HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
La preziosa D45 di John Mayer
La preziosa D45 di John Mayer
di [user #116] - pubblicato il

Martin e John Mayer reinterpretano la classica D45 per una signature esclusiva con manico modificato, catenatura forward shifted e ricchi intarsi.
John Mayer entra nei laboratori del Custom Shop di casa Martin per mettere a punto una D45 su sue precise specifiche. Palissandro del Guatemala e ricchi intarsi modellano una dreadnought che promette sonorità e prezzo di fascia elevata.

La preziosa D45 di John Mayer

Il palissandro guatemalteco è un legno dalle venature profonde e marcate, capaci di generare trame fitte e dal sicuro impatto estetico. Martin lo adopera per costruire fasce e fondo della D45 di John Mayer, e vi abbina una tavola armonica in abete Englemann. Le catenature in Adirondack sono a X e spostate più in avanti rispetto allo standard secondo la tipologia del forward shifted, tecnica che promette maggior risonanza e bassi più presenti nell'insieme.

Tastiera e ponte sono in ebano per un'estetica elegante e uniforme, e il manico in mogano dal profilo tondeggiante e abbondante garantisce un suono caldo e pieno, con vibrazioni poderose e cariche di sustain.

Tutti i legni ricevono un trattamento per un'estetica antichizzata, che scurisce le tavole e fa virare i toni più chiari verso il miele.

La preziosa D45 di John Mayer

Curata sul piano estetico quanto su quello funzionale e timbrico, la D45 di John Mayer opta per un set di meccaniche dorate aperte sul retro a completare una dotazione di intarsi particolarmente elaborati.

Esagoni in abalone attraversano i 25,4 pollici del diapason a fare da segnatasti. Un binding color crema cinge la tastiera, il top e fondo, mentre un purfling in abalone racchiude il top e segue il bordo degli ultimi tasti fino a unirsi con una rosetta a cerchi concentrici che continua visivamente con un intarsio a fondo tastiera.

Dentro la cassa, un'etichetta interna firmata a mano da John Mayer attesta l'autenticità dell'esclusiva signature che, per il mercato statunitense, è già presente sul sito ufficiale al prezzo di listino di 14,999 dollari. Per prezzi a disponibilità in Italia, vi rimandiamo alla distribuzione ufficiale di Eko Music Group.
chitarre acustiche d45 john mayer john mayer signature martin
Link utili
D45 John Mayer sul sito Martin
Sito del distributore Eko Music Group
Altro da leggere
Pubblicità
Gold 08: Cort ancora più in alto...
Framus rinnova la Parlor con ebano e mogano...
D'Angelico inaugura travel guitar e ukulele...
Taylor: bracing V-Class per tutti...
Pubblicità
Commenti
di prada [user #19807] - commento del 06/01/2018 ore 14:55:11
Per essere bella è veramente bella, non si discute. Ma 15.000 $ non li spenderei neppure se avessi un budget di 50.000. Mi sembra che sia uno strumento dedicato a collezionisti e a persone che non li suoneranno mai, ed è un peccato.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 06/01/2018 ore 20:25:14
Sono certamente chitarre da collezionismo . Il paradosso è che, parlando con i ragazzi di un notissimo e molto fornito negozio di Roma dove questi pezzi pregiati arrivano, mi dicono che hanno un mercato notevole e non rimangono a prendere polvere . Si vendono subito . Se avessi il budget li prenderei e li suonerei senz'altro .




Rispondi
di Dinamite bla [user #35249] - commento del 08/01/2018 ore 10:39:53
Incredibile come qualsiasi cosa riporti la scritta "John Mayer" abbia un prezzo da ricchi assoluti..
A me Mayer piace molto, ho tanta stima per lui, ma il fatto che il suo nome sia ormai un brand che fa schizzare il prezzo di qualsiasi cosa alle stelle tipo Gucci mi genera un lieve sottofondo di antipatia.
Altro che gravity, il suo potere economico non è roba per noi terrestri
Rispondi
di Duliamo [user #48064] - commento del 26/01/2018 ore 12:49:58
Il problema di Martin, a mio avviso, non sta nelle preziose versioni da 15, 40 o 150 mila dollari ( aggiungo alla John Mayer la Fire & Ice e la D200 Deluxe ) che essendo oggetti da collezione hanno ovviamente mercato, quanto piuttosto al fatto che sotto i 2000 dollari la qualità è sempre più scadente. Ne è riprova il fatto che i giovani optano sempre più frequentemente per versioni cinesi o per marchi meno storici. Tra 20 anni se non cambiano registro, Martin sarà un ricordo della preistoria e verrà associato a un lusso per pochi, e il mercato delle acustiche ( inteso come grande distribuzione ) passerà in mano ad altri ( penso a Taylor, più equilibrata nella ricerca e nel compromesso qualità prezzo ).
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Albert Lee: la strumentazione del perfetto country boy
Jazzmaster diventa Contemporary con Squier
Fulltone Full Drive 2 V2: più piccolo e in regalo
Bob Weir disegna il preamp acustico definitivo con Pigtronix
Il primo TV Jones per Jazzmaster
I più commentati
Washburn: torna la Idol per tutti i gusti
Ringo Starr & His All-Starr Band live a Lucca
Meet The Pro - Chris Lord-Alge
Costruire un riff: tra accordi & melodia
Ma il basso, quando lo registriamo?
I vostri articoli
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
Come sostituire un pickup sulla chitarra elettrica
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
Modificare un pedale senza avere conoscenze di elettronica
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964