jam 96 k.
Spesso suono con una cuffia Sennheiser di buona qualità o, in alternativa, con monitor Yamaha
I suoni mi paiono sempre finti, i puliti fini, crunch e distorsioni troppo esasperate e comunque tutti i suoni sono senza dinamica.
C'è poi sicuramente un difetto mio, quando suono con il mac m'impallo, penso più al computer che alla chitarra, mi viene poco naturale trovarmi davanti tutti quei controlli.
Stacco tutto e mi attacco plug n' play allo hughes & kettner e torno a pensare solo alla chitarra.
Succede anche a qualcun'altro?
Dello stesso autore
Cambio pick up Cort m600. Buona serata a...
Manuali italiano Digitech Trio...
Ho grossi dubbi sul digitech trio che mi...
Casse monitor per suonare col Mac...
Valvoline amorose...
Liuteria italiana accessibile...
Commenti
di Tubes [user #15838] - commento del 14/10/2017 ore 23:52:28
Ciao,
che ti devo dire, per me è l'esperienza opposta . Poco fa ho postato un diario per le uscite SPDIF di Kemper, ma solo per capire se c'è da migliorare ancora qualcosa in un sistema che, per le mie esigenze, mi soddisfa ogni giorno di più . Però ti dico che devi accettare di spendere qualcosa in più, un computer decente, delle casse giuste e un hardware all'altezza . Per il resto credimi , ho ancora un bel Fender valvolare , ma purtroppo non lo accendo in più . In casa, per come suono io, è la soluzione imbattibile . In queste macchine al top c'è tutto, clean, crunch, hi-gain, suoni per acustica ... Se trovi il profilo giusto la chitarra ti va in feedback manco fossi davanti a un Marshall d'annata. E poi sto cominciando per davvero a comprendere le differenze tra i vari amplificatori, il brown sound, quello americano, insomma tutto il mondo amplificato . Adesso mi si pone il problema della pedalboard costruita per l'amplificatore con su una decina di pedali di quelli buoni che non so più che farci ; la utilizzo nel send-return del Kemper giusto perchè mi fa rabbia vedere quei soldi inutilizzati, ma potrei vendere tutto domani senza pentirmene . Se sei interessato al digitale, non mollare . Poi non è che io sia un'integralista dei bit, però non c'è niente da fare : la versatilità e la qualità del mondo digitale fanno ogni giorno passi da gigante . Avessi una saletta insonorizzata,comunque, l'ampli fisico ci starebbe da Dio, s'intende, anche perchè senza l'analogico non ci sarebbe il digitale, questo non bisogna dimenticarlo .
Ciao
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 15/10/2017 ore 10:45:23
Credo che il kemper sia di un altro livello rispetto a ciò che uso io. Potrei provare a prendere dei monitor ottimi ma temo che il movimento del cono mi mancherebbe comunque
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 15/10/2017 ore 00:16:56
Per me la situazione che descrivi equivale alla morte musicale.
Capisco registrare in studio con ausili digitali di varia natura, penso che li valga tutto.
Ma a casa...o live o in saletta con gli amici..mi fa una grande tristezza.
:-((((((
Poi l'importante è divertirsi, se la gente si diverte così..
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 15/10/2017 ore 02:32:09
Non so che dire, nel senso che a me il digitale interessa solo per il minimo indispensabile in sede di registrazione: un DAW installato sul computer, scheda audio, un programma per le basi di batteria (uso EZdrummer) e amplitube (versione gratuita). Per il resto suono con un piccolo Fender Silvferface d'annata e qualche pedale. Magari se fossi un professionista avrei altre esigenze e capisco benissimo che in certi contesti e' ormai imprescindibile. Pero' finché posso rimango tradizionalista...
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 15/10/2017 ore 12:35:31
Questa tua infatti è una delle soluzioni migliori, unisce la comodità per casa e il feeling classico da ampli col quale siamo cresciuti tutti per le situazioni che contano
Rispondi
di chikensteven [user #45729] - commento del 15/10/2017 ore 09:23:
ciao, io ho un Mac dal 2012, se non lo avessi mai comprato, non avrei mai composto e registrato un centinaio di brani, e non avrei mai realizzato 4 (ormai quasi 5) album di mia produzione. il fatto di perdersi tra plugin, è un po' come perdersi su internet tra un video e un altro. però devo ringraziare la casa della mela morsicata, perche è l'unica che può permettere di avere un computer fatto apposta per disabili visivi, avendo tutto integrato dentro al sistema senza aggiungere altro:)
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 15/10/2017 ore 10:43:30
Ci sono svariati motivi per amare le mele morsicate. Musicalmente forse sono ancora affezionato al concetto di ampli fisico da toccare
Rispondi
di chikensteven [user #45729] - commento del 15/10/2017 ore 11:37:56
si giusto... ma anche io uso testata e cassa, poi riprendo tutto con il mac;) cioè se hai già le idee chiare in testa, non credo che si perda tempo con garage band o logic. ripeto secondo me con qualsiasi cosa si può perdere tempo, poi noi musicisti chissà quanto ne abbiamo perso a rincorrere la strumentazione perfetta, o quasi, e molto spesso abbiamo dato via strumenti ottimi per poi pentircene perdendo sempre tempo, io ad esempio non uso pedalini vado direttamente da chitarra all'ampli , credo che se ho speso 2500€ tra testa e cassa, devo per forza tirarci fuori distorti e puliti senza dover perder altro tempo e denaro in oggettini inutili, poi per carità rispetto le idee degli altri, ed è giusto che ognuno di noi usi ciò che ritiene adatto alle proprie esigenze:)
Rispondi
di 77casual [user #25849] - commento del 16/10/2017 ore 09:18:35
"poi noi musicisti chissà quanto ne abbiamo perso a rincorrere la strumentazione perfetta, o quasi, e molto spesso abbiamo dato via strumenti ottimi per poi pentircene perdendo sempre tempo, io ad esempio non uso pedalini vado direttamente da chitarra all'ampli , credo che se ho speso 2500€ tra testa e cassa, devo per forza tirarci fuori distorti e puliti senza dover perder altro tempo e denaro in oggettini inutili"
QUOTO IN TOTO
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 15/10/2017 ore 11:57:25
Da diverso tempo uso un PC con live ed alcuni plugin gratuiti che simulano un ts9, diverse testate engl, bogner e marshall e vari ir di casse. Sicuramente non emozionano come un ampli ad alto volume (ma quello ho la fortuna di usarlo spesso live), però sono estremamente comodi ! Mi sono fatto alcuuni set con gli ampli e le casse che mi interessano e li carico in base a cosa sto facendo, ieri ad esempio avevo tempo ed ho fatto una mezz'ora di esercizi a metronomo, poi ho provato la scaletta di una data che ho sabato prossimo con una vecchia band con cui suonavo anni fa e per finire ho suonato su qualche backing track degli iron maiden e di ozzy. Suono quasi pulito per lo studio, suono marshall e ts9 per la scaletta e high gain per il Metal, è stata una sessione fruttuosa, non ho rotto le balle ai vicini e mi sono divertito, avessi una sala insonorizzata avrei usato gli ampli e mi sarei divertito di più ma si fa di necessità virtù.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 15/10/2017 ore 12:26:37
Secondo me la differenza principale la fa il volume, la pressione sonora a cui si sottopone la cassa . Voglio dire : se posso alzare i db, la differenza tra un ampli fisico e un simulatore, a patto che sia di qualità cioè investendoci almeno 1500 euro, si riduce a qualche sfumatura . Poi potrò preferire tutta la vita la valvola, non ci piove, ma migliaia di test stanno lì a dimostrarci che il divario si sta riducendo . Poi se mettiamo sul piatto versatilità e praticità di trasporto allora il digitale stravince . In cameretta, a casa, non puoi sentire il cono che si muove, sia che venga spinto da un Mesa che da Kemper o Helix o Axe . Alcune persone,come me ad esempio, non hanno tempo o voglia o età per formarsi una band e andare in sala prove, quindi per registrasi,fare pezzi, sperimentare sonorità credo che il digitale (di qualità,lo ripeto per l'ennesima volta) offra molto di più .
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 15/10/2017 ore 16:31:13
Ho l'impressione che il divario si sia ridotto molto solo su prodotti di altissima fascia che però hanno un costo importante
Rispondi
di black poodle [user #1259] - commento del 15/10/2017 ore 13:31:54
Per suonare in casa, ma soprattutto per registrare, sono passato al digitale nel “lontano” 2004... in questi anni i programmi di emulazione hanno fatto passi da gigante e offrono suoni sempre più credibili quando inseriti in un mix. Negli ultimi 4 o 5 anni, per ovviare alla mancanza di “calore” durante le sessioni di registrazione, ho utilizzato in prevalenza strumenti acustici, chitarre e ukulele, proprio per sentire le vibrazioni e la botta sulla panza :) Si tratta di un compromesso ma a me aiuta a non sentirmi troppo rinchiuso tra cuffie e suoni digitali.
Rispondi
di pickuppato [user #44299] - commento del 15/10/2017 ore 14:52:06
Sicuramente il digitale anche per la chitarra può funzionare, il progresso è innegabile, ma un livello alla Kemper costa, anche in termini di tempo per sfruttarlo al meglio.
Il cono, con le sue vibrazioni e leggere imperfezioni dinamiche credo sia ancora preferibilie per la chitarra elettrico, poi dipende dalle preferenze ovvio, anche perché i volumi sono imprescindibili, a meno che non si voglia suonare solo di notte, comunque un buon ampli che renda bene al minimo è ancora la scelta più veloce ed economica.
Tendo più all'improvvisazione per le registrazioni, e ho risolto così:
chitarra nella pedaliera e all'ampli
Da lì microfonato al multitraccia
Controller midi a pedale nella scheda audio pc, con 16 switch cambio all'istante di tutto, anche il canale midi
Cubase
Plug in Steinberg Groove Agent, con Midi-OX i pattern li metto agevolmente in successione così da non fare avanti indietro sulla pedaliera
Praticamente controllo in live stili, break, pattern, half time, patchs, etc... meno speed e metro, quello che faresti col mouse praticamente sul Groove
Da lì all'EZ drummer perché i suoni Groove Agent non sono né carne e né pesce, e comunque l'EZ non li riceve dal Groove e uso Cubase
Posso comunque registrare la traccia midi contemporaneamente col Cubase
Dal pc al multitraccia e ascolto la drum machine in cuffia
Alla fine mi ritrovo sul multitraccia chitarra e drum separati, se mi va ci metto altro ovviamente, dal basso in poi.
L'effetto naturale della chitarra è salvo, almeno per me, pur lavorando a bassi volumi.
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 15/10/2017 ore 17:18:41
La mancanza di dinamica c'è usando i plugins software,su questo non ci piove ma si può ovviare alla grande,basta mettere un pre a pedale prima della scheda audio ed il gioco è fatto.
Detto questo se li sai usare bene anche con i plugins software puoi avere suoni ottimi,certo è che che bisogna approcciarsi in modo diverso rispetto a come useresti i pedali fisici.Anch'io per registrare uso il Mac e Logic Pro X.
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 15/10/2017 ore 17:48:27
Suonando di rado, il tempo è poco per potersi mettere a studiare il software, se mi concentro su quello non mi concentro sulla chitarra. L'ampli mi consente di trovare un suono alla svelta e dedicarmi a suonare
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 16/10/2017 ore 00:53:3
Beh con il software è così,devi fare la curva di apprendimento altrimenti è frustrante spesso;
se vuoi evitare gli sbattimenti delle valvole fai come me,un bel solid state e sei a posto,suoni piano,suoni forte,hai dinamica da vendere non hai problemi di rendimento attacchi chitarra ed effetti e vai!
C'è sempre una via ;-)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Le vostre esibizioni
Happy 2017!!
Rockabye!!...anche se non molto rock... :)
I'm On Fire
Capriccio n. 20 con GKG R36
Breve impro su "How Insensitive"...
di luvi
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
I compleanni di oggi
dantrooper
gabriele bianco
stevierayfra
Giancarlo 78
Dedalo19
citygarbage
samish
chdan
SandroFontana
cozza87
MikeAlexson
Piciaks
RiccardoGazzabin
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964