HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Un enorme plauso a Marshall
di [user #47880] - pubblicato il (Modificato) 

Ho risolto il problema del pannello della mia JTM45. Ve lo ricordate?
Un enorme plauso a Marshall
Un giorno, appena finito di studiare come un matto, decisi di scrivere a Marshall in Inghilterra mandandogli qualche foto. Lo feci senza pretese però, più che altro per sentire cosa ne pensassero. In un attimo si è ribaltata la Marshall. Mi hanno assistito sia loro in Inghilterra e contemporaneamente hanno girato la cosa ad Eko in Italia. Mentre Eko però si perdeva in chiacchiere, Marshall si era già offerta di mandarmi due pannelli sostitutivi gratuitamente. Eko, tra l'altro, si è limitata a darmi dell'idiota dicendomi che l'avevo sicuramente esposto al sole o alle intemperie ed a passarmi il contatto del centro d'assistenza che m'avrebbe fatto un preventivo. In ogni caso Marsh ha mantenuto la parola e mi ha spedito i due pannellini tutto gratuitamente. Questo è il magnifico risultato: Un enorme plauso a MarshallUn enorme plauso a MarshallCosì sono felice. Il mio amp è tornato nuovo. Quelle macchie orribili mi davano un fastidio enorme. I miei complimenti, ovviamente, vanno a Marshall che per me ha vinto il mi premio azienda seria dell'anno. Anche perchè il mio amp è vecchio e fuori garanzia da una vita. Ma loro se ne sono fregati e mi hanno accontentato. Vergognoso invece è stato il comportamento di Eko che mi ha trattato con una superficialità e supponenza veramente ridicole. Onestamente visto questo fatto un altro Marshall me lo comprerei volentieri ma una Eko manco morto. Sarà per questo che stiamo andando zampe all'aria? Chi lo sa. Quello che so è che sono veramente felice. Adesso corro a scrivere una email a Marshall per ringraziarli e per fargli vedere il risultato.
Dello stesso autore
Elettronica nuova per la mia Stratocaster...
E' nato! E' Nato il Tiki Verb!...
Ho capito come settare Mustang e Jaguar...
Inizio Costruzione: Aiutatemi a dargli un...
Amplificatore 5: Blackstar HT5H...
Medley Hendrixiano...
Commenti
di Zoso1974 [user #42646] - commento del 14/06/2018 ore 17:25:15
Nelle foto che gli manderai però almeno nascondi il Fender e il Blackstar... ^__^
Rispondi
di bluesfever [user #461] - commento del 14/06/2018 ore 17:28:18
Provarci sempre! ;)
Rispondi
di LuckyPierluigi [user #40183] - commento del 14/06/2018 ore 17:34:12
Oltre Marshall segnalo anche Hiwatt, Gibson, Fender e G&L, tutti con ottimi servizi di assistenza, dei quali ho avuto personalmente esperienza . Un consiglio: lasciate perdere distributori, rivenditori e compagnia bella e chiedete direttamente a loro tramite le mail ufficiali del servizio clienti, generalmente pubblicate nella sezione contatti del sito istituzionale di ciascun marchio. Rispondono in tempo breve e risolvono SEMPRE il problema. Il loro interesse primario è la soddisfazione del cliente, per il chiaro ritorno d'immagine, pertanto non avranno nessun problema ad aiutarvi. In tutti e quattro i casi non ho mai pagato, i ricambi dei pezzi difettosi o mancanti mi sono stati spediti gratis.
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 14/06/2018 ore 17:45:38
Purtroppo il concetto di customer care che hanno all'estero in italia non c'è . Anni fa contattai la celestion per informazioni su un kit di riconatura, mi hanno risposto nel giro di poche ore. Da noi spesso la risposta non arriva proprio... non sempre, ho avuto anche episodi positivi, spesso però non c'è attenzione.
Rispondi
di guifan65 [user #46547] - commento del 14/06/2018 ore 18:12:23
Senza assolutamente negare quanto sopra scritto, solo a parziale difesa dei nostri artigiani italiani, devo ricordare l'ottimo customer care di Giovannetti (pedali boutique) e di Vinteck (dove in pochi minuti mi ha risposto addirittura il titolare)... All'estero ho avuto esperienza con il customer care di Mesa Boogie che a mie due mail non ha nemmeno risposto...
Complimenti per l'ampli e per il risultato!
Rispondi
di LuckyPierluigi [user #40183] - commento del 14/06/2018 ore 18:35:17
Giovannetti e Vinteck sono marchi italiani, hai fatto bene a rivolgerti direttamente a loro. Per marchi esteri, invece, si consigliava di contattare direttamente loro e non i distributori e rivenditori italiani
Rispondi
di Noel_supernova [user #48217] - commento del 15/06/2018 ore 03:12:14
io ho avuto una bella esperienza con Electro harmonix, il mio big muff germanium 4 di punto in bianco ha smesso di funzionare la sezione distorsione, così ho contattato direttamente la sede inglese che gentilmente mi ha chiesto di spedire il pedale.
dopo dieci giorni e ritornato tra le mie mani bello e funzionante, senza aver pagato nulla e oltretutto fuori garanzia.
Rispondi
di Dinamite bla [user #35249] - commento del 15/06/2018 ore 10:39:52
Gli importatori sono la vera schifezza degli strumenti in Italia. Ce ne fosse uno che lavora bene...
Casale Bauer ha fatto la fine che meritava dopo 60 e passa anni, eko music group sono un'altra schiera di disorganizzati...
Riuscire a beccare gente che lavora bene nel settore sembra essere un'impresa impossibile ogni giorno di più. E alla fine i marchi decidono di aprire le vendite dirette.. Spero che lo facciano tutti al più presto
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
George Gruhn svela i 5 ingredienti per una buona chitarra
Duncan cattura il PAF in single coil per Billy Gibbons
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Inizio a studiare chitarra
Torna il Triangle Big Muff originale
I vostri articoli
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
DigiTech Obscura Altered Delay
Sterling St Vincent Signature
Clapton and friends live at Hyde Park
I compleanni di oggi
Johnny92
aldamar
ninai
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964