CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
NG2 il Fuzz secondo Cornish
NG2 il Fuzz secondo Cornish
di [user #116] - pubblicato il

Nello studio di Michele ci sono un sacco di oggetti speciali, quasi feticistici. Tra le chitarre, i processori e gli amplificatori trovano spazio i tre pedaloni grigi marchiati Cornish, una garanzia in fatto di effetti. L’NG2 non è una novità, ma non ci siamo certo tirati indietro dal farvelo ascoltare per bene.
L’NG2 è un fuzz ideato per simulare il sound di un ampli pronto per una morte imminente (Imminent Amp Death sul sito del produttore). Grazie ai differenti stadi di cui è composto il circuito si può scegliere quante ore di vita regalare al povero amplificatore ipotetico. Il primo stage è un linear Drive (controllato dalla manopola dedicata) con un guadagno di 26dB. Il secondo invece è un preamp stabilizzato al germanio che messo alle corde dal primo si riversa sul terzo e ultimo passaggio che è cil cuore del circuito, la parte che simula un amplificatore pronto a spegnersi a causa di un bias errato o un danno alle valvole o ai trasformatori. Il controllo di Sustain invece si occupa di regolare il volume che entra nel terzo stadio di guadagno e, come dice Cornish, può andare da “valvole stanche” a “valvole sciolte”. 

Volume e Tone invece si dedicano a regolare il sound globale per adattare il pedale allo strumento e all’ampli. 

Come sempre la qualità che traspare è elevata così come le dimensioni e il peso che sono davvero da record. Da guinness ovviamente anche il prezzo che nemmeno sull’usato riesce a sembrare abbordabile. 

NG2 il Fuzz secondo Cornish

Come avevamo già detto per l’SS3 è inutile stare a disquisire su questi dettagli, i Cornish sono così prendere o lasciare. Siccome abbiamo optato per la prima, accendiamolo schiantandolo dentro la Marshall con una Fano e una bella coppia di P90. 

L’idea di amplificatore pronto a esplodere si affaccia subito. Il suono carico e scoppiettante che esce dai coni sembra davvero il canto del cigno di un set di finali pronto a sciogliersi, un sound che esalta e che non finisce come quello originale in una nube di fumo bianchiccio e puzza di bruciato. 

L’NG2 però non è solo questo. I quattro controlli chicken-head permettono di cambiare radicalmente il suono passando da un leggero fuzz appena appena accennato, quasi un boost sporco fino a suoni compatti e squadrati, delle vere onde quadre a tratti quasi fastidiose. 

La magia di questo pedale da mezzo metro, però, sta tutta nel fatto che anche con i settaggi più estremi l’anima dello strumento resta sempre evidente, chiara e riconoscibile, ma ancora più esaltante è lo scoprire l’intelligibilità delle note anche quando sustain e drive sono a ore 3. 



L’NG2 non è un pedale per tutti. Questo non per il prezzo, o per le dimensioni, ma perché va indagato, studiato e messo a punto per la propria strumentazione. Non è un effetto prêt-à-porter, plug and play, ha bisogno di essere coccolato e sperimentato. Una volta trovata la giusta amalgama però sarà difficile separarsene. Certo prima bisognerà trovare il coraggio di scucire l’assegno. 
 
effetti e processori ng2 pete cornish
Link utili
Visita il sito Cornish
Mostra commenti     26
Altro da leggere
Walrus Audio Lillian Analog Phaser
Supro modernizza il delay analogico
Strymon sfida il delay magnetico con il Volante
Aquarius: il delay-looper Joyo in azione
LR Baggs espande la Align Series per acustica
Keeley X Pedals: arrivano i classici in forma di prototipo
Seguici anche su:
News
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964