CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
La Jimbo del '51 di SRV va all'asta
La Jimbo del '51 di SRV va all'asta
di [user #116] - pubblicato il

Jimbo, la Fender Telecaster "Nocaster" del 1951 che ha accompagnato Stevie Ray Vaughan agli esordi andrà ora all'asta. L'ultima volta rimase invenduta.
Se vedere all'asta una Telecaster del 1951 non fosse abbastanza a smuovere cifre importanti, la Jimbo mette sul piatto della bilancia un retaggio davvero niente male. Prima di Lenny, prima della Number One, c'era lei: la prima chitarra elettrica "seria" mai appartenuta a Stevie Ray Vaughan. Ora la "Nocaster" su cui l'idolo del blues texano ha mosso i primi passi va all'asta e si prospettano cifre record.

La Jimbo del '51 di SRV va all'asta

La Jimbo è riemersa dall'oblio circa dieci anni fa, quando Loni Specter (organizzatore del Los Angeles Amp Show) la vide presso una sala d'incisione e la riconobbe. Sottoposta a Jimmie Vaughan, egli confermò che si trattava esattamente della chitarra che aveva regalato a suo fratello nel lontano 1966.

Pare che Stevie avesse l'abitudine di prendere in prestito senza permesso le chitarre di Jimmie. Così il fratello maggiore pensò di risolvere la questione una volta per tutte regalandogli una chitarra tutta sua. La Nocaster in finitura natural del 1951 (anche se alcune fonti vogliono fosse una Telecaster del '52 a cui era stato rimosso il decal) fu a tutti gli effetti la prima chitarra professionale appartenuta a SRV, prima che il suo sound venisse legato per sempre alla Stratocaster.

Secondo i racconti è stato lo stesso Jimmie a incidere sul retro della chitarra il nome "Jimbo" prima di farne dono a Stevie. È stata proprio quella scritta a rendere riconoscibile lo strumento anni dopo.

La chitarra riporta il codice seriale 0964, la finitura del body è stata rimossa da Stevie e, negli anni, la tastiera è leggermente appiattita e refrettata. Nei primi anni '70, la chitarra fu alla fine scambiata per una Epiphone Riviera del 1963, per poi sparire dai radar.

La Jimbo del '51 di SRV va all'asta

Dalla sua ricomparsa, la Jimbo è stata esposta più volte in pubblico. Il Grammy Museum di Los Angeles l'ha ospitata dal 2010 al 2014 per poi trasferirla al museo di Minneapolis.

Dopo una recente asta in cui è risultata invenduta, ora la Jimbo torna sotto i riflettori presso Heritage Auction Galleries con un'offerta di partenza di 200mila dollari e una stima di 400mila dollari. Con la chitarra sono inclusi anche due CD contenenti registrazioni di concerti di SRV con la Jimbo all'inizio della sua carriera, mai pubblicati. La scaletta comprende cover come "Whole Lotta Love", "25 or 26 to 4" e "The Star Spangled Banner" ed è la prima testimonianza mai registrata di un'esibizione live di SRV.
Il lotto sarà battuto il 18 aprile 2018 ed è possibile approfondire i cenni storici, vedere altre fotografie e godersi animazioni a 360 gradi sul sito della casa d'aste a questo link.
chitarre elettriche fender stevie ray vaughan telecaster vintage
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
La Jimbo all'asta su Heritage Auction Galleries
In vendita su Shop
 
KORG TM-60C-BK
di Banana Music Store
 € 39,00 
 
Ernie Ball 6191 Volt Power Supply
di Centro della Musica
 € 119,00 
 
NUX PT-6 Accordatore cromatico a pedale usato con imballo
di Centro della Musica
 € 19,00 
 
MOOER HUSTLE DRIVE Overdrive Analogico Hi-GainTrue Bypass
di Centro della Musica
 € 55,00 
 
Mooer GREEN MILE Overdrive Analogico
di Music Island
 € 49,00 
 
DIXON WSR1013 REGGIARMONICA WSR-1013
di Borsari Strumenti Musicali
 € 15,00 
 
mad professor Forest Green Compressor HW
di Esse Music Store
 € 279,00 
 
Tama Starclassic Bubinga BU32RZS-PBK Piano Black. 22, 12, 16. Nuova Imballata
di Dream Music Studio
 € 2.259,00 
Nascondi commenti     10
Loggati per commentare

di chikensteven utente non più registrato
commento del 16/03/2018 ore 17:30:2
sono proprio curioso di sapere chi se l'aggiudicherà, e a che cifra soprattutto;)
Rispondi
di fla72 [user #29005]
commento del 16/03/2018 ore 20:15:15
..secondo me il legno è un po' troppo fresco...suonerà uno schifo!!! :):):):):):):):):):):):):)
Rispondi
di Lisboa [user #47337]
commento del 16/03/2018 ore 20:30:09
A mio modesto avviso uno dei più immensi di sempre. Spero solo che chi se la comprerá sappia bene chi era SRV....
Rispondi
di JFP73 utente non più registrato
commento del 16/03/2018 ore 22:58:08
Io tutto questo feticismo non lo capirò mai. Con quattrocentomila euro mi compro un arsenale di chitarre e mi avanzano per tante altre cose
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 17/03/2018 ore 08:04:53
non e' solo feticismo, puo' anche essere un buon investimento: magari tra 5 anni varra' il doppio.
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 17/03/2018 ore 07:57:12
Come sempre in questi casi, spero che vada a chi saprà valorizzarla, perché chiuderla in cassaforte non serve a molto. Condividerla con chi ne può trarre ispirazione sarebbe ridarle il suo vero valore.
Rispondi
di luxvan [user #15458]
commento del 17/03/2018 ore 13:48:27
il seriale sulla placca è 41075. perchè hai riportato 0964?
Rispondi
Loggati per commentare

di bluesfever [user #461]
commento del 17/03/2018 ore 14:09:21
Per curiosità sono andato a cercare il perchè. Il seriale 0964 è sulla placca del ponte, come su tutte le Esquire, Broadcaster e Telecaster dal 1950 al 1954. Il seriale sulla placca del manico indica che probabilmente è stata sostituita con una dei primi '60. Fonte vai al link
Rispondi
di telecrok [user #37231]
commento del 19/03/2018 ore 09:15:53
Trattandosi di una 51 probabilmente il body è stato fatto in legno di pino, risulta a qualcuno?
Rispondi
di bluesfever [user #461]
commento del 19/03/2018 ore 15:12:57
Nella pagina della casa d'aste c'è scritto che il corpo è in frassino, però è vero che all'inizio si era pensato di usare il pino; Fender in seguito abbandonò l'idea di usarlo non per problemi di resa acustica ma più che altro per quelli estetici, dato che si segnava troppo facilmente.
Rispondi
Altro da leggere
Fender svela le Player Plus: le testiamo in anteprima
Fender: la Stratocaster e il Princeton Reverb in versione Lego
Jazz Bass del 1960 e Stratocaster del 1959: come cambia il Sunburst? Il restauro Tone Team
Le Squier Paranormal in video
La tracolla conta
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala in video!
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964