HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Pat Torpey: l'intro di
Pat Torpey: l'intro di "Take Cover" alla batteria
di [user #116] - pubblicato il

"Take Cover" è uno dei pezzi più celebri dei Mr. Big. Ne studiamo l'intro alla batteria, un’altra ottima testimonianza del drumming solido ma anche ricco e fantasioso di Pat Torpey. Il pattern su cui è costruito è un linear groove in sedicesimi con un’intelaiatura di cassa e rullante.
I Mr. Big, assieme agli Extreme, saranno ricordati come le band di hard rock capaci di tenere testa, all’inizio degli anni’90, all’affermazione del fenomeno grunge. Nonostante il loro genere non fosse assolutamente più quello imperante, come lo era stato negli anni ’80, Mr. Big ed Extreme confezionarono una serie di album convincenti per songwriting e strabilianti per perizia esecutiva e potenza.
La parabola dei Mr. Big durò quattro album, raggiungendo il suo apice con Lean Into It del 1991.
Da lì in poi, complice anche l’abbandono del chitarrista Paul Gilbert a favore del collega virtuoso Richie Kotzen, la band non riusci più a eguagliare lo stesso successo e piglio artistico.



Il brano di cui analizziamo la parte di batteria appartiene all’ultimo dei quattro dischi dell’era Gilbert, Ehy Man ed è un album in cui la band, comunque, risulta meno brillante dei precedenti lavori. Forse proprio per assecondare l’estetica del grunge il sound si fa più cupo e l’aggressività tecnica della band è mitigata a favore di esecuzioni più sanguigne e sporche. Quello che ne esce è la testimonianza di una grande band con le idee un po’ confuse sulla direzione da prendere.
All’interno di Ehy Man tra tutti c’è però un pezzo destinato a diventare un classico del gruppo, l’unica canzone all’altezza dei dischi precedenti: “Take Cover”
Di questa canzone analizziamo l’intro di batteria, un’altra ottima testimonianza del drumming solido ma anche ricco e fantasioso di Pat Torpey.
Il pattern non è altro che un linear groove in sedicesimi con un’intelaiatura di cassa e rullante così formata:

Pat Torpey: l'intro di "Take Cover" alla batteria

Ora, con la mano destra sul timpano, andremo a suonare i sedicesimi mancanti:

Pat Torpey: l'intro di "Take Cover" alla batteria

(D: mano destra; S: mano sinistra; K: cassa)

Per riuscire a suonare questa parte in maniera convincente è necessario affrontate l’esercizio lentamente, in modo da rendere fluidi gli incastri tra le mani ed il piede destro. In questa maniera, aumentando poi la velocità, il groove risulterà preciso e scorrevole evitando lo sgradevole effetto zoppicante che questa parte, se suonata senza la dovuta cura e padronanza, potrebbe avere.



Lezione, video e analisi musicale di Alessandro Piputto
lezioni di batteria pat torpey
Link utili
Il sito dei Mr.Big
Altro da leggere
Pubblicità
La batteria di "You Could Be Mine" dei Guns'n'Roses...
Matt Sorum dei Guns N' Roses: un tribale per tutti i generi...
Bass Therapy: tecnica e teoria al servizio della musicalità...
Linear Fill: il metodo di batteria ...
Pubblicità
Adam Deitch: batterista e produttore...
Addio a Pat Torpey: innovazione, leggerezza e intelligenza...
Massimo Moriconi: la tecnica serve per fare musica...
Adam Deitch: tecnica, mani allo specchio...
Pat Torpey: l'intro di "Colorado Bulldog" alla batteria...
Batteria: 50 dischi fondamentali. Miles Smiles di Miles...
Roberto Gualdi: istinto, personalità & felicità...
Adam Deitch: Reggae & Dancehall...
Batteria: 50 dischi fondamentali. Nevermind dei Nirvana...
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Peppino D'Agostino: respirazione e meditazione prima del concerto
City of Guitars, Locarno si riempie di musica
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964