HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
If You See Her Say Hello: online il lyric video di Bob Dylan
If You See Her Say Hello: online il lyric video di Bob Dylan
di [user #116] - pubblicato il

More Blood, More Tracks - The Bootleg Series Vol. 14 raccoglie tracce estratte dalle sessioni per l’incisione di Blood on the Tracks mai ascoltate prima.
14esima parte della Bootleg Series, More Blood, More Tracks contiene una lunga lista di registrazioni tratte da sei sessioni risalenti alla fine del 1974 per l’album Blood on the Tracks del 1975.
La tracklist attraversa i quattro giorni dal 16 al 19 settembre a New York più le sessioni del 27 e del 30 dicembre a Minneapolis, da cui ha preso vita uno degli album più significativi per la carriera di Bob Dylan.

Si tratta di registrazioni live in studio, senza cuffie né sovraincisioni di sorta, che ritrovano l’artista da solo con la sua chitarra e la sua armonica.
Molti dei brani contenuti nel nuovo lavoro sono già circolati, in via ufficiale o meno. Si tratta però di versioni leggermente trattate e velocizzate in studio per risultare più ritmate e appetibili al grande pubblico delle radio. Quella contenute in More Blood, More Tracks, invece, mostrano per la prima volta le incisioni esattamente così come il cantautore le aveva effettuate.

A ripercorrere la dimensione intima in cui More Blood, More Tracks si muove, il lyric video preparato per presentare il nuovo lavoro ricostruisce la scrittura del testo originale di “If You See Her Say Hello” di proprio pugno da parte di Dylan.



More Blood, More Tracks - The Bootleg Series Vol. 14 è in uscita il 2 novembre nei formati in CD singolo o due LP ed è disponibile anche in versione Deluxe su sei CD, contenenti take alternative da solo e con la band, prove in studio e stralci mai sentiti prima.
album bob dylan
Link utili
More Blood, More Tracks sul sito di Bob Dylan
Altro da leggere
Pubblicità
Gli Stray Cats sono tornati...
White Album mai sentito prima per i 50 anni...
Online il video di Valley Of Fire di Jason...
Album in arrivo per i Greta Van Fleet...
Pubblicità
Commenti
di MTB70 [user #26791] - commento del 04/10/2018 ore 08:00:44
Io sono un fan di lunghissima data, e devo dire che la Bootleg Series e' qualcosa di strepitoso - di nicchia, naturalmente, ma nondimeno notevole.
Le versioni da CD singolo/doppio le consiglio un po' a tutti se piace Dylan, I cofanetti sono più per I diehard; pero' poter seguire la genesi dei brani, sentire versioni radicalmente diverse sia musicalmente sia come testo, e' un modo bellissimo per capire come siano nati certi dischi in un contesto di studi anni 60 e 70 che altrimenti e' difficile conoscere. Se penso agli altri artisti che seguo, devo dire che nessuno ha messo in piedi una serie di riedizioni/rielaborazioni anche solo paragonabili.
Rispondi
di oscar1965 [user #19484] - commento del 04/10/2018 ore 19:19:02
Non ne compro piu'. Tra vinili e CD (sia standard sia della Bootleg Series) ne ho troppi.
Gli ultimi soldi li ho spesi per "La Bibbia di Bob Dylan" tre volumi consigliati a chi vuol sapere tutti ma proprio tutti i riferimenti (non solo biblici) dei testi
Rispondi
di MTB70 [user #26791] - commento del 04/10/2018 ore 22:13:05
Beh, anch'io ne ho troppi...ma poi guardo il cofanetto con l'opera omnia di Bach (157 CD) e penso che un po' di spazio ancora ce l'ho;-)

C'e' da dire che pochi altri sono stati tanto prolifici - il primo disco e' del 1962 e continua a sfornare roba nuova, oltre alle riedizioni.

Io i primi rudimenti di inglese li ho imparati con lui ed i Beatles, prima che arrivasse il momento di studiarlo a scuola.
Rispondi
di oscar1965 [user #19484] - commento del 05/10/2018 ore 17:21:11
Su Bach non si discute :)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Hot topics
Album in arrivo per i Greta Van Fleet
La passione segreta di Slash per la Stratocaster
Al via il piano Gibson per riprendersi dalla bancarotta
I Muse presentano Pressure: il video che non abbiamo capito
Un video inedito di John Lennon per la riedizione di Imagine
Dischi e recensioni
Angolo DIY
Interviste
Maurizio Solieri, curiosando "Dentro e Fuori dal Rock'n' Roll"
Arrogantia ammicca al vintage d’avanguardia con la Kairos
Luigi Grechi: "Il CD è arrivato alla fine della corsa!"
I chitarristi sono un bene per la società
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964