CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Doug Aldrich: come ottenere un gran suono di chitarra
Doug Aldrich: come ottenere un gran suono di chitarra
di [user #116] - pubblicato il

Doug Aldrich è una leggenda vivente delle chitarra rock. E ha un suono di chitarra micidiale: grosso come una montagna, fluido e incandescente come la lava. Era il musicista perfetto a cui chiedere qualche consiglio per aiutare i chitarristi più giovani e meno esperti (e forse non solo quelli) a lavorare alla costruzione del proprio suono. Ecco i suoi suggerimenti.
Un grande suono di chitarra è il risultato di una catena solida ed efficace che congiunge le mani del musicista con il suo amplificatore, passando per la chitarra.
Per esigenze stilistiche, di repertorio  o gusti personali la catena di ogni chitarrista, nel tempo, si  fa sempre più estesa e complessa, arricchendosi di tanti altri anelli: gli effetti a pedale o a rack di ambiente, modulazione,  distorsione, dinamica o equalizzazione, sistemi di amplificazione più articolati ed estesi (testata e cassa, pre e finale), sistemi digitali.
Esiste però una fase specifica nella formazione di un chitarrista che coincide con gli anni dell'apprendimento e della pratica - o con un dato periodo della sua storia in cui si concentrerà sul  suono - in cui la catena deve limitarsi esclusivamente ai suoi anelli basilari: mani, chitarra e amplificatore.
Prima di ogni altro sostegno o arricchimento esterno, il musicista dovrà costruire le fondamenta del suo suono, forgiandolo attraverso la cura del tocco, assecondanone le esigenze con il suo playing. Un processo in cui, oltre alla pratica, alla disciplina e a tantissimi ascolti, non servirà nient'altro che la chitarra e un suono basico, dato da un amplificatore essenziale. Anzi, in questa fase, l'aggiunta di altri elementi non sarà che di distrazione e impiccio all'impegno primario: costruire un proprio suono.
Ecco cosa ci ha detto Doug Aldrich a riguardo:

Doug Aldrich: come ottenere un gran suono di chitarra

" Quando stai lavorando sul tuo suono troppi pedali, troppi rack, troppa strumentazione rischiano di farti perdere la giusta direzione.
Bisogna partire da un buon amplificatore. Anzi, nel caso dei chitarristi più giovani, all’inizio andrà benissimo anche mini amplificatore.
E ci devi attaccare la chitarra direttamente, senza tanti fronzoli. E’ la maniera più pulita ed efficace per trovare il tuo suono. Bisogna partire in maniera semplice: “Less is more”. Suonare con la chitarra che entra dritta nell’amplificatore è la maniera giusta per trovare il suono più importante: il tuo. Che è quello che esce direttamente dalle tue mani. Solo dopo aver lavorato in questa maniera, piano, piano, si può iniziare a aggiungere qualcosa. 
Per esempio un pedale del delay o un wha wha. Ecco, il wha wha per esempio è un pedale importante, io non potrei farne a meno, lo uso sempre.
Ed è un pedale che comunque ti aiuta a lavorare sull’espressività, sul continuo cesellare delle sfumature di tocco, controllo del suono.
Un altro consiglio importsnte è imparare a utilizzare bene il controllo del volume. Questo è uno straordinario strumento per controllare direttamente il proprio suono. Quando voglio che la chitarra urli, che il suono sia totalmente libero lo tengo, ovviamente, completamente aperto. Ma se ho bisogno di avere semplicemente meno volume, di un suono più pulito, lo abbasso un po’. Dunque, solo usando il controllo del volume riesco a passare da una parte di chitarra ritmica (tenendolo aperto circa a sei) a un suono lead aprendolo completamente. Il tutto, bada bene, senza ricorrere a pedali aggiuntivi o cambiando canale dell’amplificatore.
In conclusione, ascoltatemi: per lavorare sulla costruzione di un grande suono di chitarra bisogna partire in maniera essenziale: chitarra sparata dritta nell' l’amplificatore. Solo una volta trovato il suono giusto, direttamente dalle mani, con calma e criterio si possono iniziare ad aggiungere altri pedali, altra strumentazione."




Altre lezioni con Doug Aldrich:

Doug Aldrich: pentatonica, corde a vuoto e pennata alternata
Una preziosa lezione dedicata all'affinamento della tecnica: sotto la lente del microscopio la pennata alternata e alcuni esercizi che mettono in gioco la scala pentatonica e le corde a vuoto. Materiale perfetto per ottimizzare aspetti importanti come timing, tecnica del muting e coordinazione. (Clicca per la lezione)

Doug Aldrich: come arricchire la scala pentatonica
Cinque irresistibili fraseggi per vivacizzare il fraseggio pentatonico sugli accordi di Dominante. L’idea è quella di arricchire la scala pentatonica con le altre note del modo a cui si sta facendo riferimento, il Misolidio. Da qui, si integreranno anche le note blues e si creeranno delle avvincenti sovrapposizioni di pentatatonica maggiore e minore. (Clicca per la lezione)

Doug Aldrich: come ottenere un gran suono di chitarra
doug aldrich lezioni
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
La pagina di Doug Aldrich
Doug Aldrich sul sito di Baroni Lab
Il sito di Gurus Amp
In vendita su Shop
 
MUTA PER BASSO D'ADDARIO EXL 170 45/100
di SL MUSIC
 € 21,00 
 
Sterling by Music Man Cutlass HSS Stealth Black
di Le Note delle Stelle
 € 409,00 
Visualizza il prodotto
Microfono Lewitt Mtp 340 Cms
di Music Delivery
 € 158,00 
 
Blackstar Id Core 10 v2
di Banana Music Store
 € 108,00 
 
FENDER Limited Edition American Original 50s Telecaster White Blonde.
di SLIDE
 € 1.890,00 
 
Malekko Analog Phase Shift (spedizione inclusa)
di Gas Music Store
 € 99,00 
 
FENDER - Mustang GTX50
di Music Works
 € 379,00 
 
Traktor Kontrol S2 MK3 CONTROLLO USB PER DJ CON 2 DECK
di Musicanova
 € 299,00 
Mostra commenti     23
Altro da leggere
Doug Aldrich: pentatonica, corde a vuoto e pennata alternata
Doug Aldrich: come arricchire la scala pentatonica
Il suono di chitarra dei miei sogni. Parola di Johnston
Il suono digitale è la stampa sbiadita dell'originale in analogico
Padroni del proprio suono
Chicco Gussoni: suono ed esperienza
Michael Lee Firkins: suono, tecnica e talento.
Le chitarre de "Il muro del suono"
Phil Sayce: celebrare la bellezza del suono della chitarra
Matt Schofield: un'idea per il misolidio
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
PEAVEY VALVEKING 112 AMPLIFICATORE VALVOLARE 50 W RIVALVOLATO TRATTABILE FOOTSWITCH
Visualizza l'annuncio
Visualizza l'annuncio
Zoom Q3 HD
Seguici anche su:
Altro da leggere
Sfasciano la chitarra al busker: Jack White gli compra una Custom Shop...
Stompbox AmazonBasics: un grande punto interrogativo
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964