HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Come le batterie dei dischi
Come le batterie dei dischi
di [user #116] - pubblicato il

La ricerca di uno strumento capace di suonare già bene al naturale, senza l'ausilio di particolari accorgimenti e un microfonaggio dedicato - con conseguente equalizzazione - è il più grande traguardo a cui si può ambire quando si acquista una batteria. Per questo ci hanno incuriosito le Canopus, linea di batterie giapponesi con una filosofia assolutamente ambiziosa.
L'idea alla base dei progetti di casa Canopus infatti, è davvero singolare e coraggiosa: rendere disponibile un set acustico di batteria che offra un suono naturalmente già equalizzato. Un suono tagliato sulle frequenze corrette, già finito nella sua pronuncia, come quelli che si ascoltano nelle migliori registrazioni di tutti i tempi, in tutti gli stili musicali.
"Questa batteria ambisce a regalare il "suono ideale", quello che ogni batterista si porta nel cuore e non smette mai di cercare, su qualunque strumento dietro il quale gli capiti di sedersi."
Canopus è un azienda giapponese composta da musicisti che si è sviliuppata e si presenta con un focus ben preciso: dedicarsi alla costruzione di strumenti riservando a ogni minimo dettaglio della progettazione e realizzazione una cura maniacale. Questo per essere capaci di scoprire nuove vie e soluzioni  nella creazione della batteria, costruendo strumenti capaci di aiutare il musicista a esprimersi al meglio delle sue possibilità.
Con queste premesse Canopus arriva in Italia distribuita da Gold Music e sarà disponibile in tutti i negozi a partire da questa primavera inoltrata.

Link utili
Gold Music, il distributore italiano di Canopus
Il sito delle batteria Canopus
Altro da leggere
Pubblicità
Fare i dischi. E poi studiare....
Aaron Spears: rullo alternato fra cassa e mani....
Doppia cassa: non solo ritmica ...
Linear Fill: il metodo di batteria ...
Pubblicità
Adam Deitch: batterista e produttore...
Mario Guarini: "Now It's My Turn"...
Addio a Pat Torpey: innovazione, leggerezza e intelligenza...
Massimo Moriconi: la tecnica serve per fare musica...
Adam Deitch: tecnica, mani allo specchio...
Paolo Caridi: nuovi progetti e nuovi endorsment...
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso
Ellade Bandini: lo swing di Euro
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Ellade Bandini - Le origini e la formazione
Top Set
Il setup di Damien Schmitt
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
9 giorni a Natale: il drumkit mostruoso che vorrei
L'epidemia dei setup clone
Il Setup di Aaron Spears
Il setup di Tony Royster Jr.
Il Setup di Charlie Benante
Interviste
Federico Malaman: strumenti Signature e consapevolezza del suono
Curiosità, ascolto e studio: così si cresce nella musica
Sincero e scatenato
Dei Lazzaretti: chi non va a tempo, suona da solo
Fare la cosa giusta
Federico Paulovich: tra clinic, tour e lezioni on line
Lezioni di Ableton
Paolo Caridi: nuovi progetti e nuovi endorsment
Quale legno scegliere per i fusti della batteria?
Intervista a Damien Schmitt
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964