HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Taylor K14CE, opera d’arte a forma di chitarra
Taylor K14CE, opera d’arte a forma di chitarra
di [user #116] - pubblicato il

La K14CE rappresenta un punto di arrivo della ricerca Taylor. Il top per quanto riguarda sia la ricerca timbrica che estetica, con l'innovativo sistema di bracing a V. L’abbiamo testata con Paolo Antoniazzi.
Nella K14CE Taylor ha concentrato tutta la ricerca degli ultimi anni. Cominciando dall’interno troviamo la prima grande novità. Per il bracing è stato sviluppato un sistema sperimentale, il V Class, che sarà probabilmente esteso a tutte gli altri modelli in futuro. Due lunghi bracci a V passano accanto alla buca attraversando per il lungo tutta la tavola. Questo a differenza dei progetti tradizionali permette di aumentare notevolmente non solo il sustain e il volume dello strumento, ma anche l’equilibrio timbrico e l’attacco. Un sistema sulla carta perfetto e già dalle prime note non ci ha fatto dubitare. 

Spostandoci verso l’esterno troviamo una scelta di materiali di primissima qualità. Le forme grand auditorium sono sagomate utilizzando una tavole in abete Sitka e fasce e fondo in Koa. Quest’ultimo figuratissimo è ulteriormente sagomato sulla spalla mancante e nell’angolo opposto per garantire un comodo accesso a tutti i tasti e non infastidire il braccio destro quando si suona. 

Questi due accorgimenti possono sembrare piccola cosa, ma regalano ottime sensazioni quando si imbraccia lo strumento, non proprio leggerissimo, ma ben bilanciato. Il manico è realizzato in mogano e ebano. Quest’ultimo piantato e raccolto proprio dalla Taylor stessa che da tempo ha avviato un progetto per la salvaguardia tanto dell’essenza, quanto delle popolazioni che possono basare la loro economia su questo legno. 

Il sistema di amplificazione scelto per la K14CE è l’Expression 2, composto da tre differenti pick up posti sotto la selletta e calibrati singolarmente per ottenere la massima fedeltà nella riproduzione del sound unplagged della Taylor. 

Inutile sottolineare che ci troviamo di fronte a uno strumento senza compromessi, tanto nell’estetica che nei materiali scelti. Questo si traduce, oltre che in un prezzo bello pesante, in un sound complesso, aggraziato e ricco di volume. 

Taylor K14CE, opera d’arte a forma di chitarra

Cominciamo dallo strumming dove le basse generose, garantite dalla cassa voluminosa, non sovrastano il resto delle voci creando una vera e propria orchestra di armoniche, che si succedono e si scavalcano. Questo sicuramente è merito anche del sistema di bracing che, unito a legni ben stagionati e selezionati, crea un sustain lungo accompagnato da un volume sempre presente che permette di lavorare al meglio con la dinamica, soprattutto quando si abbandona il plettro e si passa alle dita. 

Qui ci viene in aiuto anche l’ottimo setup. Le corde a filo tastiera si premono con facilità, tanto da sembrare fin troppo sottili, ma senza mai friggere, anche quando si preme sull’acceleratore e si dà fondo a tutto il sound disponibile.

Gli scassi nel body sono uno degli aspetti tecnici che più abbiamo apprezzato in questo strumento, ma degno di nota è sicuramente il sistema di amplificazione. Con i controlli soft touch, discreti e comodi da usare, si può intervenire su volume, alti e bassi. Già lasciando l’equalizzazione in flat c’è da ammettere che il risultato è veritiero e soddisfacente. Certo alcune sfumature del suono acustico si perdono, ma nel complesso abbiamo per le mani un sound pazzesco. 




La K14CE è uno strumento che non lascia indifferenti. Con un prezzo che si aggira intorno ai 5000 euro non è uno strumento per tutti, ma per chi è in cerca di un’acustica senza compromessi, un giro su questa Taylor è vivamente consigliato. 
 
chitarre acustiche k14ce taylor
Link utili
Visita il sito ufficiale Taylor
Altro da leggere
Pubblicità
Gold 08: Cort ancora più in alto...
Framus rinnova la Parlor con ebano e mogano...
D'Angelico inaugura travel guitar e ukulele...
Taylor: bracing V-Class per tutti...
Pubblicità
Commenti
di Ermo87 [user #33057] - commento del 11/05/2018 ore 11:09:26
il primo sembra un pezzo di Tony Rice o sbaglio? stupenda chitarra
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Albert Lee: la strumentazione del perfetto country boy
Jazzmaster diventa Contemporary con Squier
Fulltone Full Drive 2 V2: più piccolo e in regalo
Bob Weir disegna il preamp acustico definitivo con Pigtronix
Il primo TV Jones per Jazzmaster
I più commentati
Ringo Starr & His All-Starr Band live a Lucca
Washburn: torna la Idol per tutti i gusti
Meet The Pro - Chris Lord-Alge
Costruire un riff: tra accordi & melodia
Ma il basso, quando lo registriamo?
I vostri articoli
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
Come sostituire un pickup sulla chitarra elettrica
Ibanez Pat Metheny Signature: non sempre ciò che cerchi è quello di cui hai bisogno
Modificare un pedale senza avere conoscenze di elettronica
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964