HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Siamo tutti Vintage?
di [user #46810] - pubblicato il (Modificato) 

Seguo Accordo da quando è nato, vi partecipavo con un altro nick, ora son tornato così per sport. Certo che i diari dieci anni fa erano tutt'altra cosa, ora sono una sfilza di domande senza nè un per favore nè un grazie, un mordi e fuggi come modernità impone.
Nei diari si leggevano belle recensioni di strumenti fatte da utenti, video-prove e opinioni basate sull'esperienza diretta, insomma era un 'bello stare' in un gruppo di amici.
Ma è inevitabile che il mondo cambi (in peggio) e così seguiamo l'onda e ci accontentiamo.
(Ecco, a questo punto tanti abbandonano già la lettura perchè la soglia dell'attenzione ormai dura 4 righe... chi leggerà mai più un romanzo? Mah)...
Bene, anche se facilmente non ci sarà più nessuno a fare una qualche rivoluzione, provo ad esporre un'idea che mi frulla in testa da quando ho gironzolato come turista very low cost alcuni paesi poveri del centro America. Ho visto zone veramente povere e condiviso molte opinioni con la gente del posto. Ho suonato, o meglio tentato di suonare, qualche chitarra con action di 2 cm, corde arrugginite, corde mancanti, tastiere di carta vetrata, spigoli taglienti.
Immancabilmente mi usciva il termine 'vintage', vocabolo a quanto pare sconosciuto in quei posti. Mi guardavano e dicevano: - Questo strumento è vecchio, rotto, avessi i soldi ne comprerei uno nuovo, liscio, lucido e moderno. Que es 'vintage'???  
Ci ho provato in diversi posti e momenti, niente da fare, una cosa vecchia fa schifo e va cambiata con una nuova che va bene. Devo dire che qualche dubbio su tutto questo benedetto vintage che inonda i mercatini mi è venuto.
Il termine 'vintage' è nato in Francia a significare la miglior qualità e il valore dei vini invecchiati. Poi è passato ad indicare molte altre cose accomunate dal fatto di essere vecchie e pregiate, particolarmente riuscite bene in quel determinato anno, fatte magari con materiali che ora non si lavorano più. Riguardo agli strumenti che amiamo è innegabile che il legno maturi e migliori, o che certi tipi di magnete non ci siano più in produzione, ma cerchiamo di usare questa benedetta parola con parsimonia, usiamola dove veramente calza.
E non andate a dire ad un cubano che il suo Tres è vintage, vi dirà che è vecchio!
  
Commenti
di fabiojay [user #20826] - commento del 12/02/2018 ore 16:06:12
beh... credo che c'è differenza tra vintage e vecchio... Un po' come il vino... non tutti i vini vecchi sono invecchiati... un vino vecchio diventa aceto, un vino invecchiato diventa un'esperienza per il palato... Ovviamente bisogna avere le capacità per saperlo degustare... allo stesso modo le chitarre...
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 19:55:41
Hai ragione, proprio non riescono a capire questa differenza da quelle parti!
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 12/02/2018 ore 16:25:54
----Certo che i diari dieci anni fa erano tutt'altra cosa, ora sono una sfilza di domande senza nè un per favore nè un grazie, un mordi e fuggi come modernità impone.---

Guarda per ora incornicio questa, dopo magari dico qualcosa anche sull'ossessione del Vintage.
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 19:56:25
Fa parte del cambiamento...
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 12/02/2018 ore 16:34:42
Le chitarracce centroamericne (Ma anche del resto del mondo) scrause, taglienti, insuonabili, sono vecchie e fanno bene a desiderarne di nuove, lo credo bene! :-) :-) :-)
Le vecchie Fender, Gibson, Martin ecc...se ben mantenute e ben regolate sono..........
Vintage!

:-) :-) :-) :-) :-)
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 12/02/2018 ore 16:39:45
Piu che mania del vintage ci sono determinati riferimenti sonori che si rifanno all'età dell'oro del rock.
Ad es tutti i miei strumenti e ampli sono riedizioni di modelli d'epoca.
Vorrei prendermi gli originali ma non è possibile, così "mi accontento".
Qualcun altro magari si trova bene con ibanez da corsa e ampli multicanale, o addirittura diavolerie digitali.
Ci sta.
A ciascuno il suo.
C'è posto per tutti :-) :-)
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 19:58:24
Concordo che certi suoni o strumenti abbiano fatto la storia del rock è un dato di fatto
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 12/02/2018 ore 17:27:17
Compro solo strumenti nuovi o quasi. Poi si invecchiano in casa mia.
C'è chi si convince che tra due chitarre che suonano diverse, quella che ha 50 anni sia il riferimento, e se l'altra ha un suono diverso sia necessariamente peggiore, ma questa è un'altra storia; il discorso che fai tu è correttissimo, il termine è abusato.
PS: il legno morto non matura, al massimo si asciuga, e potrebbe in effetti migliorare sempre se non si "imbarca", ma allora non vale più il discorso "non li fanno più così", perché non sappiamo come suonava quello strumento quando era nuovo ed "immaturo".
C'è chi dice "i suoni del periodo d'oro del rock", ma quelli chissà come sono arrivati a noi, perfino il fatto di registrare su bobine magnetiche potrebbe avere avuto più influenza degli strumenti utilizzati.
Rispondi
di prada [user #19807] - commento del 12/02/2018 ore 18:17:01
Caro amico, ti quoto al100%
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 20:00:0
Vero anche questo, la registrazione era molto diversa
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 12/02/2018 ore 18:01:2
Riguardo lo "scadimento" di Accordo hai ragione da vendere,i tempi sono questi e vanno presi così c'è poco da fare.Sul discorso del vintage si può dire tutto ed il contrario di tutto,ma le chitarre non sono come il vino purtroppo (non migliorano invecchiando,anzi..) il feticismo gioca una buona parte in tutto questo "andare indietro" alla ricerca del Santo Graal (che non c'è).
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 20:03:57
Sia chiaro che non voglio criticare Accordo, anzi, ce ne fossero di siti come questo. E' solo un chiaro segno di come cambia la comunicazione col web, c'è poco da fare questa è la realtà, mi sento un vekkio babbione e ho scritto queste righe quasi in maniera ironica verso me stesso, penso di non essere più al passo o adatto a questi tempi, anche se ho solo 50 anni, non 300!!!
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 13/02/2018 ore 10:55:57
Non è solo la questione della comunicazione del web,il fatto è che la comunicazione "vera" non esiste più,la gente nasce vive e muore su whatsapp & Co. :-)
Rispondi
di pastrana [user #34418] - commento del 12/02/2018 ore 18:09:57
Concordo, e tristemente dico anche che in certe realtà oltreoceano c'è nello specifico un approccio allo strumento molto più aperto. Io frequento il forum Mylespaul almeno quanto Accordo e, per dire, osservo un punto di vista positivamente critico sulle produzioni orientali di qualità. Non c'è questa mania-smania del made in usa come c'è qui, anzi. Le produzioni orientali di qualità (che fanno risparmiare bei soldini) sono ricercate, recensite e discusse senza pregudizi, e universalmente accettate come 'nuova' realtà e alternativa. Qui al contrario è tutto un pfffffff-china-korea-taiwan-indonesia... di persone che per la maggiorparte parla senza sapere di che parla. E son le stesse persone che poi ritrovi a chiedere consiglio su come intonare lo strumento perchè non sanno nemmeno regolare le ottave. E questo la dice lunga sul peso specifico del giudizio che possono dare in merito di chitarre, americane o cinesi che siano.....


Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 20:07:52
Ciao Pastrana ho letto tanti tuoi scritti in passato, grazie
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 13/02/2018 ore 10:52:58
10 e lode! Non serve aggiungere altro!!!
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 12/02/2018 ore 18:55:3
92 minuti di applausi!! Soprattutto per il discorso vintage.
Per il fatto che ci sia gente che usa accordo come un enorme database di FAQ è vero, non è però diverso su altri forum (una volta era così sulle riviste). Forse chi si è stancato dovrebbe darsi un po' più da fare a scrivere cose interessanti, io per primo. Che poi magari non interessano a nessuno ma almeno non sono le solite domande...
Per il vintage credo che si sia un po' perso il controllo della cosa. Non è che una cosa diventa vintage dopo tot anni, è più sensato dire che una LP del 2005/6 (annate a quanto pare particolarmente riuscite rispetto a quelle degli anni prima e dopo, non ho esperienza diretta) è vintage piuttosto che dirlo di una strato del 79. Le strato fatte prima e dopo sono meglio, poi se a qualcuno piacciono benissimo ma non si possono definire vintage. Però la tendenza è quella e quindi si paga caro il vecchiume.
Ultima considerazione: ho viaggiato anch'io in centro - sud america ed in indocina. La voglia di suonare fa passare sopra ai difetti dello strumento, qui spesso ci si fanno un sacco di pippe sullo strumento e si suona poco. Segno dei tempi anche questo.
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 20:13:20
Infatti sentire parlare di vintage per una Squier o cose del genere a me vien da sorridere, ok non sono nessuno rido e cambio pagina, il web è immenso, magari do una occhiata a qualche Les Paul Black Beauty del 69 e allora penso a Peter Frampton e allora la faccenda cambia!!
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 12/02/2018 ore 20:09:48
Dato che sono daccordo con tutti, aggiungo: ho 2 tavoli in palissandro - il legno è di certo "vintage" e credo non soggetto a regolazioni CITES. C'è posto per 4 corpi e/o molte tastiere. Da qualche parte in famiglia potete trovare legni usabili da mobili non più in uso. Insomma, c'è da fare un complotto, identificare legno usabile e farne chitarre. Ovviamente non saranno vintage ma un tocco ci sarà...
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 12/02/2018 ore 20:17:04
Io sceglierei le tastiere, ne vengono molte di più! Un saluto dato che ti seguo nei tuoi commenti e sono Veneto come te.. Bei tempi a Venezia vero?
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 12/02/2018 ore 20:28:54
Essere una band a Venezia è difficile - trasportare per i canali, acqua alta e anche pantegane in antro prove, pochi posti per suonare in una città così conosciuta... È da film!
Rispondi
di Lpcustom [user #47755] - commento del 12/02/2018 ore 20:43:49
Ciao e complimenti per il pensiero che hai trascritto. Io, (come te) ne ho 51 di anni e sono almeno 35 che provo a suonare la chitarra (mai per monetizzare, nn mi appartiene questo concetto) semplicemente per diletto mio e di chi magari ascoltandomi apprezza. Concordo sulla tua opinione circa il "vintage" a tutti i costi, cosa tipicamente occidentale... Per mia fortuna (o sfortuna, chissa') ho girato negli anni il mondo, portando le mie "conoscenze dello strumento" a brasiliani piuttosto che giamaicani, passando tra i vecchi (e intendo anagraficamente) cubani e mariachi messicani finendo poi tra gli asiatici thailandesi e tzigani ungheresi e mi fermo senno' divento noioso. Tutto questo per dire che mai, nelle mie esperienze di "scarso" musicista giramondo abbia mai trovato tra i sopraelencati, gente che facesse caso allo strumento posseduto al momento; vintage, scassato, inqualificabile, sconosciuto piuttosto che blasonato... No. Il gusto era suonare, stare insieme, godere delle altrui esperienze non vurandosi di che aggeggio avevi in mano. Ecco, la musica per me, aldila' dei paradisiaci eterni legni di cui tanta gente si pregia ed onora di avere, e' questa. Riguardo a cio' che poi la gente in generale pubblica (che tu trovi piu' scadente rispetto a qualche anno fa) io dico la mia: non serve scrivere sui forum quanto siamo bravi o quante centinaia di euro abbiamo investito in strumentazione, quel che affermi e' corretto ma trovo altrettanto corretto che chiunque possa formulare anche la piu' banale delle domande, fosse solo per "tirar su" un confronto piuttosto che una provocazione, per poter attingere a piu' informazioni possibili circa questo meraviglioso mondo. Per concludere ben vengano (a mio parere) commenti ed esposizioni tecniche e dimostrative ma anche ricerche (apparentemente banali) di persone che si affacciano con molta modestia al mondo delle chitarre. Buona musica a tutti. ;-)
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 14/02/2018 ore 13:55:58
Bel commento - il gusto era suonare, stare insieme, godere delle altrui esperienze - condivido :-)
Rispondi
di Lpcustom [user #47755] - commento del 14/02/2018 ore 14:19:33
;-)
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 13/02/2018 ore 09:10:56
Ciao!
In poche parole ......la seicento che teneva in garage mio nonno che ha 50 anni senza mai usare e' vintage, mentre la y10 di mia cugina che ha fuori la gommapiuma dai sedili e' vecchia!!
Rispondi
di tigerwalk [user #26344] - commento del 13/02/2018 ore 09:36:33
:-)
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 13/02/2018 ore 17:24:44
è che la Y10 è brutta!
Le chitarre invece sono fatte come una volta anche se con mezzi all'avanguardia.
Al più potremmo fare il confronto tra un'auto d'epoca e una nuovissima Morgan o una Catheram.
L'auto degli anni '30 ha più fascino perché dietro ha una storia, ma la morgan è ugualmente bella e funziona meglio.
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 14/02/2018 ore 08:14:21
Devo contraddirti, tutti termini nascono con un significato e poi quasi tutti nel tempo assumono significato diverso.
Al termine vintage,oggi,e'associato tutto cio' che richiama un'altra epoca ed e' in buone condizioni,non a caso ho associato lo stesso termine, rispondendo a te mi pare, riguardo i transistor Mullard oc44(anche sul sito attribuiscono questo termine)e non per caso...a questo punto viene fuori questa centrifuga (tipo quelle dopo la palestra),fatta di vintage ,articoli puerili e maleducazione.Io avevo risposto in buona fede e mi auguro (e rispondo a te prendendola larga dall'autore che non si e' degnato a intervenire sul mio post) che non abbia associato a me puerilita' e maleducazione, perche' per me quell'esperimento e' stato illuminante tanto da volerlo condividere e comunque adeguato al mio livello di conoscenza.Sulla mia educazione,concludo,non ho alcun dubbio e spero tanto di aver preso un'abbaglio e auguro che a a tanta sapienza e presunta educazione corrisponda altrettanta nobilta' d'animo nel voler chiarire questa faccenda.
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 14/02/2018 ore 09:00:06
Ciao, scusami ma non ti seguo.
La mia risposta sembrava offensiva o inappropriata?
Ho solo ripreso il paragone con le auto...
Perdonami ancora ma non capisco proprio cosa vuoi dire, mi viene addirittura il dubbio che tu volessi in realtà rispondere a un altro post.
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 14/02/2018 ore 09:08:41
Scusa ...forse e' scritto male.Non era riferito a te, ma rispondendo a te mi son fatto una pippa mentale del tutto spontanea ,riguardo il thread.Spero si confermi tale!!
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 14/02/2018 ore 18:05:03
Potrebbe essere il contrario. La Y10 prima serie ha molte particolarità: credo sia l'ultima autobianchi prodotta ed aveva il portellone squadrato con colore diverso dalla carrozzeria (era forse in vetroresina?), la seicento invece non ha nulla di particolare, se pensi af una Fiat dell"epoca pensi alla cinquecento. Il vintage dovrebbe essere considerato soprattutto in base parametri di questo tipo, non solo in base all'età. Magari tra 30 anni la Y10 con la gommapiuma fuori dai sedili costerà una fortuna!
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 14/02/2018 ore 11:48:54
All'autore del post:
Ti prego non leggere gli ultimi tre commenti.
Chiedo venia....la Juve ieri mi ha fatto uscire dai gangheri!! ;)))
Rispondi
di Bradipoblues [user #46810] - commento del 14/02/2018 ore 13:52:5
Ciao Oblio non mi collego tutti i giorni al sito, uso il pc e non ho internet nel cell, ho letto solo adesso. Tranquillo ognuno per me può dire quel che pensa, non mi riferiferivo assolutamente al tuo post sui condensatori (credo) che ho letto adesso. Se riguardo al vintage poi la pensiamo diversamente c'è spazio per tutte le opinioni. Non seguo neanche il calcio a dire il vero. Un saluto e buone schitarrate.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Chi ha inventato davvero il tapping
HX Stomp: alta tecnologia Line 6 in formato pedale
Come suona la chitarra in una camera anecoica
A scuola di fusion: vedere Greg Howe in concerto
Dophix vi condanna al Purgatorio, per Lussuria
I vostri articoli
Altamira N200CE: una bella sorpresa
Com'è fatto e come stravolgere un Metal Zone
Una stratoide di nome Silver Sky
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
I compleanni di oggi
Fenderson
Stormwolf
alexboi71
Dany993
brucefan
Amedeo9287
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964