HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
B3K e B7K V2: Darkglass riparte dai fondamenti
B3K e B7K V2: Darkglass riparte dai fondamenti
di [user #116] - pubblicato il

L'overdrive CMOS e il preamp che hanno avviato l'avventura di Darkglass 7 anni fa tornano in due edizioni aggiornate, con nuovi switch e funzioni espanse.
L'overdrive e il preamplificatore che hanno dato il via alla storia di Darkglass tornano in edizioni aggiornate ed espanse sette anni più tardi dal primo contatto del laboratorio finlandese con il mercato.
Gli stompbox B3K e B7K, ormai quasi un decennio fa, sono stati la molla che ha portato Darkglass a diventare oggi uno tra i marchi di maggior richiamo tra i bassisti amanti dell'effettistica e dell'amplificazione boutique. La tradizione continua ora con l'overdrive a base di CMOS Microtubes B3K V2 e il preamplificatore analogico Microtubes B7K V2.

I due pedali conservano il medesimo DNA dei modelli storici della casa, ma mettono a punto sonorità più articolate e una flessibilità maggiore grazie a nuovi controlli, frutto di anni di esperienza sul campo.

B3K e B7K V2: Darkglass riparte dai fondamenti

Il B3K V2 è l'overdrive studiato per spingere il basso elettrico anche in territori estremi senza perdere di vista intelligibilità e definizione delle note. Della prima edizione, conserva i controlli di Blend, Level e Drive, ma guadagna un controllo di Tone. La funzione di filtro sulle frequenze, sul pedale originale era riservata allo switch Attack per due posizioni regolate già in partenza.
Spariscono le due levette in metallo in cima e due nuovi pulsanti neri prendono posto più in basso. Grunt viene riproposto così com'era e ha il compito di decidere quanto saranno distorte le frequenze basse in modo da aggiungere aggressività e spessore al suono. Gli si affianca un Mid Boost per una spinta di 6dB sulla gamma compresa tra 300Hz e 1kHz con cui emergere al meglio da qualunque mix.

B3K e B7K V2: Darkglass riparte dai fondamenti

Il B7K V2 conserva tutte le caratteristiche del primo modello e amplia le possibilità d'intervento sul suono grazie a un'equalizzazione più approfondita. Restano le quattro bande dell'originale, ma ora Lo Mids e Hi Mids sono accompagnati da due switch per scegliere la gamma d'intervento, rispettivamente a 1kHz o 500Hz e 3lHz o 1,5kHz. Restano Blend, Level e Drive con selettori per Attack e Grunt, e restano anche le connessioni di Output classico, Parallel output e uscita DI con Ground Lift.

Darkglass non ha pubblicato una demo in senso stretto per i due pedali, ma è possibile guardarli più da vicino con un primo video ufficiale. Al di là del tono epico, nel clip si può avere un assaggio del B7K, usato per la colonna sonora insieme a un basso Mayones e dritto in un'interfaccia audio Apogee Duet 2.



Schede tecniche complete e maggior informazioni sugli stompbox sono sul sito ufficiale, qui per l'overdrive B3K V2 e qui per il preamplificatore B7K V2. In Italia, sono entrambi disponibili con la distribuzione di Audio Distribution Group.
b3k v2 b7k v2 darkglass effetti e processori
Link utili
B3K V2 sul sito Darkglass
B7K V2 sul sito Darkglass
Sito del distributore Audio Distribution Group
Altro da leggere
Pubblicità
RV500: testato il super riverbero...
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con...
La Boutique Di Osvaldo: Cornerstone Antique...
Formula B Vintage-Vibe: testato l'Uni-Vibe...
Pubblicità
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso
Ellade Bandini: lo swing di Euro
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Ellade Bandini - Le origini e la formazione
Top Set
Il setup di Damien Schmitt
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
9 giorni a Natale: il drumkit mostruoso che vorrei
L'epidemia dei setup clone
Il Setup di Aaron Spears
Il setup di Tony Royster Jr.
Il Setup di Charlie Benante
Interviste
Quale legno scegliere per i fusti della batteria?
Intervista a Damien Schmitt
Tieni il tempo
Dixon Revolution Cajón Rack: intervista a Claudio Canzano
Racer Café: Intervista a Erik Tulissio
Intervista a Dave Lombardo
Aspettando RitmiShow Napoli 2014: Naga Distribution
Intervista a Michael Baker
Vadrum vs V-Drums - Qualche domanda ad Andrea "Vadrum" Vadrucci
Intervista a Dave Weckl
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964