HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
di [user #3113] - pubblicato il

Boss e JHS fondono due dei loro overdrive più amati nell'Angry Driver, doppio stompbox in formato compatto e versatile come pochi, testato per voi.
Due pedali, si sa, sono meglio di uno, ma se sono entrambi all'interno di un pedale della dimensione di un classicissimo Boss la situazione migliora ulteriormente.

L'Angry Driver è la fusione del Blues Driver, il famoso overdrive blu di casa Boss, con l'Angry Charlie, pluripremiato distorsore JHS, piccola azienda americana specializzata in prodotti boutique.

Il Blues Driver è davvero molto dinamico e presenta una leggera enfasi sulle alte che aiuta sicuramente a uscire sempre dal mix, si passa da un pulito appena sporco fino a suoni ottimi per ritmiche che guardano all’hard rock. Molto bello a bassi livelli di gain dove la dinamica ottima permette di avere un suono multiforme, comodo da gestire con la mano destra che può permettersi di decidere la quantità di distorsione senza alcun problema.
L'Angry Charlie è ugualmente dinamico, ma più chiuso a livello di equalizzazione, non scampanella quanto il suo coinquilino e regala un suono sempre pieno che, ad alti livelli di gain, non ho problemi a definire granitico. 
Per certi versi regala la sua parte migliore intorno alla metà della distorsione disponibile, dove si ottengono accordi fermi e decisi che bucano il mix e, al contempo, vi si siedono perfettamente.

Boss Angry Driver: due è meglio di uno

I due pedali possono essere utilizzati singolarmente, da separati in casa, muovendo i potenziometri posti più in alto o più in basso a seconda dell’overdrive che stiamo utilizzando e selezionando il proprio preferito tramite la prima manopola a destra.
In questa modalità si utilizza l'Angry Driver come un normale pedale della distorsione.
Il bello viene quando li combiniamo nell’ordine che preferiamo, come fossero due pedali “separati” ottenendo suoni ancora più distorti: l’ordine che decidiamo di dare (Blues Driver a monte dell'Angry Charlie o viceversa) modifica sostanzialmente il suono che otteniamo prendendo maggiormente le caratteristiche dell’ultimo pedale della catena.
A tutto questo ben di Dio si aggiunge il controllo Remote, posto sul lato destro del pedale, che ci permetterà di avere effettivamente due suoni diversi a portata di piede: il primo sarà attivato dall’on-off classico, il secondo dallo switch remoto collegato al pedale.



L'Angry Driver si rivela essere un grande pedale che nulla ha da invidiare a molti prodotti boutique: davvero completo dal punto di vista della tavolozza sonora, spazia potenzialmente dai Rolling Stones a Zakk Wylde e risulta molto comodo da gestire grazie al remote che regala un secondo suono a portata di piede.
Foto dettagliate e schede tecniche sul sito Roland-Boss a questo link.
angry driver jb2 boss effetti e processori
Link utili
JB2 sul sito Boss
Altro da leggere
Pubblicità
Il Philosopher's Tone al germanio diventa...
GHS e Rocktron in Italia con Gold Music...
AC-Driver: più di una DI per chitarra...
Aeon: TC reinventa il sustainer...
Pubblicità
Commenti
di qualunquemente1967 [user #39296] - commento del 12/12/2017 ore 07:48:57
Ottimo pedale promosso ! E anche tu come primo video demo promosso grazie ciao
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 08:46:58
Grazie mille, il pedale è piaciuto molto anche a me (penso si veda :D)
Rispondi
di Alex95SG [user #30733] - commento del 12/12/2017 ore 08:41:39
però non capisco una cosa: l'angry Charlie da solo costa 230 euro, com'è possibile che questo costi 200 euro tenendo presente che ha pure dentro un blues driver?
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 08:50:19
Credo c'entri la capacità produttiva di Boss che è sicuramente diversa da quella di una piccola compagnia come JHS :)
Rispondi
di Alex95SG [user #30733] - commento del 12/12/2017 ore 09:41:47
ottima osservazione! complimenti per il canale, fai davvero degli ottimi video!
Rispondi
di BBSlow [user #41324] - commento del 12/12/2017 ore 09:00:16
Va bene "due pedali in uno", io poi sono un appassionato del BD e mi piace in tutte le salse, ma che lo switch sia separato con un controllo a parte mi pare una scemata (se lo devi mettere in pedaliera, lo spazio è lo stesso di due pedali...). Capisco la necessità di rispettare l'estetica Boss, ma a quel punto non era meglio mettere due interruttori a pulsante e amen?
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 09:04:52
Beh ci sono switch veramente minuscoli, inoltre così facendo puoi mettere il pedale "in seconda fila sulla pedaliera", ma avere lo switch tra i due pedali in prima fila o comunque in un'altra posizione :)
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 12/12/2017 ore 09:01:33
Ottimo video, le info importanti in 5 minuti come tuo solito.
Unico dubbio, sento il Badger già piuttosto increspato sul pulito, di solito preferisco sentire i pedali di distorsione su un pulito cristallino per cogliere meglio la loro pasta piuttosto che usarli per incattivire un crunch... ma son gusti!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 09:07:10
Ciao, grazie mille :)
Il pulito pulito il badger proprio non lo ha :D

In ogni caso uso sempre un clean appena increspato perché mi piace lavorare con la dinamica e con la mano destra, avevo anche fatto un video a riguardo che trovi sul mio canale, lo puoi trovare qui : vai al link

Ciao e a presto! :)
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 12/12/2017 ore 09:18:49
La Boss deve rispettare gli enclosure che usa da secoli, sono un marchio di fabbrica.
Certo preferirei un box classico con 2 switch ma questa è la loro politica, nel bene e nel male. Per il prezzo è presto spiegato. Se metti due pedali in un unico box risparmi e non poco, e così puoi abbassare il costo rispetto a 2 pedali distinti. Cosa che ho valutato e che sicuro farò anch'io coi miei prossimi progetti :D
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 12/12/2017 ore 10:04:03
In realtà Boss produce (sempre da secoli) anche enclosure con il doppio pedale e, di recente, anche con i tre switch, quindi sarebbe stato effettivamente preferibile proporre un prodotto "finito" se questo si voleva fare. Di certo il costo sarebbe stato un poco superiore, ma ad occhio non più di qualche decina di centesimo; per contro due pedali distinti sono meglio gestibili nello spazio, ma vanno acquistati e cablati. Inoltre vi sono anche pedali che permettono con lo stesso switch di attivare comunque una funzione ulteriore rispetto al solo on-off. Diciamo che, forse, si è trattato molto di una scelta di marketing (che comprendo e giustifico appieno) più che una tecnica o economica.
Ciao
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 12/12/2017 ore 10:07:45
Ciao e complimenti per il video. Ti seguo da parecchio su youtube ed ho sempre trovato un valido riferimento nelle tue video recensioni: in pochi minuti condensi le informazioni di base utilissime per iniziare a farsi un'idea e sei sempre molto chiaro anche sulle scelte che fai a livello di settaggi (cosa rara nei video italiani). Detto questo e precisato che già avevo visto il tuo video in cui spieghi che preferisci un suono clean al limite del breakup, quando nell'articolo citi lo spettro sonoro che il pedale può coprire ti riferisci a zakk wylde, immagino tu lo dica con riferimento al tuo suono di base, quindi il pedale in se' non arriverebbe a quel livello di distorsione, giusto?
Grazie e ciao
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 10:56:24
Ciao Francesco, grazie mille :)
Il pedale arriva a quel tipo di distorsione, sia con il gain molto alto usando l' Angry Charlie, sia combinando i due pedali tenendo entrambi con gain più moderato.
Se li metti insieme a gain alto esce il demonio, gain da vendere! :D

ciao e a presto! :)
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 12/12/2017 ore 11:44:30
Ti ringrazio molto, proprio quello che speravo. Approfitto ed abuso del tuo tempo per un'altra precisazione se hai fatto la prova: il controllo remote lo posso attivare solo con un pedale Boss (tipo fs7 o fsu5) oppure va bene un qualsiasi pedale a/b?
Grazie, ciao
Rispondi
di Merkava [user #12559] - commento del 12/12/2017 ore 11:51:36
ב"ה
Ciao, io ho un ampli Fender Deluxe Reverb 65 reissue modificato con cono in Alnico Celestion gold, valvlole JJ ed altre diavolerie del mio tecnico....insomma suona molto vintage. Ho notato che gran parte degli OD che gli propino (808, Carl Martin crunch drive, Joyo vintage overdrive' Joyo hot plexi' joyo crunch distortion) suonano tutti piuttosto zanzarosi, mentre sul tuo video il suono e' si aperto ma anche organico. Potreste consigliare qualche prodotto non boutique in grado di assecondare il mio ampli? Grazie!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 12:25:34
Ciao! Viene difficile darti un consiglio a distanza, sai?
Non è che è il tuo ampli che non ti piace molto sui distorti? Lo avevo, a me piaceva, però non avevo problemi con i pedali, anzi!
Magari a tuo gusto suono proprio un po' male lui, non saprei come essere più preciso però, dovrei sentire e capire se può esserci un problema :)
ciao!! :D
Rispondi
di Merkava [user #12559] - commento del 12/12/2017 ore 12:30:43
ב"ה
Grazie per la risposta. Se non disturba posso mandarti un file registrato con un Tascam DR 05 in cui suono qualcosina e mi puoi dire, comunque il Fender per me e' il massimo per i puliti, ma i distorti ecco...non sono il massimo. Grazie!
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 12:33:29
Nessun disturbo, mandamelo pure ad ale chiocciola alessandrobarbetti.it .
Ovviamente sostituisci chiocciola con @ e togli tutti gli spazi :)
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 12/12/2017 ore 16:10:4
Ciao, io ho suonato per molti anni il Deluxe Reverb 65 reissue e l’ho sempre trovato molto buono con i pedali, direi uno tra i migliori Fender con i pedali. Quindi le ipotesi per me sono due: la prima è che le modifiche fatte magari hanno migliorato complessivamente l’ampli sul pulito ma lo hanno peggiorato sui distorti. Considera ad esempio che l’alnico gold è un cono ottimo ma molto “difficile” e storicamente Fender non ci va molto d’accordo. Le stesse JJ potrebbero aver modificato sensibilmente la risposta sui distorti.
La seconda ipotesi è quella dell’amico Alez ovvero che magari l’ampli suona da dio e a te non piace. Cosa che capita spessissime volte anche a me, quindi non mi stupirei.
In ogni caso essendo che parte da un gran pulito ed hai molta headroom, io ad esempio non ci metterei un 808 davanti, perchè dovrei mettere il gai al massimo e non è il territorio ideale x questo pedale. Credo tu abbia bisogno di pedali più spinti, tipo Riot o OCD per dirne due a caso. Prova con quelli, regolando a dovere i toni dell’ampli e dosando moderatamente il gain. Infine, un eq grafico ti aiuterebbe tantissimo.
Rispondi
di RedRaven [user #20706] - commento del 12/12/2017 ore 14:01:40
Inizialmente mi aveva interessato, ma ho già il blues driver e mi sta piacendo sempre meno, ha come un vuoto di frequenze da qualche parte sulle medie che non funziona, è come se passasse variando il tono da sordo a troppo pungente. Da varie demo mi pare che l'angry charlie sia fin troppo simile per gain e timbrica, rispetto al BD. Infine, forse è per via dell'ampli non proprio pulito, ma il BD a zero gain è un booster più che buono, mentre qui mi pare abbia già del gain sensibile anche al minimo. Mi piace il sistema di ciclo dei canali, è intelligente e non fa mancare il secondo switch, per me.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/12/2017 ore 17:03:27
Bravo AleZ, i tuoi video sono veramente esaustivi, ben fatti e altrettanto bene da te commentati . Insomma si fanno apprezzare ! Ma il gatto dov'è ?
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 12/12/2017 ore 21:39:1
Grazie mille! :D
Il gatto se la dormiva della grossa sul divano durante la prova.
Non era molto interessata al fatto che ci fossero due overdrive in un pedale solo, nè tantomeno al controllo remote.

Non sa cosa si è persa :D
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 13/12/2017 ore 12:15:55
Potevano fare l'enclosu doppio ma penso gli costi non pochi centesimi di più. Inoltre non parliamo dell'ingombro, che ormai sembra diventato un tormentone (motivo per cui Mooer vende tanto), come se dovessimo portarci in giro mille pedali. Per me se una cosa suona bene può anche ingombrare, poi starà a me gestirmela in pedala. Comunque grande Ale e sempre bei video semplici ed esplicativi, e soprattutto divertenti 😉
Rispondi
di aleZ [user #3113] - commento del 14/12/2017 ore 20:06:06
Grazie mille :D
Comunque personalmente preferisco averlo così cioè con la possibilità di mettere uno switch esterno perchè è più modulare come scelta: posso decidere di avere lo switch in qualsiasi punto della pedaliera e non necessariamente vicino al pedale :)

ciao e a presto!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
S-Locks: Schaller reinventa lo strap lock
Aeon: TC reinventa il sustainer
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Come suona una chitarra a 18 corde?
Le pedalboard RockBoard si fanno in Cinque
I più commentati
Joe Bonamassa: tutti a lezione di British Blues
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Aeon: TC reinventa il sustainer
Ricky Portera: l'assolo di "Ayrton"
I vostri articoli
Piccole, potenti e italiane: Raw Dawg EG
Piccole, potenti e italiane: Southern The Stalker
ProCo Multi Rat fatto in casa
Arrogantia Pandora Vendetta 24 HH Trem: non omologarsi e vivere felici
Meris Mercury 7: il Nexus 6 dei riverberi a pedale
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964