CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Consiglio american standard

di [user #49166] - pubblicato il
Ciao ragazzi, è il primo consiglio che vi chiedo qui su accordo e non so neanche se lo sto scrivendo nel posto giusto...
Suono da un pò di anni e ho 2 chitarre parecchio vintage come impostazione. E ora sento la necessità di acquistare uno strumento versatile. Insomma, come tutti prima o poi, mi devo comprare una stratocaster standard americana. Se HSS è meglio...
Il problema è che non ho nessuna esperienza in merito. So valutare abbastanza bene una chitarra se la prendo in mano ma le strato americane non le conosco. Premettendo che mi fiderò dell'istinto e prenderò quella che mi suona meglio in mano e all'orecchio, quella con il manico migliore e la tastiera fatta meglio, considerando che ogni chitarra è diversa dall'altra, che la produzione fender è altalenante e tutte le solite storie, voi sapete consigliarmi qualche annata o modello particolare? Perchè lasciando stare le special e le highway one, si parte da modelli seconda metà anni 80 fino a chitarre di 2 anni fa. Con una forbice di prezzi che va dai 700 ai 1000 euro. E tra queste ci sono anche le varie deluxe, elite, plus, ultra ecc...
insomma se qualcuno può, mi aiuti un attimo.. grazie!
Loggati per commentare

di zabu [user #2321]
commento del 06/12/2018 ore 21:57:
Se parliamo della Standard, è una serie che è migliorata con il tempo. Io lascerei proprio perdere quelle anni '80-'90 per un paio di motivi. La prima è la famosa vaschetta per i pesci, ovvero lo scavo enorme rettangolare del vano pickups. La seconda motivazione è che, proprio tra anni '80 e '90, i corpi venivano spesso impiallacciati, ovvero veniva stesa una sottile sfoglia di ontano a coprire i corpi che erano costruiti in un collage di pezzi. Avevo scritto un post tanti anni fa sull'argomento: vai al link Magari poi suonano bene comunque per carità, pero' dovendo scegliere... Io mi orienterei su un esemplare proprio dell'ultima produzione, quando hanno brevemente impiegato pickups del Custom Shop. Adesso come saprai la serie è stata sostituita dalla Professional. Sulle altre serie non so che dirti, non le ho mai trovate attraenti personalmente, ma questione di gusti.
Rispondi
di vi.di [user #49166]
commento del 06/12/2018 ore 22:21:4
"è una serie che è migliorata con il tempo"..con questa frase hai riassunto tutte le mie perplessità! In molti sostengono che le chitarre di prima erano vere chitarre, non come le strato di adesso che sono in cartone pressato (soprattutto chi ne ha una vecchia da vendere!). Però io sinceramente ne ho una vicino casa che è una 2012, e sono molto più orientato su quella. Il ponte non ha più le sellette block, ma quelle in acciaio piegato. I single coil sono dei fat 50 che costano un botto. Anche il case mi sembra fatto meglio. Quindi perchè no..Grazie mille per la risposta
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 07/12/2018 ore 00:27:23
Si, io mi orienterei proprio sulla 2012 fossi al posto tu. Riguardo all'idea vecchio=meglio dipende Nel caso delle Fender di produzione media, tra anni 90 e oggi, secondo me infatti ci sono stati miglioramenti sostanziali. Basta vedere le specifiche. Poi chiaramente ogni strumento fa storia a e va giudicato nella sua unicita'. Ma io appunto non andrei a pagare di piu' per uno strumento Fender degli anni '90 perche' "prima li facevano meglio". Al limite vero il contrario...
Rispondi
di The loner [user #48985]
commento del 06/12/2018 ore 22:46:19
Possiedo una stratocaster 2010 American special, Hss; come comodità è veramente stupenda, scorrevolissima e mi restituisce molto feeling; come suono i pickup al manico e centro sono molto fender, taglienti e cremosi al punto giusto. Il ponte ..beh, sinceramente non mi piace molto, troppo acido, ma spinge poco, lo vorrei sostituire con un Seymur Duncan. Quindi ti direi di osservare la comodità, il suono dei primi due pickup, ma in particolar modo il ponte. Buona fortuna!
Rispondi
di vi.di [user #49166]
commento del 07/12/2018 ore 12:30:48
La special non l'ho presa in considerazione per via del ponte a 6 viti, però effettivamente mettendoci un Seymour JB ti ritrovi con la configurazione di Stef burns...poca spesa e tanta resa! Grazie dei consigli
Rispondi
di The loner [user #48985]
commento del 09/12/2018 ore 16:07:41
Di nulla, facci sapere cosa avrai scelto! :-)
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Boomwhackers: la didattica innovativa
Cool Gear Monday: la SG Custom 1967 di Jimi Hendrix
"Asbury Park: Lotta, Redenzione, Rock and Roll" al cinema il 22-23-24 ...
Frank Gambale: un ottimo manuale per imparare a improvvisare
PRS: La S2 Vela diventa Semi-Hollow
Scale a tre note per corda: da Paul Gilbert a Andy Timmons
Registrare e rimandare il suono dell'ampli con un looper
Nux Solid Studio SS5: microfonare la chitarra... con un pedale
La storia dietro la Gretsch più desiderata del Custom Shop
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Capotasto: storia e utilizzo e in più la prova del nuovo G7th Perform...
Waves Audio Submarine
Ginevra Costantini Negri: quando i sacrifici non pesano
Nili Brosh: apriamo il suono della Pentatonica
Drone Tone MKIII: generatore di tappeti elettronici in formato stompbo...

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964