HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Scelta chitarra a scala corta
di [user #46377] - pubblicato il (Modificato) 

Sono attanagliato da un atroce dubbio...
Ho iniziato a suonare circa vent'anni fa con una Ibanez Rx, col tempo ho usato diverse chitarre, mi sono dedicato per alcuni anni al fingerstyle con la chitarra acustica, ed ora prevalentemente suono la mia Stratocaster per la quale provo sentimenti contrastanti di amore/odio.
Amore odio perchè trovo che abbia un bellissimo suono, ma credo che sia piuttosto severa da suonare bene ed abbia troppe sfumature sonore.
Soprattutto per chi come me ha poco tempo al giorno per dedicarsi alla musica (un'ora scarsa) ma vuole ancora migliorare (di fatto penso di essere un eterno principiante e vedo e rivedo le tecniche a mia disposizione, brani vecchi e nuovi).
La Stratocaster mi impressionò appena provata in negozio per la comodità (mia personale) del manico. Ma ero un pischello e di pippe da chitarrista ci capivo poco. Volevo solo suonare.
Quindi mi sono svegliato dal coma ed ho pensato: perchè non provare una chitarra nuova?? Magari una chitarra tipo Gibson che a quel che si dice è un pò più permissiva da suonare??
Bene, ho provato in un negozio in zona una Les Paul studio ed a parte il suono che mi è piaciuto, mi sono trovato completamente spaesato. Corde mollissime, tasti troppo vicini, bending che scappano via.
Ho provato una Yamaha revstar senza amplificazione e mi è sembrata più adatta alle mie dita ma, sentendo come suona sul tubo mi è parsa un pò fredda.
Eppure però non riesco a togliermi questo dubbio. Vorrei una chitarra tipo Gibson da provare a casa e da cui ricevere soddisfazione e perchè no, magari alzare l'asticella delle  prestazioni.
Ho mani piuttosto grandi e forza non me ne manca, però vorrei una chitarra con un'impostazione più semplice, per intenderci 2 Humbucker e ponte fisso, e più morbida da suonare, meno sferragliante. E magari anche COMODA DA SEDUTI, leggera, bella e rivendibile... chiedo troppo?
Per un dubbio del genere secondo voi è meglio spendere poco cercando un usato un pò rovinato ma con un bel suono che mi dia un'idea di una chitarra a scala corta(100-300€) o è meglio cercare già uno strumento di qualità?
Consigli per gli acquisti? considerando il fatto che suono prevalentemente rock, blues e non disdegno assolutamente il jazz..eee a volte ricordo qualche pezzo metal ed a volte suono fingerstyle. Ma quasi sempre da seduto.
Mi rendo conto di avere le idee poco chiare ma i dubbi sono dubbi e la GAS... sapete com'è!

Ringrazio anticipatamente questo Illustre forum che tante volte mi ha fornito input veramente interessanti. 
Dello stesso autore
Salve a tutti Possiedo dal 2005 una...
Commenti
di kelino [user #5] - commento del 10/01/2018 ore 12:37:17
Paul
Reed
Smith

Una via di mezzo come scala.
Ci suoni di tutto.
Imbracciarla e suonarla è come accarezzare le curve di una bella donna.
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 10/01/2018 ore 20:07:2
Ma hai letto il budget? 100 - 300?
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 10/01/2018 ore 20:10:33
Allora può affittarla. 😂
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 10/01/2018 ore 20:11:38
Una copia Vintage by Wilkinson....forse con qualcosa in più di 300 ci salta fuori
Rispondi
di Quick [user #26119] - commento del 10/01/2018 ore 13:14:57
Confermo Paulo Reed Smith. Uso una Custom 22 da più di dieci anni e non la cambierei con nulla. Siamo nel giusto mezzo tra Fender e Gibson.
Tornando alla scala corta prova a guardare il catalogo Guild
Rispondi
di SHENANDOAH1980 [user #10847] - commento del 10/01/2018 ore 13:28:0
Yamaha SG/SBG, una qualunque, la prima che ti capita sottomano
Rispondi
di pastrana [user #34418] - commento del 10/01/2018 ore 13:30:31
Usa i video su youtube per farti un'idea, ma non giudicare solo su quelli. Ma se suoni da 20 anni queste cose le sai.
Io ho acquistato una Yamaha Revstar mod. RS502 un paio di mesi fa, e posso dirti che è stato l'acquisto migliore degli ultimi 10 anni almeno. Il rapporto Q/P offerto da Yamaha (vale in assoluto, ma in particolare su queste chitarre) è impressionante. Nemmeno paragonabile ai marchi più blasonati. Non ti parlo di Fender perchè non ne ho esperienza, ma di Gibson posso parlare perchè ne ho girate tante e possedute una mezza dozzina.
Te ne dico una.. la prima che mi viene: apro il vano elettrico della Yamaha e ci son rimasto: mascherina di plastica rivestita con foglio di alluminio, vano interno ripassato con vernice schermante grafite, saldature impeccabili point-to-point con cavi in smalto, e piastra base dei pickup argentata. Tutto pulito e ordinatissimo. E manco a dirlo il funzionamento è impeccabile e silenzioso.
Se vuoi continuo, ma il mio consiglio credo si sia capito..
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 10/01/2018 ore 14:21:23
"Io ho acquistato una Yamaha Revstar mod. RS502 un paio di mesi fa"

Passano gli anni ma ti confermi sempre un bongustaio! :-D Io ho provato in negozio la versione con cordiera e mi è davvero davvero piaciuta. Mi son piaciute un po' meno quelle con humbucker ma al limite si cambiano. Le Yamaha di fasia medio-alta viaggiano su standard qualitativi altissimi.
Rispondi
di pastrana [user #34418] - commento del 10/01/2018 ore 17:32:02
Purtroppo, per capire cosa realmente fa per noi servono esperienza e soldi spesi. Io ho aperto gli occhi con una Squier Telecaster Classic Vibe (prima serie): mi resi conto per la prima volta dopo tanti anni (e soldi spesi, appunto.. :-/ ) che per star 'comodi' e tirare fuori dei buoni - anzi ottimi suoni non servivano cifre a tre zeri. Il mio approccio allo strumento chitarra è quindi, gradualmente, cambiato radicalmente. Intanto della paletta non guardo più cosa c'è scritto ma solo se mi piace la forma e se le meccaniche son comode da usare (e dritte, possibilmente..); poi so che che non potrei mai più suonare su un manico tipo Gibson slim taper, come so che mi serve il ponte fisso ecc.. ecc.. E in ultimo (questo l'ho scoperto abbastanza di recente) mi piacciono gli humbucker ma se sono single coil P90 è meglio.
E insomma, venendo all'ultima arrivata, questa Revstar (la mia è quella con p90 ma senza cordiera..) aveva tutte le caratteristiche che mi servivano riunite, a poco prezzo. Anzi, al prezzo giusto direi, perchè sono Gibson e Fender che hanno dei prezzi gonfiati all'inverosimile.
Io non rinnego tutte le Gibson che ho avute. Tutto sommato mi è andata sempre ben-ino, non mi è mai capitato uno strumento che suonasse male o con difetti gravi. Ma care mi son costate, e questa 'povera' Yamahina non me le fa rimpiangere proprio per nulla, perchè ha finiture impeccabili, la posa dei tasti è perfetta, e non ha una vite fuori posto. E i miei occhi e le mie orecchie mi dicono che è anche molto bella e suona bene. La mia è fatta in Indonesia. Viva l'Indonesia.
Ciao aleck.
(mi scuso con l'autore del post per l'OT)
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 10/01/2018 ore 17:43:23
Ricordo bene le tue Gibson, Pastrana. Sull'analisi concordo in larga parte con te, ci son chitarre e chitarre, ma non serve spendere cifrone per essere contenti. Se ti capita davanti una di queste vai al link non farti sfuggire l'occasione di provarla perché sarà una nuova bella scoperta, mano sul fuoco! :-)

Mi scuso anche io per l'OT ma l'occasione per scambiare due chiacchiere con qualche vecchio accordiano non si può lasciarla sfuggire :-)
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 10/01/2018 ore 14:36:37
Prs anche se se il budget lo richiede, yamaha sicuramente e anche cort
Rispondi
di S.tommy [user #46377] - commento del 10/01/2018 ore 20:49:56
Hi hi... il budget basso era inteso nel caso di voler spendere pochi soldi per una cosiddetta "entry level" replica les paul o sg ma mi rendo conto che i vostri consigli, di cui vi ringrazio, si orientano verso chitarre di fascia comunque media, affidabili e meglio bilanciate. Ed anche io sono di questa opinione. Però a volte, tanto per togliersi lo sfizio, è facile spendere cento euro... per poi pentirsi più tardi.
Molto bella la yamaha 502, davvero, credo che la cercherò e proverò al più presto. Come anche PRS SE custom 22. Ed i prezzi sono abbordabili tutto sommato. Considerando anche che sono chitarre che mantengono abbastanza il loro valore. Svalutazione=affitto.
Sempre il giorno in cui provai la les paul, ho provato anche una prs Mark Tremonti e si, come comodità poteva andare bene. Anch'essa però sembrava un pò freddina. Lascio a voi il commento o aspetto di provare una custom.
In zona hanno anche una "Santana" usata.. vediamo.
Guild mi sembrano belle chitarre ma un pò più difficili da reperire.
Su Cort leggo sempre giudizi positivi e devo dire che mi attizzano ma ancora non ne ho provata una.
Trovo comunque molto utile il commento di pastrana che non sia importante il nome sulla paletta ma molto di più occhi e orecchhi attenti.
Al prossimo giro di negozi avrò qualche idea in più.
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 10/01/2018 ore 22:48:09
"PRS SE custom 22" Devo forse darti una delusione, ma son sicuro che kelino e Quick si riferissero a tutt'altro livello di PRS :-D Se devo essere sincero, rispetto a un PRS SE, una qualsiasi Gibson Faded o Traditional è superiore se è la sostanza che ti interessa :-) Con un po' di fortuna porti a casa anche una bella SG Standard per poco più di 900 euro. A voler spendere meno e stare su cose (fin troppo onestamente) essenziali anche le Melody Maker (vai al link o vai al link) con humbucker sono cattive. A livello di hardware elettronica e pickups le PRS SE non hanno nulla a che vedere con strumenti di livello superiore. Davvero molto soddisfacenti, invece, le PRS S2 !



Yamaha o Godin sono acquisti da valutare soprattutto se vuoi un'ottima chitarra e intendi tenerla, altrimenti meglio restare sui soliti noti. Si vendono bene sull'usato solo Gibson e Fender...

Ti propongo, in ogni caso due alternative, partendo dal fatto che provando una Gibson hai trovato "i tasti troppo ravvicinati": non è che hai bisogno di una scala lunga? In questo caso, stando sullo spartano:
- Kramer Baretta Vintage (LEGGENDARIA: vai al link )
- G&L Tribute Fallout (vai al link)
- Una bella Telecaster!
Rispondi
di AlexEP [user #35862] - commento del 11/01/2018 ore 10:40:04
Io andrei con una Epiphone SG G400 PRO. Poca spesa tanta resa (ce l'ho ;-) )
Rispondi
di adriphoenix [user #11414] - commento del 11/01/2018 ore 11:59:51
Cort M600, grande chitarra e dal budget contenuto, CORT CR 250, migliori delle Epiphone Les Paul standard, poi salendo Yamaha Revstar (502) coi P90 ben costruita e ben suonante. Se vuoi rimanere sullo stile Gibson...vai di Epiphone SG e/o Les Paul, provane più che puoi e incontrerai la tua nuova fiamma. ;D
Ho provato grande attrazione in passato per le PRS SE...provate e però non sono rimasto così impressionato...poi vuoi che abbia provato anche le sorelle maggiori USA e ciao, non c'è confronto.
Rispondi
di S.tommy [user #46377] - commento del 11/01/2018 ore 12:09:45
Capisco. Mi sa che a questo punto, per togliersi il dubbio, convenga rimanere sull'economico. Potrei anche scoprire che la scala corta non fa assolutamente per me e rimandare l'acquisto di una signora chitarra più avanti, con le idee più chiare.
Considerando che resto un suonatore della domenica.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Caparezza e dbTechnologies insieme per il tour estivo di Prisoner 709
John 5 alle prese con la Troublemaker Tele
Albert Lee: la strumentazione del perfetto country boy
GT1000: in prova l'ammiraglia Boss del 2018
Ma il basso, quando lo registriamo?
I vostri articoli
Clapton and friends live at Hyde Park
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
Perché Jeff Beck è il più grande dei grandi
Come sostituire un pickup sulla chitarra elettrica
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
I compleanni di oggi
mattheus
Repsol
laBubassa
Unforgiven_Digital_Peter
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964