HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Un bel distorsore anni'80
di [user #19927] - pubblicato il (Modificato) 

Salve a tutti,
sono da anni alla ricerca di un buon distorsore credibile per farci metal anni'80, con un voicing british da accoppiare al mio jcm800, ricerca che purtroppo non ha ancora dato frutti e di fatto,udite udite, sono rimasto con un metal zone dopo esser passato dai vari valvolari tubeking, radial hot british ed altri distorsori di ben più blasone(pinnacle, mudhoney II)...ad essere onesto il metal zone settato bene sul jcm non suona assolutamente da schifo,anzi mi dà un bel suono fluido e compresso sui soli e carino sui distorti ma a parte il voicing troppo thrash metal (che ci può stare a volte) ha un non sò chè di suono piatto, sterile ed inorganico e quando mi riascolto dalla loop station sembra una suoneria polifonica, un suono finto (sarà anche colpa del v30, acido e piatto imho).
A questo punto alcuni insorgeranno dicendo giustamente perchè non uso direttamente il distorto boostato del jcm (dato che è quello il sound che cerco) e la risposta è : "per tanti motivi";  Ad esempio non avendo S/R posso scordarmi il delay negli assoli o il chorus messo dopo per un sound tipo rack anni'80 (messo prima ha un suono meno preciso e più vintage, che uso in altri contesti) per non parlare se devo fare un cambio veloce tra clean a distorto; con ciò non voglio assolutamente dire che lo uso come piattaforma per pedali come fosse un Fender, però a volte ho necessità di usarlo in questi termini.

Accorciando vorrei chiedere a chi possiede magari un ampli simil Marshall che distorsori validi ci sono in questo senso, cioè che non sembrino finti e piatti.

Personalmente ho adocchiato l'ADA mp1 channel (versione epdale del famoso pre) e il Marvel fx ruble drive che però sono difficili da reperire, figuriamoci provarli. C'è altro magari ? Grazie in anticipo!
Dello stesso autore
Usi pratici di un compressore...
Strana domanda: quanto consuma un ampli...
Quali migliorie in ambito accordatura per...
Pre Jmp1 e finale del combo...si può?...
Analog Chorus & Compressore, I need help....
Strano rumore su jcm800...
Commenti
di Zoso1974 [user #42646] - commento del 29/11/2017 ore 11:56:55
Pro.co RAT... più anni 80 di così si muore...
Rispondi
di TV_Eye [user #8844] - commento del 29/11/2017 ore 12:11:08
Stavo per fare lo stesso commento...
Rispondi
di jack182 [user #41282] - commento del 29/11/2017 ore 13:30:43
Tra i tanti ho avuto un Reeza di Emma electronic del quale ho un ottimo ricordo. Mi dava proprio la sensazione di un distorsore per metal anni 80. Inoltre il controllo bias gli dava una buona versatilità anche su diversa strumentazione
Rispondi
di dylandog_89 [user #19927] - commento del 29/11/2017 ore 18:00:57
vado subito a sentirlo! grazie!
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 29/11/2017 ore 15:22:21
Tanti usavano il Boss DS1
Se no a me piace il digitech hot rod, digitale ma bello per i suoni classici del periodo
Rispondi
di dylandog_89 [user #19927] - commento del 29/11/2017 ore 18:01:37
avuto anche questo, purtroppo non fà per me.
Rispondi
di dylandog_89 [user #19927] - commento del 29/11/2017 ore 18:00:24
ciao, il rat reissue l'ho avuto e mi è sembrato un ibrido con un fuzz e a volte anche un pò acido anche se quest'ultima cosa era facilmente risolvibile.
Rispondi
di ciun [user #15167] - commento del 29/11/2017 ore 19:23:53
Personalmente ho fatto l' esperienza dei pedali BOSS, rimanendo per anni con il Turbo Overdrive e il classico SD1 senza mai troppe soddisfazioni, paricolarmente in termini di emersione dal mix (ho sempre suonato Les Paul e ora SG). Sono stato possessore di DS1, MetalCore, Guv'nor, ComboDrive e varia pedalanza.
Una prima illuminazione l' ho avuta con l' Overdistover di Carella che monta, oltre ad un overdrive classico, un boost e il famigerato GCM800, il cui nome già dice tutto. Non lo uso ormai più e sto sempre pensando di disfarmene, l'ho ancora in casa aspettando che mi venga voglia di metterlo su Mercatino.
Sarei rimasto fedele a questo se non avessi fatto (in preda alla GAS, devo dire, senza ragioni concrete) l' acquisto della mia vita, il GURUS1959DoubleDecker, per me il Marshall formato pedale dotato di tutto quello che posso desiderare da affezionato al rock e metal (anni 80 in particolare).
Sentilo.
Rispondi
di dylandog_89 [user #19927] - commento del 30/11/2017 ore 19:23:50
vado ad ascoltarlo, grazie.
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 29/11/2017 ore 21:18:32
Gcm800 merita sicuramente una chance
Rispondi
di gmax [user #47808] - commento del 01/12/2017 ore 08:53:04
Io mi trovavo bene con un Marshall Jackhammer in modalità OD. Poca spesa tanta resa
Rispondi
di dantrooper [user #24557] - commento del 01/12/2017 ore 21:39:47
se vuoi un marshall in a box, con tanto di equalizzazione dedicata per ogni singola banda, direi di andare sul wampler plexidrive deluxe
alternativa è il plexitone della carl martin
Rispondi
di dylandog_89 [user #19927] - commento del 02/12/2017 ore 20:26:24
vado a dare un occhiata :)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
La storia del PAF: l'etichetta da migliaia di dollari
Esercizi per chitarra acustica
​Aria XP05, la regina del sustain
HyVibe è la chitarra acustica che fa da multifx amplificato
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
I vostri articoli
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto
La storia del PAF: l'etichetta da migliaia di dollari
Segna-posizione fashion con poca spesa
Trasformare una chitarra in un tres cubano
I compleanni di oggi
ilparola
alessio326
giored
jimbo93
sgstratomike
LeleOne1957
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964