HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Squier Stratocster Classic Vibe
di [user #15838] - pubblicato il (Modificato) 

Avevo bisogno di una simil-Strato muletto per montarci il pickup esafonico di Fishman, che attualmente ho installato sulla mia Heritage H535 ma che sinceramente non riesco a vedere deturpata dallo scatolotto in oggetto . Così passo dal mio negozio di fiducia (notissimo a Roma) gli mollo un pedale e mi accatto una Squier Classic Vibe ’60 . Perché la Squier ? Perché da ragazzo non potendo permettermi la sorella maggiore blasonata, questo brand, allora costruito in Giappone (parliamo dei favolosi anni’80) era sempre nei miei pensieri . Poi riuscii a trovare una Strato del 'Squier Stratocster Classic Vibe73 che acquistata nella prima metà degli ’80 era semplicemente una chitarra con poco più di dieci anni, e quindi la voglia di Squier cessò. Comunque, tornando ai giorni nostri : ma che piacevole,piacevolissima sorpresa questa copia made in China ! La finitura è un bellissimo rosso metallizzato, con battipenna tristrato di un caldo color vintage, così come i potenziometri e le cover dei pick-up . Tastiera in palissandro e manico penso in acero con corpo in ontano completano la struttura . E come suona ! Non ha nulla, ma proprio nulla da invidiare alla Strato vera, anzi la conformazione del manico mi è molto più congeniale . I pick-up sferragliano un po’ troppo e il selettore si sente che è economico, così come il ponte . Ma in linea generale è una chitarra che dal basso dei suoi 470 euro veramente fa ben poco rimpiangere strumenti solid-body molto più costosi . Immagino a sostituire l’elettronica, trovare dei pick-up superiori (ma i suoi garantito che si fanno apprezzare) che salto farebbe ! Rimango veramente colpito anche dalle finiture per niente grossolane del manico, dei frets, del corpo verniciato veramente bene . Insomma una sorpresa positiva, altro che cineserie ! Sapete che mi ha fatto guardare con grande sospetto la ’73, con la quale ho un rapporto di affetto ma non mi sento completamente ricambiato ? Va bene che non erano annate di vacche grasse, non certo quei dorati sixties che hanno prodotto strumenti da sogno, però questa chitarra è invecchiata con me . Certo mi vengono dei pensieri, tipo rivenderla e finanziarmi una Masterbuilt… Voi che ne pensate ? Comunque lunga vita alla serie Classic Vibe !

 
Dello stesso autore
Software per basso...
Una pedaliera per il mio Fender...
Problemi con Fishman Triple Play...
Choralflange...
Una chitarra dimenticata...
Kemper e uscita SPDIF...
Commenti
di zabu [user #2321] - commento del 12/03/2018 ore 00:06:49
Bello il colore della tua nuova Strato! Riguardo la '73 tienila. Se poi la vendi finiresti per rimpiangerla. Io ho venduto un paio di strumenti di quando ero ragazzino e me ne sono pentito poi negli anni.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 00:12:20
Ciao Zabu,
guarda quel rosso è proprio fantastico ! Per la '73 sì hai ragione, me ne pentirei a rivenderla . Però sai cosa, è una finitura natural, come andavano quegli anni e la trovo un pò spenta, anonima . Mi piacerebbe farla verniciare da qualche laboratorio in gamba, tipo quei due ragazzi che ogni tanto leggo qui su Accordo . Però così si deprezzerebbe .... Insomma è un dilemma, però intanto gli anni passano e sta sempre con me ! Ciao e grazie del commento
Rispondi
di Gemon [user #48209] - commento del 12/03/2018 ore 09:13:17
Le Fender degli anni settanta sono le peggiori in assoluto come qualità costruttiva. Non faccio fatica a crederti se hai trovato la Squier migliore. Tuttavia, il loro valore economico è rimasto alto e se l'obiettivo è di darla dentro per una masterbuilt, sarebbe operazione da fare subito. Certo, poi c'è la componente affettiva che è determinante sulla scelta.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 09:22:00
Ciao,
eh sì, sono d'accordo . La componente affettiva mi frena tantissimo e anche il fatto che, qualità o meno della chitarra, il suo valore vintage è destinato inevitabilmente a crescere nel tempo . Pensa che la pagai le vecchie 800.000 Lire !
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 12/03/2018 ore 14:49:35
Non sono d'accordo su un giudizio cosi' severo sulle Fender anni '70, ovvero bisogna distinguere tra quelle prodotto fino al 1974 e quelle prodotte nella seconda metà degli anni '70. Le differenze sono notevoli. Ad esempio le strato fino al '74 mantennero dei dettagli ancora apprezzabili del famoso "contour body", i pickups erano con i poli "staggered" e in pratica erano del tutto uguali a quelli in uso nella seconda metà degli anni '60. Poi certamente sono d'accordo che la produzione di fine anni '70 diviene molto più problematica: il "contour body" scompare, i pickups diventano "flat pole" (e soprattutto spesso erano microfonici) e in generale il controllo qualità smisero proprio di farlo. Io ne ho provate tante di '73-'74 e alcune veramente erano eccellenti, per cui veramente ci penserei due volte prima di darla via.
Rispondi
di Gemon [user #48209] - commento del 12/03/2018 ore 15:40:23
Se non sbaglio i pickup flush pole, il ponte in pezzo unico in lega scadente, come anche le sellette dello stesso materiale, furono introdotti già nel 1971. Anche sui legni ci furono dei cambiamenti, ma quelli pare effettivamente dopo il '74.
Rispondi
di zabu [user #2321] - commento del 12/03/2018 ore 16:36:23
Ti confermo invece che i pickups rimasero "staggered" fino a buona parte del '74. Per questo motivo le '74 sono viste da molti come l'ultima annata buona. Il design del ponte invece credo anch'io lo cambiarono forse nel '71.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 00:08:16
Faccio subito un paio di correzioni ad errori generati dalla fretta di scrivere il post : il generico "rosso metallizzato" dovrebbe essere il Candy Apple Red se non erro . In effetti pensavo che tale finitura fosse pastello, correggetemi se sbaglio . Inoltre non sono sicuro che sia una Classic Vibe 60 : forse è una '50 ?
Insomma è stato un acquisto un pò frettoloso, ma provando la chitarra in negozio mi è piaciuta così tanto che non ero preparato e l'ho presa senza documentarmi in profondità . Saluti a tutti
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 12/03/2018 ore 00:30:35
Classic Vibe 60's Candy Apple Red (rosso trasparente su fondo silver): manico in acero, tastiera in palissandro, corpo in ontano, elettronica Alpha, pickups Tonerider AlNiCo V. Hardware del più economico ma comunque ci sta e si cambia con poco all'occorrenza (il ponte secodo me è un buon investimento, qullo che ha è gracilino e mangia suono). L'hai pagata un po' cara, ma se l'hai provata e ti è piaciuta hai fatto bene. Non è detto che un'altra suona uguale.

PS. è esattamente lei: vai al link
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 09:07:46
Ciao Aleck, grazie delle tue precisazioni ! Guarda, è stato un colpo di fulmine l'ho vista e mi sono innamorato, ahahahah ! Comunque non ci spenderò sopra altri soldi, mi serviva per quell'esafonico che vedi in foto . Però adesso mi è venuta una voglia di Fender Custom Shop per la miseria.... Il fatto è che la mia Strato '73 come dico sopra non mi soddisfa fino in fondo, ma ci sono troppo affezionato .
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 12/03/2018 ore 00:42:58
PPS. NON sostituire i pickups... Dovresti andare su Lindy Fralin, Bare Knuckle, Van Zandt e compagnia per avere di meglio, i suoi sono già a livello della fascia "commerciale" di Fender, DiMarzio e Seymour Duncan. L'unica modifica da fare è il ponte, con uno con un bel blocco in acciaio o in ottone. Al limite un upgrade all'elettronica (con roba 'mmeregana). Ma neanche è indispensabile :-)
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 12/03/2018 ore 00:28:10
Di Classic Vibe non me ne è mai capitata una pessima, finiture sempre più che buone, manici belli (anche se ne capitano di instabili, come successe a Don Diego), elettronica e pickups meglio di molte messicane (Tonerider). Meccaniche appena sufficienti e ponte bocciato, ma è poca cosa. Certo, quando costavano 350 euro erano un vero affare, oggi restano comunque degli strumenti ben riusciti in una fascia in cui la concorrenza è poca e si allinea più o meno sullo stesso livello (Vintage, G&L...)

Se ti serviva una buona stratocaster per meno di 500 euro e avevi questa in un negozio vicino casa, hai fatto solo bene a prenderla. Sono chitarre che suonano molto bene e si lasciano suonare.
Rispondi
di aghiasophia [user #35493] - commento del 12/03/2018 ore 09:32:36
Delle squier che ho provato solo affinity e standard hanno un pessimo rapporto qualità-prezzo. Le vintage modified e le classic vibe sono buonissimi strumenti già "pronti via": stock intendo, senza per forza apportare particolari modifiche.
Un anno e mezzo fa ho preso una jazzmaster vintage modified. Uno sfizio. Quasi immediatamente è diventata la seconda chitarra che suono di più.
Goditela.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 11:19:20
Ciao e grazie del commento , questi "sfizi" poi magari ci fai qualche upgrade e diventano prime chitarre !
Rispondi
di sonicnoize [user #36973] - commento del 12/03/2018 ore 10:24:03
Io ne ho una da anni, tutta ricablata nuovo selettore, nuovi pot e condensatore orange drop. Ho messo su un ponte con blocco in acciaio (no Zama).
Ho cambiato solo il pick up al manico con un CS69 artigianale, perchè l'unica pecca a mio avviso di questo gioiellino è la mancanza di un body (compresa verniciatura) di alto livello, questo la rende meno "cicciotta" in termini di suono e il pick up al manico probabilmente risentiva di più di questa mancanza. Il pick up al ponte mi piaceva tantissimo e ho lasciato l'originale.

La chitarra come ti dicevo è un gioiellino divertente, sicuramente ci ho speso un pò ma ti assicuro che ne è valsa sicuramente la pena.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 10:30:07
Anche io ho riscontrato un "corpo" un pò scarico, è vero . Ma nulla che non si possa correggere con una buona equalizzazione . Proprio divertente, comunque, ciao !
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 11:02:55
Voglio dire la mia su un paio di cose. 470 euro non è poco. Non è il prezzo di una chitarra economica ma quello di uno strumento di fascia media. Una volta costavano tanto le Mexico standard. Quando questa del resto costava 350 euro. Ne ho avute tante sotto le mani e devo dire che non sono cattive chitarre. In effetti le telecaster della stessa serie sono molto peggiori, almeno secondo la mia abbastanza ampia esperienza. Tuttavia a stento direi che sono strumenti che valgono i 350 euro, figuriamoci 470. Qualcuno potrebbe pensare che si tratta di un giudizio severo ma effettivamente hanno vernici e legni pesantissimi, hardware abbastanza mediocre (curiosamente le meccaniche sono ottime ma il ponte è di stagnarella), elettronica Delle più economiche, ma quello che è peggio è che tante volte i manici sono fuori asse col corpo e col ponte.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 12/03/2018 ore 11:24:49
Sul prezzo posso darti ragione ; in effetti simil-Strato le fa anche Harley Benton a neanche 100 euro (me ne sono accorto dopo) e parecchi Accordiani le hanno trovate anche affidabili . Sui legni pesanti e verniciatura non mi sento d'accordo . In realtà la chitarra è leggera e proprio la sensazione di corpo e manico ben assemblati e rifiniti è quella che mi colpisce di più . Sull'hardware si sa, è economico senza se e senza ma . Ciao !
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 12:19:4
Può essere pure che l'abbiano migliorate almeno nei legni. Comunque non mi sentirei mai di paragonate anche la più fetente delle Squier con le Harley Benton.
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 12/03/2018 ore 13:12:52
L'elettronica a dire il vero (almeno su quelle che ho aperto) è sempre stata Alpha. Diciamo che non si tratta di CTS, ma è un livello decisamente superiore rispetto a qualsiasi altro strumento nella fascia a cavallo dei 400 euro. I pickups sono prodotti da Tonerider e sfido a trovare di meglio nella stessa fascia (e anche in quella subito superiore). Le verniciature sono generalmente più precise e più sottili delle messicane e l'assemblaggio è anche quello abbastanza preciso, sicuramente con standard più costanti che sulle messicane. Le Telecaster, poi, sono universalmente riconosciute come tra le migliori in circolazione per la fascia medio bassa...

Mi sento completamente d'accordo per quanto riguarda l'aumento dei prezzi e i ponti men che mediocri, mentre solo parzialmente sui legni: il vero problema lì è che ci buttano dentro di tutto senza nessuna selezione. Ti capita lo strumento col manico tagliato di quarto (un conoscente ne ha una con manico tagliato di quarto e fiammato... Una cosa abbastanza improbabile in questa fascia) e il body in pezzo unico con venature belle dritte come ti capita lo strumento fatto di legnacci fradici che non reggono un'anno di utilizzo... Da questo punto di vista lasciano parecchio a desiderare e bisogna starci attenti quando le si acquista. Penso che, insieme al prezzo maggiorato sia l'unico vero difetto delle Classic Vibe.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 21:15:58
Hai notizie certe sul fatto che i pickup siano proprio TONERIDER?
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 12/03/2018 ore 21:17:58
Si, contattai personalmente il ragazzo della Tonerider anni fa. Mi disse che non era autorizzato a rilasciare informazioni, ma che mi sarebbe bastato confrontare i pickups per capire da me :-) E dopo un po' ebbi l'occasione.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 21:19:52
Vabbè comunque TONERIDER o no sono buoni pickup. Il cablaggio non è niente di che, selettore compreso. Gli Alpha fino a che funzionano funzionano. Il jack sarebbe da sostituire prima ancora di provarla.
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 12/03/2018 ore 20:47:32
Mi sa che di Classic Vibe non ne hai mai viste da vicino,men che meno possedute e suonate.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 20:49:16
Non avevo dubbi. Non è che i tuoi standard sono piuttosto bassi?
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 12/03/2018 ore 20:57:45
I miei standard sono adeguati agli strumenti che devo giudicare,quindi se si tratta di Squier CV le paragono al loro settore merceologico e di prezzo,se fai una comparazione con il 90% delle MIM sono molto meglio le CV e costano spesso meno della metà delle corrispettive Messicane,però l'adesivo Fender sulla paletta va pagato per cui.Per quanto mi riguarda non ho mai avuto nessuna Fender che non fosse USA quindi come vedi i miei standard sono "a posto".
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 21:12:41
Sono d'accordo con te che le MEX di fascia bassa non siano mai state un granchè (anche se a volte capita l'esemplare che suona veramente bene). Ma per me alcuni modelli di MEX sono ben migliori della maggior parte delle americane. Le classic vibe, quando costavano "poco", si potevano accettare. Con tutti i difetti che hanno (avevano) però 500 euro non ci stanno nemmeno lontanamente. Poi magari le hanno rivedute e corrette, che ne sai. Le RW erano chitarre eccezionali in principio e secondo me sono state migliorate nel tempo. Magari hanno fatto la stessa cosa con le CV. Io ho tenuto tra le mani diversi bassi e chitarre CV e devo dire che gli strumenti a ponte mobile sono realizzati meglio di quelli a ponte fisso. Ma non ho mai trovato uno strumento che avesse il ponte fisso in asse col manico tra le CV. Se tu ti senti di pagare 500 euro per uno strumento sul quale non sono stati nemmeno attenti a posizionare il ponte, per carità, liberissimo. Io per 500 euro (AKA NU MILIONE) almeno il ponte lo voglio dritto e di qualità, non voglio dire eccelsa, ma almeno decente.
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 12/03/2018 ore 21:19:38
"Ma per me alcuni modelli di MEX sono ben migliori della maggior parte delle americane"
Beh inutile andare avanti nella discussione :-) Sono i tuoi standard da rivedere direi.
Un amico mio ha due Tele CV quindi ponti fissi,i manici sono perfettamente allineati con il ponte,ora mi chiedo se a volte pur di buttarle la le cose si sparano cazzate così come fossero confetti.
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880] - commento del 12/03/2018 ore 21:22:04
Io a volte mi chiedo se tu rispondi così perchè sei maleducato o solamente per puro divertimento. Comunque, Piero, anche su questo: hai ragione tu. Altrimenti non se ne esce più. Scusami tanto se mi sono permesso di avere un'esperienza ed un punto di vista. Ci inchiniamo ancora alla tua saggezza, alla tua inopinabile parola ed alle due meravigliose Telecaster CV del tuo amico. Cosa vuoi che ti dica?
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 12/03/2018 ore 21:24:2
No il problema è un altro,basta che tu ti rilegga quello che scrivi ad ogni tuo intervento,spari sentenze su tutto,non sono io il problema :-) Non ti devi inchinare a nulla e a nessuno,c'era un altro come te tempo fa si chiamava Silver Strumenti musicali...purtroppo se ne è andato.
Rispondi
di Alterbeast [user #48231] - commento del 12/03/2018 ore 16:02:59
ragazzi anche io ho preso il fishman, ma sulle mie guitar non ci fa causa floyd quindi mi trovo costretto a prendere una strato da non usare per il suo suono ma solo per pilotare il fishman, vorrei spendere il meno possibile e mi chiedevo meglio una strato harley benton sulle 100 euro o una fender squire bullet sempre sullo stesso prezzo?
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 12/03/2018 ore 20:45:59
Meglio una chitarra rosa della Chicco,se vuoi ti regalo quella di mia nipote è proprio una Strato,tanto per suonare le tue "poltiglie" andrà benissimo. ;-)
Rispondi
di Alterbeast [user #48231] - commento del 13/03/2018 ore 12:51:49
io dico solo che sei un raccomandato epr non essere stato cancellato da questo sito tu e i tuoi 4 amichetti che vi permettete il lusso di offendere le persone dietro un monitor senza pagare le conseguenze, quanto a me non ti risponderò piu
Rispondi
di Pietro utente non più registrato - commento del 13/03/2018 ore 16:23:50
Ahahah un raccomandato addirittura? :-) Prima eravamo mafiosi e delinquenti (parole tue) ed ora siamo retrocessi a raccomandati? Che tristezza...
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Il riscaldamento per il musicista
Michele Quaini e i suoni del Facchinetti Fogli Tour
Albert Lee: "Chi è un virtuoso?"
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
I vostri articoli
Modificare un pedale senza avere conoscenze di elettronica
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
Come creare true bypass, looper e footswitch
Analizzare e riparare un cavo difettoso
Sovtek Mig 50: britanniche dalla Russia
di Oleg
I compleanni di oggi
Liquidsilver
fabio
Redrevere
stevieray90
lordgeniussound
glele
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964