DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Absolute Destruction: guasti controllati in scatola
Absolute Destruction: guasti controllati in scatola
di [user #116] - pubblicato il

Death By Audio ha disegnato un circuito capace di distruggere il segnale come un compressore impazzito o un ampli guasto, e ci mette anche un fuzz estremo.
Di overdrive modulazioni è pieno il mercato, e Death By Audio non è di certo famosa per i suoi effetti convenzionali. Con l'Absolute Destruction, il laboratorio di Brooklyn ha deciso di andare contro ogni senso comune in fatto di bel suono, creando un circuito capace di distruggere letteralmente il segnale di una chitarra elettrica generando un vero e proprio "guasto controllato in laboratorio".

Absolute Destruction: guasti controllati in scatola

L'Absolute Destruction è uno stompbox unico nel suo genere. Al suo interno, i progettisti hanno inserito un distorsore estremo, ispirato al mondo dei fuzz con bassi rombanti e armoniche ben presenti, ma il vero cuore dell'effetto è un sistema capace di mettere in crisi la saturazione e trasformare le note in rumori e interferenze.

L'interfaccia è quanto mai semplice. La manopola in alto regola il volume d'uscita, lo slide Gain si sposta da sinistra verso destra e aumenta il livello di saturazione, mentre Overload va da destra verso sinistra e rappresenta l'indice di distruzione del segnale.

Absolute Destruction: guasti controllati in scatola

Gain e Overload interagiscono tra loro per mettere a disposizione del musicista un ventaglio espressivo decisamente ampio, tutto compreso nel campo del lo-fi all'ennesima potenza.

Quando Overload comincia a entrare in ballo, la reazione è quella di un fuzz sotto-alimentato, che guadagna compressione e strizza il suono generando acuti durante le fasi più concitate.

Aumentando il valore del cursore Overload, viene fuori la vera natura di un circuito disegnato solo ed esclusivamente per essere mandato in tilt, replicando nella pratica tutte le caratteristiche di un'apparecchiatura mal funzionante.
In questo modo le note appaiono frammentate, quasi irriconoscibili, gli armonici saltano fuori estremizzati da ogni parte e le pennate troppo forti finiscono per interrompere temporaneamente il passaggio del segnale. Il risultato è quello di un gate inverso, che inibisce il passaggio del segnale quando supera una determinata soglia di ampiezza e si apre di pari passo con il decay delle note generando un ronzio elettrico che riprende l'effetto di un vero e proprio guasto elettrico.



L'Absolute Destruction non è di certo uno stompbox per tutti i gusti, ma rappresenta senza dubbio un interessante esperimento elettronico nonché un attacco aperto al concetto di "bel suono". Se vi incuriosisce, è possibile vederlo più a fondo alla pagina dedicata dal sito ufficiale.
absolute destruction death by audio effetti e processori
Link utili
Absolute Destruction sul sito Death By Audio
Nascondi commenti     12
Loggati per commentare

di paolo962 [user #26262]
commento del 16/12/2017 ore 14:32:46
sul pedale non ho molte considerazioni da fare..... la "filosofia" di Death By Audio è ben conosciuta ed in certi ambiti musicali questa "distruzione controllata" ha anche un senso artistico se vogliamo.....
Quello che voglio sottolineare con forza è l'assoluta potenza creativa e destrutturante della capigliatura del dimostratore....... in totale simbiosi con l'effetto che sta presentando.... un genio incontestabile......
Sia chiaro, lo dico con totale invidia poiché mi è preclusa qualsiasi forma espressiva in ambito tricologico.
Rock'n'Roll !!
Rispondi
di Hank McAbrahams [user #34498]
commento del 16/12/2017 ore 15:11:02
Sei un genio
Punto.
Rispondi
di paolo962 [user #26262]
commento del 16/12/2017 ore 21:11:54
Troppo buono, grazie..... è che guardando il video non riesco a concentrarmi sull'effetto..... vengo inesorabilmente attratto (e rapito) dalla pettinatura...
Rispondi
Loggati per commentare

di viabcroce [user #13757]
commento del 18/12/2017 ore 01:58:09
Paolo For President

:D
Rispondi
di Claes [user #29011]
commento del 16/12/2017 ore 18:25:39
Se conoscete qualcuno che fa Musique Concrète, passate il link. A me piacerebbe avere un plug-in gratis per questo genere di musica classica moderna dove distruggere il suono è nell'ordine delle cose. Per info vai al link e vedrete che c'è una ragione per chiamarla musica d'avanguardia.
Rispondi
di dvg [user #11506]
commento del 16/12/2017 ore 18:48:16
trovo il pedale una figata incredibile. Claes puoi iniziare con questo:
vai al link

io pratico musica ambient/drone/concrete da anni partendo da chitarra e poi processando pesantemente il suono. anziche il plug in menzionato puoi sempre divertirti combinando effetti erosion/reverb/granulators/... con parametri in continuo cambiamento
Rispondi
di vicky [user #33863]
commento del 16/12/2017 ore 22:48:44
è una vita che non vedevo un megariportino così, roba alla moda quando ero giovane, mi ha riportato indietro di 30 anni... uau che trip!!!
Rispondi
di coldshot [user #15902]
commento del 16/12/2017 ore 23:50:03
ahah grande, i film degli anni '70 erano pieni di attori con i riporto
Rispondi
di ENZ0 [user #37364]
commento del 17/12/2017 ore 12:24:33
ahahahahahha quello non è un riporto, è qualcosa di più :D:D:D
Rispondi
di hamilton [user #6193]
commento del 17/12/2017 ore 21:19:39
Ragazzi non è un riporto, è una tricofascetta tergisudore sportiva, la cosa è ben visibile dalla cura con cui ha dato forma alla ciocca frontalmente fino all'orecchio rendendola stabile durante la corsa.

Il peadale comunque mi piace moltissimo, sia con che senza overload.

hola todos
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308]
commento del 18/12/2017 ore 12:12:22
La prima cosa che ho notato anche a video ancora fermo. Maró che riporto! Non riesco a vederlo il video! xDDD
Rispondi
di yasodanandana [user #699]
commento del 19/12/2017 ore 11:22:22
questi suoni si fanno molto bene, gratis o quasi, con i plug in.. ma tale pedale mi piace comunque molto
Rispondi
Altro da leggere
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
NUX Mighty Plug Pro: uno studio in tasca
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964