VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Paul Gilbert testa i suoi mini-humbucker DiMarzio
Paul Gilbert testa i suoi mini-humbucker DiMarzio
di [user #116] - pubblicato il

I PG-13 sono i primi mini-humbucker progettati da Paul Gilbert insieme a Larry DiMarzio per la sua ultima Ibanez Fireman. Un video ufficiale li fa ascoltare.
I suoi nuovi mini-humbucker sono frutto della pura curiosità, spiega Paul Gilbert, di scoprire le vere potenzialità di un pickup a metà strada tra il single-coil e la doppia bobina, che racchiudesse il corpo dell'humbucker e l'incisività dell'avvolgimento singolo. I PG-13 sono il risultato di una lunga fase di sperimentazione e prototipazione durata circa un anno, e il risultato è ora sotto gli occhi di tutti.

Paul Gilbert testa i suoi mini-humbucker DiMarzio

Larry DiMarzio e Paul Gilbert hanno disegnato i mini-humbucker PG-13 allo scopo di rappresentare il punto d'incontro tra i mondi della singola e doppia bobina laddove Paul ha individuato lo "sweet spot" tra i due emisferi. L'obiettivo era dare vita a dei pickup definiti e incisivi, che reagissero bene alle dinamiche impartite dal musicista ma che avessero anche una buona predisposizione alla saturazione, che fornissero bassi a fuoco in ogni contesto ma con degli acuti sufficientemente a bada da trovarsi a proprio agio in blues e jazz.
Quanto partorito dalle menti di Gilbert e della squadra DiMarzio negli scorsi mesi è ora realtà, trova spazio nella ultima Ibanez Fireman del chitarrista ed è mostrato in un nuovo video ufficiale con protagonista Paul Gilbert.



Il PG-13 destinato al montaggio al manico è caratterizzato da acuti smussati e bassi presenti ma definiti, con una complessità armonica ispirata al mondo dei single coil senza rinunciare a un timbro rotondo e bilanciato sulla gamma più grave.
L'output contenuto e le piccole dimensioni evitano che il pickup suoni ingolfato o confuso anche in distorsione.

Il mini-humbucker progettato per il ponte spicca per calore. Più spinto e compresso, non ha il carico di acuti che caratterizza molti pickup in questa posizione.
Come il suo compagno da manico, il PG-13 al ponte risulta ideale per blues e rock, ma regge senza fatica le saturazioni più dure, senza rischiare di suonare mai troppo acido grazie a una risposta improntata su medi e medio-basse frequenze.

Entrambi con magneti ceramici e quattro cavi per lo split, producono sonorità interessanti anche quando miscelati tra loro. L'uscita è ben bilanciata e i pickup sommati sprigionano un tono nasale e presente, che valorizza l'attacco e la percussività delle note.

Il set di pickup DiMarzio PG13 viene presentato al popolo del web proprio mentre leggete queste righe. In Italia sarà possibile reperire i due mini-humbucker attraverso la distribuzione esclusiva di Mogar Music, e sul sito ufficiale è possibile ottenere maggiori informazioni sui modelli: qui per il PG13 da manico e qui per il PG13 da ponte.
dimarzio paul gilbert pg13 pickup
Link utili
PG13 Neck sul sito DiMarzio
PG13 Bridge sul sito DiMarzio
Sito del distributore Mogar Music
Mostra commenti     16
Altro da leggere
Pickup curvi e senza viti: il brevetto DiMarzio con Billy Sheehan
Seymour Duncan Noumenon: la svolta passiva di Jeff Loomis
Hot Chicken: pickup country hi-gain da Seymour Duncan
Le grandi donne dietro grandi chitarre
Gibson e DiMarzio in tribunale: pomo della discordia è il PAF
I PAF Gibson più costosi di sempre arrivano in valigetta da collezione
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
The Aston Martin Project: verniciatura fai-da-te
Perché ti serve un pedale preamp e come puoi utilizzarlo
Vedere la chitarra oggi: io la penso così
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964