HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Chitarra, tendinite, durezza manico, action, tasti, scalatura corde?
di [user #48181] - pubblicato il (Modificato) 

Ciao a tutti, vi leggo con interesse da molti anni ma questo è il mio primo articolo su Accordo.it.

Tendinite. Accettato che stando alla prognosi dovrò conviverci probabilmente anche anni ho cominciato a considerare l'idea di prendermi una chitarra MORBIDA per poter riprendere a suonare nel frattempo

Qualcuno ha avuto esperienze in merito? Qualcuno ha mai provato una chitarra DAVVERO schifosamente morbida? Ho abbandonato a malincuore l'acustica e fra le elettriche fatico persino a suonare comuni fender, gibson e similari. Ho rispolverato una vecchia ibanez scassata, montato una muta di scalatura abbastanza fine (sigh) e finalmente riesco di nuovo a suonare un poco.

​La pressione mantenuta sulla tastiera deve essere ridotta al minimo e la vibrazione stessa della corda, che in genere ci fa godere ad ogni plettrata ora mi causa dolore a tutto il braccio

Quindi... voi che fareste? Chitarra nuova o avete idee migliori? Che modelli o specifiche tecniche scegliereste per avere il massimo della morbidezza umanamente possibile, action bassissima, senza sacrificare troppo suono e feeling? La priorità assoluta resta, purtroppo, la massima suonabilità
Commenti
di E! [user #6395] - commento del 05/03/2018 ore 15:41:44
Io ne ho sofferto per più di tre mesi, a causa di palestra e corde 0.12.
Durante un concerto con numerosi bis, complice anche una chitarra dal manico importante, non riuscivo a tenere in mano una bottiglia d'acqua.

Ti suggerisco di mollare completamente la chitarra per un po', per ora non credo che ai tuoi tendini faccia bene suonare.

In ogni caso, la diagnosi "tendinite" è un po' vaga. Qual è il problema? Hai il tunnel carpale infiammato, completamente ostruito, qualcuno dei nervi ha subito un danno? Ti fa male il pollice, l'indice, tutto l'avambraccio..?
Rispondi
di Gasto [user #47138] - commento del 05/03/2018 ore 16:22:57
Concordo con E! riposo assoluto altrimenti non ne verrai più fuori.

Il set up che forse riduce al minimo la pressione sulla tastiera è un manico scalloped con delle 09 42...o delle 08 addirittura ma signofica reinventare completamente il modo di suonare e per gli accordi non è certo il massimo della vita!
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 05/03/2018 ore 17:03:59
Premesso che un periodo di riposo non può che far bene una alternativa per rendere più morbida la chitarra è accordare 1 tono sotto. Non so però se è un opzione praticabile...
Rispondi
di Repentless [user #45400] - commento del 05/03/2018 ore 21:06:4
Allora, se hai una tenosinovite con versamenti e quant'altro lascia assolutamente perdere lo strumento per far passare l'infiammazione acuta: stai a riposo, applica del ghiaccio e fatti magari prescrivere del laser antalgico o qualche altro trattamento fisioterapeutico che aiuti a ridurre l'infiammazione. Considera che le infiammazioni alle articolazioni durano anche mesi se non le curi a dovere, quindi occhio.
Quando stai meglio passa subito alle 8-38.
E' quello che ho fatto io, che soffro di tendinite cronica da anni. Auguri.
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 06/03/2018 ore 08:52:37
a me venne parecchi anni fa, dovevo essere appena maggiorenne e dopo una giornata troppo estrema di studio (un fraseggio veloce ripetuto davvero troppe volte senza sosta alcuna) inizio a farmi male il polso sinistro, la sensazione era quella di avere i tendini sfilacciati, come una vecchia corda da barca che sta per rompersi!

smisi, comprai vari anti infiammatori e me la tenni per 2 mesi, poi siccome non riuscivo più a stare senza strumento (avevo una classica su cui avevo invertito le corde per far pratica da mancino, meglio di niente...) ripresi un po' in mano lo strumento per pochi minuti e vanificai tutta l'attesa: dovetti fermarmi per un ulteriore mese abbondante ma fortunatamente non si è più ripresentato il problema.

mi è solo rimasta per molti anni un'iper sensibilità alla pelle nella zona del polso: se qualcosa mi sfiorava leggermente il polso (tipo un ciuffo di capelli, una piuma, insomma qualcosa che dovrebbe suscitare solletico) quello che percepivo era un leggero dolore. niente di fastidioso, anzi la cosa mi ha sempe incuriosito, ma mi faceva capire che la situazione non si era mai del tutto sistemata.

quindi riassumendo: fermati, guarirai prima e meglio, ed in futuro al primo accenno di fastidio fermati, fai un pò di stretching e cambia esercizio, e magari prima di iniziare fai sempre un po' di riscaldamento, che comunque male non fa.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Il riscaldamento per il musicista
Michele Quaini e i suoni del Facchinetti Fogli Tour
Albert Lee: "Chi è un virtuoso?"
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
I vostri articoli
Modificare un pedale senza avere conoscenze di elettronica
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
Come creare true bypass, looper e footswitch
Analizzare e riparare un cavo difettoso
Sovtek Mig 50: britanniche dalla Russia
di Oleg
I compleanni di oggi
Liquidsilver
fabio
Redrevere
stevieray90
lordgeniussound
glele
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964