HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Giacomo Anselmi: la nuova via è a otto corde
Giacomo Anselmi: la nuova via è a otto corde
di [user #116] - pubblicato il

Session man, didatta e solista pregevole, Giacomo Anselmi è un musicista versatile, preparato e curioso. Innamorato dei nuovi scenari sonori offerti dagli strumenti a otto corde è conosciuto e apprezzato soprattutto per il suo lavoro con i Goblin. Giacomo sarà uno degli ospiti speciali della prossima tappa dell'Ibanez Rg 30Th Anniversary Tour, questo venerdì al Jailbreak di Roma.
L'evento ufficiale della prossima tappa dell'Ibanez RG 30Th Anniversay Tour

Giacomo, che chitarre ti porterai sul palco per questa data dell’Ibanez 30Th Anniversary Tour?
Userò una RGIAXFM e una RG870. Un classico e un moderno. Due chitarre perfette e completamente diverse l'una dall'altra. Sono bellissime entrambe.

L’Rg festeggia 30 anni. Cos’ha decretato il successo di questo strumento?
L' aver utilizzato gli elementi base dei classici affiancandogli a un grande  lavoro di progettazione per offrire comodità di esecuzione e lversatilità di impiego.
L’Rg una chitarra che si è adattata ad ogni epoca: ha superato ogni momento facile e difficile e ora come negli anni in cui ha debuttato è capace di essere leader nei generi musicali chitarristici più all’avanguardia e quindi nel 7 8 e 9 corde.

Tu usi parecchio la 8 corde. Cosa ti affascina di questo strumento?
la 8 corde è qualcosa di diverso. Mentre la 7 è una 6+1 la 8 è uno strumento che aggiunge un registro basso che apre nuove, straordinarie possibilità.
Tosin Abasi indica la nuova strada da percorrere e ovviamente, come sempre, è un artist Ibanez.
Inoltre una RG8 è lo strumento più gettonato per tutti quelli che passano alla 8 per la prima volta: la miglior chitarra di questo tipo sul mercato come rapporto qualità\prezzo.

Giacomo Anselmi: la nuova via è a otto corde

In che progetti sei impegnato al momento?
In questo momento sono impegnato con i Goblin Rebirth cvisto che c’è un nuovo album in uscita  e nuove date. Poi ho un altro progetto, Barock Project che mi impegneranno con la promozione del nuovo album Detachment e date in Europa ed USA. In ballo ho anche il nuovo disco di Andrea Ra, album in uscita di Gianfranco Salvatori con leggende del prog italiano. Poi sto lavorando al dvd per John Macaluso con cui suono negli Union Radio.. e poi ci sono altre cose ma queste sono le più vicine.

Suonerai qualcosa dei Goblin all’Rg Tour?
Certo: suonerò due brani dei Goblin Rebirth dal primo album. Sono molto affezionato a quel disco perchè c'è anche un mio brano dentro. I Goblin Rebirth sono un orgoglio per me!

Dividerai il palco con tanti chitarristi in questa tappa. Una parola su ognuno di loro…
Rojatti geniale, Salati micidiale, Martongelli un leone, Sfogli perfetto, Cesareo mitico, Benvenuti straordinario.

giacomo anselmi Ibanez RG Tour interviste
Link utili
Evento ufficiale della prossima tappa del Tour
Il Blog dell'Ibanez RG Tour
Sito Ibanez
Il sito di Giacomo Anselmi
Sito Mogar Music
Altro da leggere
Pubblicità
Steve Vai, Guitar Extravaganza!...
Tosin Abasi – Arpeggi in Sweep Picking ...
Tosin Abasi e le pentatoniche da VHS!...
Tosin Abasi: Tapping, arpeggi e fantasia!...
Pubblicità
Tosin Abasi: arpeggi sospesi su sette corde...
Cesareo: versatilità, studio e storie tese...
Ibanez RG Tour 30Th Anniversary: Sfogli, Rojatti, Salati e...
Telesavalas, la principessina rosa della plettrata...
Irriverente, estrema, colorata: in scena la musica...
Intervista ad Alessandro Benvenuti: sul palco di Ibanez Rg...
Commenti
di lomba [user #3864] - commento del 20/10/2017 ore 14:12:14
Bravissimo ma devo dire che è un pecvcato relegare la chitarrona 8 corede a un ruolo solo metal....
vedi il bravo Josh Martin che uso ne fa!
vai al link
Rispondi
di sand1975 [user #46451] - commento del 21/10/2017 ore 01:35:1
Devo dire che a me non piace neanche il detuning della chitarra 6 corde. Già spesso ci sono problemi coi voicing quando si suona coi bassisti e cerco di suonare sempre frammenti di accordi un'ottava sopra o drop senza la NF al basso.
E' un problema di "spazio" nell'arrangiamento, ogni strumento deve avere il suo spazio e già con contrabbasso/basso 4 corde e chitarra a 6 bisogna stare attenti, se cominciamo a infilare corde in più ovunque il pastone è assicurato. Che in alcuni generi, tipo djent è anche voluto per creare un muro di suono da pugno nello stomaco, in altri meno.
Vedo più senso in uno strumento del genere in formazioni molto minimali: chitarra e sax, chitarra e batteria o chitarra e voce... già col piano è un dramma...
Rispondi
di Faus74 [user #41023] - commento del 21/10/2017 ore 08:26:57
Concordo pienamente.
Per me son già troppe sei a volte :)
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 21/10/2017 ore 16:19:0
In realtà è un problema di arrangiamento, non di strumenti o mixing: chitarra e basso o contrabbasso non devono suonare la stessa cosa. D'altra parte se il basso suona un C, perchè ripetere la nota? D'altra parte se suona una big band (20 elementi) o un'orchestra (40) non può esserci problema nemmeno se suonano 5 o 6 elementi di cui uno è la chitarra, qualunque sia e comunque sia accordata.
Ciao
Rispondi
di fraz666 [user #43257] - commento del 24/10/2017 ore 08:48:2
Bravo Giacomo! è bene diffondere il verbo della 8 corde ora che c'è fin troppa disinformazione e leggende metropolitane (vedi commenti). Un 'nuovo' strumento che ha bisogno di essere gestito da gente preparata mentalmente (e non solo), da musicisti a fonici.
Rispondi
di sand1975 [user #46451] - commento del 24/10/2017 ore 22:16:20
Devo capire il senso di un articolo sulla chitarra ad 8 corde e sul suo uso da parte di anselmi e mettere una foto dello stesso e un video in cui suona una chitarra rigorosamente a 6 corde insieme ad un altro che suona, se non ho contato male una chitarra con ben 6 corde...
Rispondi
di gerlop [user #44005] - commento del 27/10/2017 ore 11:36:33
considero una 8 corde un ibrido. già la 7 corde esce fuori dal concetto di chitarra tradizionale; la 8 corde, poi, fonde chitarra e una parte di basso. come ha giustamente detto un utente, è una questione di spazio, perché infatti ogni strumento deve avere la sua voce ben distinta dagli altri strumenti, pena un mix di suoni fusi e imbrogliati se non si sta attenti alle equalizzazioni e ad altri aspetti...visto che si parla di goblin, non posso non esprimere la mia positiva considerazione per questo magnifico gruppo. anni fa ho anche avuto il piacere di conoscere personalmente e assistere alle prove del mitico agostino marangolo. sentirlo suonare a 2 metri di distanza fu una magnifica sensazione!
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 08/11/2017 ore 13:59:53
Passerò info. Un amico con cui ogni tanto suono acustica open tuning, suona in questo contesto una Arpa Celtica (open tuning modificabile) - abbiamo parlato di "come elettrificare una arpa?" Una 8-corde open tuning si candida come soluzione a patto di avere un capo per cambiare tonalità... una arpa di questo tipo ha "patches" di suo! È cmq per suonare musica non-temperata del medioevo - l'esatto opposto di equilibrismo a tutta tastiera. .
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Luigi Schiavone a SHG MusicShow: nuovo disco e nuova chitarra
Essere musicista oggi
SHG Music Show: niente preliminari!
Linear Fill: il metodo di batteria
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964