CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Darran Charles: una grande chitarra progressive
Darran Charles: una grande chitarra progressive
di [user #116] - pubblicato il

Darran Charles è il chitarrista della band Godsticks. Ha una capacità ritmica sopraffina con un riffing moderno, ficcante e costantemente sorretto da una scelta di suoni puntuali. Il suo solismo è sempre funzionale allo sviluppo melodico e all’atmosfera del pezzo; ma tradisce uno spessore tecnico che lo renderebbe perfettamente spendibile anche in un contesto strumentale, virtuosistico.
I Godsticks sono una band inglese che abbiamo scoperto e apprezzato attraverso il loro ultimo lavoro, Faced with Rage. Un gruppo che, per praticità, potremmo presentare come progressive me che incastonare unicamente in questa definizione potrebbe essere riduttivo. Nella loro musica c’è tanto di più: metal, rock, crossover, sprazzi di solismo fusion e singhiozzi djent. Una band alternative nell’accezione più colta e sofisticata del termine.



La qualità del suono del disco è ottima, la proiezione sonora ed esecutiva di ogni brano ineccepibile e lo show case di suoni e parti di chitarra (sempre scure e minacciose nel loro carattere algido) notevole.
Deus ex Machina del progetto, il cantante e chitarrista Darran Charles. Alla chitarra Darran ha una capacità ritmica sopraffina con un riffing moderno, ficcante e costantemente  sorretto da una scelta di suoni puntuali e freschi. Il suo solismo è sempre funzionale allo sviluppo melodico e all’atmosfera del pezzo ma tradisce uno spessore tecnico che lo renderebbe perfettamente spendibile anche in un contesto strumentale, virtuosistico.

Darran Charles: una grande chitarra progressive

Per questo abbiamo voluto coinvolgere Darran sulla pagine di Didattica per farci suonare e spiegare alcuni degli episodi più suggestivi di “Faced with Raged”. Siamo certi che tra quei riff e melodie soliste si schiuderanno tanti  spunti di studio per i chitarristi curiosi di esplorare le soluzioni più moderne di ritmica e fraseggio in ambito progressive e alternative rock.
Abbiamo chiesto a Darran di spiegarci il riff di “Everdrive” un pezzo in cui sembrano finiti assieme nel frullatore Meshuggah, Primus e Rage Against The Machine.
Armiamoci di sette corde e mettiamoci al lavoro.



Questo riff si base sulle ottave. Utilizzare le ottave - cosa che io faccio spesso nel mio lavoro di riffing - permette di dare vivacità e enfatizzare la costruzione ritmica di anche semplici riff.
Quando devo spiegare il valore e l’efficacia dell’utilizzo delle ottave, porto sempre come esempio un classico: “The Immigrant Song” dei Led Zeppelin. Se non ci fossero quei continui salti di ottava, il riff suonerebbe quasi noioso!
Il Riff di "Everdrive" ha un’unica parte davvero insidiosa dal punto di vista tecnico ed esecutivo. Il riff va dritto, suonato tutto in pennata alternata. Ma quando arriva la terzina, questa comporta una doppia pennata verso il basso che può rendere ostica e non immediata la dinamica di plettrata
.”
Il suono di chitarra colpisce per la durezza ma al contempo la pasta distorta secca e asciutta, percussiva, quasi industriale. Stupefacente la scelta di realizzarlo con il single col centrale. “Utilizzare questo pick up era anche la maniera per garantirsi il fatto che la chitarra bucasse nel mix, uscisse intelleggibile, facendosi largo attraverso il suono gigantesco della batteria.”
Ultimo dettaglio esecutivo degno di nota e studio, sono gli insidiosi bending sulla corda di B basso che cesellano la melodia del riff. Ci hanno ricordato, anche se in un approccio più moderno e metal, quelli del riff di “Viv Woman” da “Flex-Able” Steve Vai, guarda caso, tra gli album preferiti di Darran.

 
darran charles godsticks lezioni
Link utili
Il sito dei Godsticks
Acquista "Faced with Rage" dei Godsticks
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Paul Gilbert: super fraseggi in quartine e sestine!
Tosin Abasi – Arpeggi in Sweep Picking
Tony MacAlpine: Sweep & Tapping da morire...
Tosin Abasi: Tapping, arpeggi e fantasia!
Tommy Emmanuel: Armonici & Note Mascherate
Paul Gilbert: un lick blues in cinque
Bruce Bouillet: string skipping sotto i raggi X
Michael Angelo: paura e delirio in alternata
Eric Johnson insegna i suoi accordi
Robben Ford: Blues & arpeggi alterati
Marty Friedman: un arpeggio di Maj7
Intervista a Steve Vai: da Flex-Able a Passion And Warfare
Vai: chi suona ciò che non ama, finirà per sentirsi un miserabile
"Tecnica, Fraseggio & Esercizi": il metodo di Gianni Rojatti
Nili Brosh, una ventata di aria fresca e grande chitarrismo
Cesareo, Rojatti & Sfogli: full immersion di chitarra
Seguici anche su:
News
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
La SG trasformata in headless esiste davvero
Un nuovo modello suggerisce i prossimi titolari di Gibson?
Il collezionismo è la morte delle chitarre (a volte)
L'invenzione del talkbox: la storia del pupazzo Stringy




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964