HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Ibanez F360
di [user #48752] - pubblicato il (Modificato) 

Ciao a tutti, intanto grazie dell’ospitalità, questo è il mio primo annuncio, vi scrivo perché mi è venuta voglia di “riprendere” a suonare la chitarra... Anche se riprendere è un parolone ma diciamo che qualche canzoncina da spiaggia la suonavo. Ecco, così ho spiegato il mio livello bassissimo... ma, veniamo al dunque: ieri sono passato in un negozio di strumenti musicali della mia città, per farmi un’idea di prezzi e strumenti in commercio. Cavolo, i prezzi si sono abbassati rispetto ad una volta! Anche se la qualità degli strumenti economici è giustamente bassa... Ecco che allora mi metto a cercare nell’usato cercando una migliore qualità ad un prezzo più contenuto e m’imbatto in una Ibanez F-360 costruita a mano in Giappone nei primi anni 80, così mi dice il negoziante. Mi piace esteticamente, ma quelli son gusti, e rispetto alle economiche che ho provato prima non c’é paragone, un suono pieno, duraturo, dolce... insomma, le differenze le ho notate anch’io... L’attrezzo sembra tenuto molto bene e tutto originale, custodia rigida compresa, allora vi chiedo due consigli: quali sono le cose che dovrei guardare per capire se l’attrezzo è tecnicamente in ordine? Quale sarebbe un prezzo adeguato?
Grazie 
Massimiliano
Commenti
di DiPaolo [user #48659] - commento del 10/09/2018 ore 19:06:59
Primo guarda se il manico è diritto osservandolo dalla paletta verso la cassa.
Secondo guarda lateralmente al ponte se ci sono crepe sul top o anche solo se il top, in corrispondenza del ponte risulti bombato verso l'alto, nel caso siano state usate corde troppo grosse o tenuta in ambienti troppo secchi.
Terzo controlla, suonando ogni corda singolarmente dal tasto 1 al tasto 14 se in corrispondenza di qualche tasto qualche corda frigge, controlla che per evitare ciò non abbiano alzato l'action delle corde parecchio, nel caso chiedi se te le possono abbassare e riaccordare, poi riprova (non farlo tu, la chitarra è ancora loro).
Quarto controlla che non ci siano crepe: sul top, sul fondo, sulla fasciatura e soprattutto nel manico zona paletta.
Quinto un controllo generale: parti metalliche ossidate, bozze, punti in cui la vernice è saltata ecc.
Sesto suona degli accordi (una sola pennata potente) non solo a capotasto e senti se ci sono dei suoni/vibrazioni non dovute, e soprattutto se il suono permane a lungo (buon segno) o decade velocemente (nobbuono).
Settimo se tutto è OK vai. Ciao Paul.
Rispondi
di Jack Omelly [user #48752] - commento del 11/09/2018 ore 23:16:09
👍🏻,grazie! Per i più esperti saranno consigli scontati ma per me valgono come l’oro... grazie ancora.
Rispondi
di DiPaolo [user #48659] - commento del 11/09/2018 ore 23:42:39
Prego, è come a scuola, al bar o fra amici. Paul.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
George Gruhn svela i 5 ingredienti per una buona chitarra
Duncan cattura il PAF in single coil per Billy Gibbons
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Inizio a studiare chitarra
Torna il Triangle Big Muff originale
I vostri articoli
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
DigiTech Obscura Altered Delay
Sterling St Vincent Signature
Clapton and friends live at Hyde Park
I compleanni di oggi
Johnny92
aldamar
ninai
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964