CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Atom Amplifiers - Il caldo suono delle valvole dalle zone del Carso

di [user #44787] - pubblicato il
Cari amici di Accordo, oggi vorrei parlarvi di una piacevole scoperta che ho fatto qualche tempo fa. Ultimamente ho la fortuna di suonare spesso in giro, e fra baretti e locali di Trieste ci si incontra spesso fra amici "musici"...In uno di questi incontri fortuiti ho adocchiato un amplificatore dal bel case rosso, e dalla marca (a me) sconosciuta: ATOM.
Nel mezzo di una jam vengo invitato a fare un pezzo, e riesco a suonare con la "bestiola"!Che dire...I suoni puliti e i crunch sono una BOMBA, e sembrano quasi farmi suonare come un chitarrista decente!!! Successivamente scopro che vengono fatti sul posto da un chitarrista con la passione per l'elettronica: M. Ota (da qui il nome degli ampli...scritti al contrario!), e che fa anche il tecnico per gli amplificatori! I miei "figliuoli" avevano proprio bisogno di cure, e fra un cambio valvole ed una regolazione del biasing, riesco a mettere le mani di nuovo sulla "red beast", nonchè su altri interessanti modelli!
Credo che la cosa migliore sia farvelo sentire con le vostre orecchie:
https://www.facebook.com/atomamps/videos/659574901057269/
Il costruttore spiega anche le caratteristiche del modello, molto meglio di come potrei fare io....
Che dire di più? Se ne avete l'occasione PROVATELO. Marko non avrà problemi a farvelo provare, ma attenti...Rischiate di farvi prendere dalla G.A.S. e portarvene uno a casa!
http://www.atomamps.it/wp/it/en/
Dello stesso autore
Come avvicinarsi al suono dei multieffetto coi pedalini?
VALVOLARE SENZA BIASING? Ciao a tutti, il mio Rive...
Problemi improvvisi cavi di volume - parte seconda
Pedale MINI con Tap Tempo? Ciao ami...
BOHEMIAN GUITARS: GUAI FEEDBACK - Ciao amici accor...
Inchiostro elettrico: rivoluzione o semplice "dive...
Loggati per commentare

di MuddyWaters [user #47880]
commento del 12/07/2018 ore 07:28:27
Mah... considerando che sul sito non c'è una partita iva, una ragione sociale, una sede e quant'altro sembra si tratti di un amatoriale che si è lanciato a fare qualche amp di tanto in tanto e a venderlo in maniera assolutamente illegale. Non ti dico poi il discorso "riparazioni". Sicuramente è anche bravo e fa ottime cose come dici tu ma dalle poche foto che ci sono sul sito mi sembrano apparecchiature molto arrangiate. Come farebbe un amatoriale, insomma. Io ci andrei veramente coi piedi di piombo ad accostarmi a realtà di questo tipo.
Rispondi
di wirelessblack [user #46725]
commento del 12/07/2018 ore 19:27:13
Se parliamo di artigianale non starei a formalizzarmi più di tanto, e poi fino 5000€ l'anno non è obbligatoria la p.iva, ne è illegale farsi pubblicità su internet. Sui circuiti point to point la riparazione è molto semplice, quantomeno rispetto alle schede stampate. Professionale poi non è sempre meglio di amatoriale. La logica professionale spesso sacrifica il progetto in favore del risparmio di tempo e denaro, chi lavora amatorialmente può permettersi di realizzare qualcosa senza compromessi dovuti alla produttività e il contenimento dei costi, ci si paga la giornata e si diverte. E poi infondo anche la chitarra è un divertimento, non è come fare il dentista senza laurea, se invece della garanzia legale hai la garanzia di una stretta di mano ci si può accontentare purche il prezzo sia commisurato
Rispondi
di DottorZero [user #44787]
commento del 12/07/2018 ore 08:14:14
Ciao Muddy,
Tralasciando gli aspetti "organizzativi" che hai evidenziato (onestamente della partita IVA e della sede non ci avevo fatto caso, magari si è dimenticato), quello che volevo condividere col post era la bontà del suono di amplificatori fatti totalmente in Italia... Forse con un video non si può percepire, ma ti assicuro che suonano alla grande! Poi fortunatamente non si suona con una partita IVA 😅😂
Circa l'abilità di Marko, ho provato personalmente con i miei ampli, attualmente sono ancora con me e godono di ottima salute....Anzi....Per me suonano meglio di prima. Quindi, permettimi l'osservazione anche se non sono un tecnico... Mi sembra un po' ingiusto il tuo giudizio di apparecchiature arrangiate.
Detto ciò, rinnovo il mio invito a provarli, ove possibile: possono riservare delle belle sorprese. A me hanno piacevolmente sorpreso.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
News
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
La SG trasformata in headless esiste davvero
Un nuovo modello suggerisce i prossimi titolari di Gibson?
Il collezionismo è la morte delle chitarre (a volte)
L'invenzione del talkbox: la storia del pupazzo Stringy

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964