HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Adam Deitch. Suonare la batteria Dubstep: influenze
Adam Deitch. Suonare la batteria Dubstep: influenze
di [user #28153] - pubblicato il

Adam Deitch è un batterista tra i più brillanti della scena internazionale; strabiliante nella sua doppia attività di musicista e produttore, calato nel mondo del rap, dell'hip hop e dell'elettronica. Da questa lezione, ci aiuterà a conoscere e contaminare con il nostro fraseggio batteristico uno dei linguaggi musicali legati all'elettronica più innovativo e d'impatto dell'ultimo decennio: la Dubstep. Oggi partiamo delle origini, scoprendole attraverso esaltanti groove di batteria.
E' dalla metà degli anni novanta che nella scena londinese iniziano a germogliare generi musicali e approcci al groove che sono stati decisivi nella creazione e nello sviluppo della Dubstep. Come nello studio di tutti i generi, capire, ascoltare e studiare i precursori del linguaggio che si desidera approfondire è fondamentale.
Il Dubstep è una corrente musicale che sgorga da tre sorgenti:  Grime, noto anche come garage rap,  la Drum'n'Bass, un genere con ancora molti adepti e il Two-Step. Proprio di quest'ultimo stile, forse meno praticato e conosciuto, Adam  Deitch fornisce un accattivamte  esempio suonato.
Eccone la trascrizione.

Adam Deitch. Suonare la batteria Dubstep: influenze

Questo pattern, che va suonato in shuffle feel, gioca su un incastro fra cross stick sul rullante (indicato con la nota cerchiata) e l'accento su rullante sul battere del secondo e quarto movimento suonato con la mano destra mentre la mano sinistra resta appoggiata sulla pelle. Così facendo l'accento di rullante suonerà molto asciutto e sordinato, quasi a richiamare un suono di rullante elettronico.

Adam Deitch. Suonare la batteria Dubstep: influenze

Il charleston suona gli ottavi ed è leggermente accentato sul levare di ciascun movimento, mentre la cassa suona sul battere e sull'ultimo sedicesimo del primo movimento, sull'ultimo sedicesimo del terzo movimento e, nella seconda misura del pattern, anche sul levare di ottavo del quarto movimento.
Bisogna fare molta attenzione a suonare questo pattern con un feel ternario (quindi considerando i quattro sedicesimi di ciascun movimento come primo, terzo, quarto e sesto sedicesimo di sestina), altrimenti il groove non avrà lo swing necessario per spingere nel modo corretto.

adam deitch dubstep lezioni di batteria
Link utili
La pagina di Adam Deitch
Il set di Adam Deitch sul sito della TAMA
Altro da leggere
Pubblicità
Adam Deitch: batterista e produttore...
Adam Deitch: tecnica, mani allo specchio...
Adam Deitch: Reggae & Dancehall...
Batteria: 50 dischi fondamentali. Lateralus dei Tool...
Pubblicità
Paiste, Master Dry & Extra Dry Ride: test comparato...
Doppia cassa: non solo ritmica ...
Una doppia cassa fake...
Roberto Gualdi: istinto, personalità & felicità...
Tante domande sui linear...
Un Linear per l'Hip Hop!...
Linear Drum Fill: "Elettro-Hip Hop"...
Linear Drum Fills - Funky Groove...
Linear Fill: il metodo di batteria ...
Un Groove Dubstep...
Virgil Donati: mai farsi fuorviare dalle opinioni altrui...
Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show...
Commenti
di fabrimix1 [user #43172] - commento del 13/05/2018 ore 00:38:15
Wait! Dubstep? Perchè non mi sembra dubstep?
Rispondi
di eriktulissio [user #28153] - commento del 13/05/2018 ore 17:34:13
Ciao fabrimix1. In effetti non si tratta di dubstep, ma di two-step: leggendo bene l’articolo comprenderai che in questo ciclo di lezioni Deitch farà una carrellata di esempi di generi che secondo lui hanno portato a sviluppare la dubstep. In questa lezione introduce il primo esempio, il two-step per l’appunto.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Agostino Marangolo: come suonare "A me me piace o Blues"
'O Sole Mio
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964