HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Perchè spendere di più per la stessa cosa o addirittura migliore?
di [user #48663] - pubblicato il (Modificato) 



Cari amici, da qualche tempo mi è venuta la voglia matta. Si, quella della Gibson ES335. Premetto che faccio parte di coloro che sono stati maledetti dal Signore. E’ noto che nella Bibbia è scritto che è più facile che un cammello passi nella cruna di un ago piuttosto che, un mancino, possa trovare la chitarra che desidera. Il caso ha voluto che ne trovassi una usata del 2011, ma troppo lontano per andarla a vedere di persona e quindi avrei dovuto prenderla, come al solito, a scatola chiusa. Non me la sono sentita di farle fare un viaggio lungo 5 o 6 giorni chiusa in un furgone, all’interno del quale d’estate si possono raggiungere  temperature molto alte, per cui ho promesso al venditore che mi sarei fatto sentire alla fine di settembre per concludere l’affare. Nel frattempo ho cominciato ad ascoltare e a leggere soprattutto le cose che avete scritto voi a riguardo della suddetta chitarra. Non l’avessi mai fatto. I vostri commenti mi hanno tolto il sonno. Adesso ho altre due alternative, l’epiphone Sheraton II e la Yamaha SA2200. Non so se riuscirò a trovarle entrambe da mancino ma se fossi fortunato cosa faccio? Dai vostri commenti sembrerebbe quasi che passi il messaggio < perché spendere di più per avere la stessa cosa o a dirittura anche migliore?>
Ho esaminato i pro e i contro e per la Sheraton, solo se la trovo color rosso vino perché gli altri colori non mi piacciono (anche l’occhio vuole la sua parte). Pro: il prezzo MOLTO più basso. Contro: il timbro un po diverso e la finitura.
Quella che mi da più dubbi è la Yamaha. Pro: risparmierei forse qualche centinaio d’euro, ma comprando in un negozio, nel caso avesse un difetto o non mi piacesse, potrei esercitare il diritto di recesso. In alcuni video dimostrativi il suono mi piaceva, in altri l’ho trovavo bruttissimo e fastidioso. Però in un video in cui bisognava capire dal suono quale fosse l’una o l’altra, preferii il suono della Yamaha, certo bisogna vedere pure come erano state regolate.  Adesso starete pensando: si, ma questo qui da noi che cosa vuole? Arrivo al punto. Alcuni di voi hanno scritto di aver posseduto una o più Gibson ES335 e di essersele levate per prendere una Yamaha SA2200 della quale sono soddisfattissimi. Ma è accaduto anche l’opposto? Qualcuno di voi si è tolto una Yamaha per passare ad una Gibson?  E adesso vi siete pentiti? Non so se riuscirò a trovane una o entrambe mancine, ma se dovessi prendere l’una o l’altra, non continuerà a restarmi in testa la voglia matta? Il fascino della Gibson l’è una brutta bestia.
A qualcuno di voi è successo lo stesso? E come si è comportato? Grazie a tutti.
 
Commenti
di Tubes [user #15838] - commento del 30/07/2018 ore 19:31:54
Se come me il fascino del brand ti intrippa, lascia perdere : hai deciso Gibson ? Gibson sia . Altrimenti troverai sempre il pelo nell'uovo, il video dove vedrai il logo che ti ammicca, l'amico che prima o poi ti dirà "sì, ma la 335 è un'altra cosa" ..... E' chiaro che le chitarre vanno provate e riprovate . Però se la premessa è la fascinazione esercitata da quella cosa lì, non ci puoi fare niente . Io ho una Heritage 535, che come saprai sono chitarre costruite negli stabilimenti Gibson dagli operai che non volevano lasciare la casa madre a Kalamazoo e si sono comprati il vecchio stabilimento . E' una chitarra meravigliosa, per molti una vera 335 . Difficile (ma non impossibile) che me ne separi . Però non è del tutto una ES335 e questa cosa mi pesa un pò . Quindi, fai tu . Poi, poichè ne ho avute di chitarre, non serve spendere decine di migliaia di euro per avere lo strumento giusto . Ma in questo mondo il fattore emozionale conta tantissimo . Ho delle acustiche di pregio, e quando le suono, mi emoziono anche per la storia pesante del brand che rappresentano . Ciao
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 30/07/2018 ore 19:42:
Delle Yamaha ne ho sempre letto bene però mai provate, la Sheraton ce l'ho avuta poi la vendetti e comprai la 335.

In contemporanea con la 335 ho avuto anche altre chitarre di ottima qualità tipo Carvin e Godin ma le ho rivendute tutte.

In sostanza da quando ho preso la 335 non riesco a suonare altro a parte la Telecaster che è l'esatto contrario e che adoro.

Per me la 335 è perfetta in tutto, comunque anche la Sheraton era una bella chitarra, non so dirti se la differenza di prezzo è giustificata, probabilmente no però a differenza dei pedali che per esempio posso usare un qualsiasi clone invece dell'originale nel caso della 335 per me è stato davvero amore al primo tocco con l'originale.

Ogni tanto ho risuonato la sheraton che ha mio cugino e potrei tranquillamente usarla perchè suona bene però c'è qualcosa di diverso che non so spiegarti.
Rispondi
di dale [user #2255] - commento del 30/07/2018 ore 20:25:36
La Yamaha è una chitarra seria, professionale, molto ben costruita e ben suonante, intonata.
Ma non è una Gibson 335.
Ognuno ha la propria esperienza e il proprio vissuto, Io ho preso la mia Gibson 335 praticamente a scatola chiusa.
È una chitarra meravigliosa che non venderò mai e che tira fuori il meglio da me che sono un chitarrista nella norma, se non meno.
La Sheraton neanche a paragonarla, non sarebbe giusto.
Rispondi
di wo [user #11945] - commento del 30/07/2018 ore 21:10:22
A fine anni '90 ne comprai una usata. Era rossa trasparente con delle venature tipo acero fiammato... dettaglio che non mi ha mai fatto impazzire ma in quell'epoca Gibson le produceva così.
Chitarra pazzesca! Nessun altra mi dava le stesse sensazioni suonandola! Poi purtroppo dopo pochi anni dovetti venderla per necessità ma promisi a me stesso che in tempi migliori ne avrei presa un'altra. Ho avuto una es175, una sg del 72, una les paul custom nera; grandi chitarre, ma l'unica che avrei ricomprato era la 335, senza alcun dubbio! Anche a scatola chiusa!
Nel 2014 riesco finalmente a mantenere la promessa:-). È rossa anche questa ma senza fiammatura; manico piuttosto cicciotto e fatalità è proprio del 2011 come quella che hai adocchiato tu.
Non aggiungo altro :-D
Spero che riesci a portartela a casa;)
Rispondi
di ENZ0 [user #37364] - commento del 30/07/2018 ore 23:51:58
Secondo me hai già deciso, stai solo aspettando qualcuno che ti dia una spallata :)
Rispondi
di jack182 [user #41282] - commento del 31/07/2018 ore 00:52:55
Se vuoi certezze non ti resta che trovarle e provarle entrambe, altrimenti il dubbio rimarrà sempre. Io anni fa mi misi alla ricerca di una stratocaster custom shop (Fender ovviamente) e dopo averne provate diverse mi capitò sotto mano una Grosh. La trovai superiore a tutte le altre e nella mia testa scattò subito il pensiero "ma io volevo una Fender custom shop!", però poi subito dopo mi sono detto "perché devo rimanere col rimorso di aver lasciato uno strumento superiore (per mio gusto) solo per essere appagato dal marchio sulla paletta?". Per farla breve la Grosh mi fa compagnia da 5 anni, non ho mai pensato per un secondo di venderla e non ho mai più cercato un'altra stratocaster. Sono comunque tutti strumenti di livello, caschi sempre in piedi tornando al tuo dilamma. Eviterei però sicuramente la Sheraton avendo disponibilità per una 335 o sa2200.
Rispondi
di Sparklelight [user #41788] - commento del 31/07/2018 ore 07:08:12
La Sheraton non è paragonabile, le altre due sono ottime, avuto entrambi ma alla fine ho tenuto la Yamaha :-)
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186] - commento del 31/07/2018 ore 10:01:1
Io non ho nessuna 335, nè Yamaha o Epiphone.
Ti dico una cosa.
Ho da sempre sognato una Telecaster, ma mi sono sempre sentito troppo scarso per comprarne una. Insomma, mi sono detto, mi prenderò una Telecaster quando ne sarò degno. E così ho iniziato con una Godin, poi una Aria Pro II, poi un'Ibanez... e poi mi son detto, ma perché girarci intorno, a me piace la Telecaster e se aspetto ancora un po' divento troppo vecchio.
E quindi ecco che me la sono comprata e ora non desidero nessun altra chitarra!
Quindi... vai di 335!
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 31/07/2018 ore 10:27:41
L'Epiphone non può competere invece possono essere alternative valide:
1) EASTMAN
2) D'ANGELICO
3)HAGSTROM (io ce l'ho)
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 31/07/2018 ore 11:05:52
Eastman grandi chitarre per il prezzo che hanno
vai al link

D'angelico altre chitarre bellissime (la paletta è più bella)
vai al link

Hagstrom Viking Io ho questa chitarra molto bella.
vai al link
Versione Super
vai al link

P.S.
Personalmente non mi piacciono le Ibanez per questo non le cito.
Io sono mancino


Rispondi
di wo [user #11945] - commento del 01/08/2018 ore 16:18:13
Bellissima la D'angelico!
Rispondi
di bulgi81 [user #45146] - commento del 31/07/2018 ore 12:08:02
Se proprio devi comprare a scatola chiusa, Thomann fa servizio soddisfatti o rimborsati per 30 giorni. A catalogo e disponibile a breve hanno la ES330 con P90 vai al link (3500 euri......) oppure un'Ibanez AS93 vai al link a poco più di 600€ (nella stessa fascia della Sheraton). Ho comprato spesso su Thomann, ma non ho mai usufruito del servizio soddisfatti o rimborsati per strumenti. Una volta ho restituito un cavo e una custodia difettosi senza alcun particolare problema. Vedi tu.

Edit: c'è proprio anche la sezione di chitarre left handed vai al link
Rispondi
di helloween [user #27122] - commento del 31/07/2018 ore 12:28:13
Lascia perdere la Sheraton. L'ho, per carità carinicchia come chitarra, ma la gibson e la yamaha sono di un livello diverso. Meglio aspettare e comprare una chitarra migliore.
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617] - commento del 31/07/2018 ore 12:29:20
Se e' vero come e' vero che due chitarre della stessa marca e modello possono essere differenti non credo proprio che si possa dire che una 335 e' uguale ad una Yamaha SA2200 o alla corrispondente di casa Ibanez o alla Sheraton.
Le chitarre vanno provate prima di giudicarle....tutte.
Rispondi
di Lucifer [user #46960] - commento del 31/07/2018 ore 12:29:35
La Sharaton II aveva un suo perchè (anche se si dovevano cambiare subito i pickup) quando la costruivano in Corea! Adesso è cinese ed è proprio un'altra chitarra... Ora come ora è solo bella da vedersi!
Rispondi
di dantrooper [user #24557] - commento del 31/07/2018 ore 15:08:3
prendi una 335, possibilmente Memphis 1963 ... ed è subito amore
Rispondi
di kcay27 [user #48663] - commento del 31/07/2018 ore 22:04:38
Grazie di cuore per i vostri numerosi consigli, incoraggiamenti e per aver condiviso con me le vostre esperienze. Adesso devo decidere io. Speriamo bene. Ciao.
Rispondi
di doctorjazz [user #26422] - commento del 01/08/2018 ore 01:18:03
Ciao, ho letto il tuo post e non posso fare a meno di scrivere le mie impressioni a riguardo, dato che la SA 2200 l’ ho avuta a disposizione per circa una settimana, durante la quale l’ho paragonata alla mia 335 del 2012. Il test è stato moto intenso, e accurato , ho confrontato verniciatura, rifiniture, meccaniche, manico, fret, non ultimo un test con l’endoscopio per vedere le linee di incollaggio. Ti dico subito che la verniciatura è un po’ eccessiva, sulla 335 la nitro è sicuramente un capolavoro e credo che determini un notevole effetto sul suono dello strumento. Altro elemento debole i pickup, alnico V, con possibilità di utilizzare la singola bobina, mi sono sembrati un po’ impersonali, non certo all’altezza dei 57 Classic della 335. C’è da dire che suono prevalentemente jazz e che in questo ambito la 335 con 57 Classic non teme rivali, ma paradossalmente la voce della SA è risultata più scura della 335, senza tuttavia entusiasmare Infine il manico della SA mostra fret perfetti e tastiera in ebano con una strana patina di vernice trasparente che la fanno sembrare un po’ plasticosa, sempre meglio dei colpi di lima presenti sulla 335, segno di una fase di finitura liuteristica un po’ superficiale.Dimenticavo: il test è stato fatto con lo stesso ampli( Politone mini brute IV del 1986) e stesse corde 0.12 0.50 pure nickel.Spero di esserti stato utile. Un saluto.
Rispondi
di MM [user #34535] - commento del 01/08/2018 ore 08:08:30
Bel test e giuste considerazioni.
Però mi sembra molto strana la "patina di vernice" sulla tastiera in ebano... io non credo che abbiano verniciato l'ebano, sarebbe una gran fesseria e non credo che Yamaha lo faccia. Probabilmente è lucidata con pasta per legno e l'ebano che è molto compatto può sembrare verniciato.
Quello che invece non tollero da una casa come Gibson (e anche nella mia 335 ci sono, vedo che non è l'unica) sono qualche segno di lavorazione, di troppo, sulla tastiera.
Su una chitarra che costa così tanto non dovrebbero esistere.

Per rispondere a chi ha aperto il post.
Se hai il budget, e cerchi il brand sulla paletta, compra la 335.
Diversamente sono ottime chitarre anche la Yama, e le altre che ti hanno citato.
Bellissima la D'Angelico.
Rispondi
di kcay27 [user #48663] - commento del 01/08/2018 ore 21:16:22
Ciao, ma alla luce di tutti i tuoi studi, osservazioni e confronti, cambieresti la tua 335 per la 2200, a parte il valore affettivo che spesso viene a crearsi tra lo strumento ed il suo possessore? Ho sentito diversi che l'hanno fatto. Grazie mille.
Rispondi
di doctorjazz [user #26422] - commento del 02/08/2018 ore 08:47:44
@kcay27 In effetti la conclusione del test fatto sulla SA 2200 è stata omessa per non influenzarti nella scelta, ma dato che mi chiedi ti dico che la 335 è rimasta a casa , ben conscio di avere una chitarra perfetta per il genere che faccio, Non la cambierei con la SA ,ne con altre ,per la sua notevole personalità .La trovo vincente in molte situazioni, Live e studio. Una chitarra definitiva.Se puoi fai una comparativa tra 335 con 57 Classic , con Burstbucher, o con i nuovi pick up, perché è qui che si gioca molto del risultato finale. Ho avuto colleghi che hanno scartato la 335 perché ritenuta troppo “acida “ poi abbiamo scoperto che aveva montato un set di corde 009 e pickup decisamente rock (!) . 335 vai tranquillo!Ciao.
Rispondi
di MM [user #34535] - commento del 02/08/2018 ore 14:03:39
Ma, diciamoci la verità, chi è che cambia una Gibson ES 335 per comprarsi una Yamaha SA 2200... nell'intento tra l'altro di ottenere la stessa cosa, o addirittura uno strumento migliore?
Impossibile ottenere la stessa cosa.
Il punto secondo me è un altro. Il punto è che una costa il doppio dell'altra, ma non 300 e 600 euro, parliamo di 1600 euro contro 3000 euro.
È lì che uno deve fare i conti con le sue tasche e vedere se può permettersi una tale differenza di costo, a fronte delle differenze qualitative dei due strumenti, che a volte non sono così eclatanti.
Ma è indubbio, che una sia meglio dell'altra.
Rispondi
di kcay27 [user #48663] - commento del 02/08/2018 ore 21:09:
Questa è un'altra cosa che non avevo valutato. Io uso prevalentemente chitarre classiche e acustiche con corde 0.11 perché non ho una mano molto forte ed a volte ho anche problemi al polso, per cui con una elettrica speravo di non superare le 0,10. A meno che non riesco a fare un settaggio raso-tasto che mi permetta di usare un calibro maggiore. Tante grazie.
Rispondi
di MM [user #34535] - commento del 03/08/2018 ore 08:15:30
Vabbè, ma delle 010 in una semiacustica come la 335 o simili vanno benissimo, anzi direi che sono perfette.
Rispondi
di doctorjazz [user #26422] - commento del 03/08/2018 ore 08:47:18
@kcay27. Assolutamente, concordo, ci puoi montare tutti i calibri di corda che vorrai.Nessuna preoccupazione per la mano.Con una regolazione opportuna alla curvatura del manico, potrai provare set corde da 0.09 a 012, qualcuno poi nel jazz monta cantini ancora più grossi............ma questa è un’altra storia!
Rispondi
di kcay27 [user #48663] - commento del 03/08/2018 ore 21:09:56
Va bene, posso mettere tutte le corde che mi passano per la testa, ma io mi riferivo al fatto da te raccontato, di alcuni tuoi colleghi, presumo musicisti, beati voi, che con delle corde 009 avevano ottenuto un suono "acido" e rockettaro, che non è assolutamente quello che vorrei. Per quanto riguarda i pickups, credo che non tutti sappiano cosa stanno suonando. Come si fa a sapere se sono montati i 57, 63 o i nuovi, su una chitarra usata?
Rispondi
di doctorjazz [user #26422] - commento del 03/08/2018 ore 23:29:01
@kcay27. Allora non è difficile , su Internet trovi facilmente il riscontro della tua chitarra e puoi risalire al tipo di pick up, le dot del 2011 montavano i 57 Classic. Poi c’è sempre la possibilità di controllare , smontandone uno .Ma a proposito che modello è la 335 da te adocchiata? Cosa suoni preferibilmente?
Rispondi
di kcay27 [user #48663] - commento del 04/08/2018 ore 14:17:56
So che è una custom shop del 2011 della quale il proprietario si vuole disfare per via del manico, a dir suo, troppo cicciotto, lui preferisce i manici tipo Fender. Cosa suono? Non uso mai questa parola, per me è una bestemmia. Io mi definisco uno strimpellatore della domenica. Prevalentemente studio e sono circa 28 anni che lo faccio, con il risultato di chi imbraccia una chitarra un paio di volte a settimana. Adesso cerco di scimmiottare i pezzi di Andy Summers (non quelli con i Police) e qualche pezzo jazz, perdonami l'eresia. Ti ringrazio per le tante informazioni.
Rispondi
di doctorjazz [user #26422] - commento del 04/08/2018 ore 15:40:44
@kcay27. Perbacco una custom shop del 2011!sarà una meraviglia! fatti dare le informazioni sui pickup e dati i tuoi gusti musicali , potrebbe essere la chitarra definitiva.Trattandosi di un pezzo pregiato io andrei a provarla, specie per il manico Quello della mia e’ lo slim , molto sottile, tuttavia conosco , per aver provato una 335 con manico grosso a D, è un tantino ingombrante, il suono è però eccezionale, lo montavano su alcune edizioni reissue 59, molto costose.Vai e torna vincitore.Un saluto e benvenuto nel mondo 335.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Federico Malaman: strumenti Signature e consapevolezza del suono
Marty Friedman e Jackson: un ritorno di fiamma durato decenni
Vox testa l’AC30 monocanale 1x12
Salen: Strandberg sfida la tradizione californiana
Agostino Marangolo: come suonare "A me me piace o Blues"
I vostri articoli
Fender Modern Player Telecaster Plus
DigiTech Obscura Altered Delay
Sterling St Vincent Signature
Clapton and friends live at Hyde Park
DV Mark Micro 50 M: piccola peste
I compleanni di oggi
celestino
rioausa
fernando170895
Misterlunick
bird63
Skylnal
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964