CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Scheda audio seria???

di [user #49183] - pubblicato il
Ciao a tutti...voglio migliorare il suono che ho quando suono a casa...perchè adesso non mi soddisfa per niente...
Ora suono su un Multiamp+Cassa Palmer 2x12 con i V30. In casa il suono non esce...così ho provato a bypassare la cassa e Mandare l'uscita dedicata del Multiamp in scheda Focusrite Saffire 24 e fare uscire il tutto dai monitor Yamaha SP5. Delusione...
Ho quindi preso la decisione di cambiare sistema e vorrei ritornare a un buon valvolare (mi sono stufato del digitale...basta...), farlo passare attraverso una bella Loadbox ed entrare in una scheda audio seria.
Il primo passo sarà la scheda: tra due e quattro ingressi e con una qualità dei pre e dei convertitori molto più alta della mia attuale.
Ho pensato ad alcuni modelli:
UAD Apollo Twin MK2
Apogee Element 46
Apogee Quartet (solo usata perchè vado fuori budget)
RME Fireface (non le conosco molto)
Avete esperienza? Mi sapete dire qualcosa su questi modelli?
Tenete presente che registro chitarre elettriche, acustiche, voce, basso e piano...genere classic rock..
Aspetto opinioni...ciao a tutti!
Dello stesso autore
Loggati per commentare

di Tubes [user #15838]
commento del 11/12/2018 ore 12:14:19
Ciao,
ti dò il mio spassionato consiglio. Io ho una Focusrite Sapphire Pro40 pagata intorno ai 500 euro già da qualche anno ormai, quindi una scheda più che adeguata all'home recording . Però ti dico che, sempre secondo me, oggi con schede molto più economiche ti fai le tue registrazioni ad un livello qualitativo di tutto rispetto. La differenza la fai con ciò che gli dai in pasto. Io comincerei da qui, la scheda è veramente un componente che influisce poco sulla qualità di ciò che senti., ovviamente in un contesto di registrazioni casalinghe. Dici che il digitale ti ha stufato. Che digitale hai usato? Perchè con roba tipo Kemper o Helix è impossibile rimanere delusi. Ma anche i vecchi POD o i moderni preamp con simulatori di cabinet non scherzano affatto . Poi i diffusori. Io ascolto tutto con monitor Yamaha HS8, i tuoi hanno un woofer più piccolo, forse le basse ne risultano penalizzate. Hai parlato di valvolare, per carità se l'ampli è buono i suoni sono quelli giusti da sempre, ma trovare la quadra in casa è estremamente difficile. Io le ho provate tutte con il valvolare, mi manca solo il microfono, forse la scelta perfetta, ma i volumi? Come fai a gestire una distorsione da valvola in casa? Al momento la mia scelta è: digitale (Kemper) + scheda come detto sopra + DAW Cubase. Non serve altro e hai tutti i suoni del mondo, ma guarda che ho sentito ottime produzioni anche con i plug-in tipo Amplitube o Guitar Rig. Quindi quello che vorrei dirti è concentrarti di meno sulla scheda, se ci fai caso qui su Accordo se ne parla raramente anche perchè ormai con meno di 100 euro hai prodotti con un conversione analogico-digitale impensabile fino a pochi anni fa.
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 11/12/2018 ore 12:30:12
....per altro ormai i convertitori servono a poco se si usa digitale...con spdf si bypassano direttamente.......una load box poi....anch'io proverei altre strade
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 11/12/2018 ore 12:51:16
Ma guarda io mi sono stufato del concetto di digitale...tutti i suoni del mondo non mi servono. Mi distraggono e basta...Vorrei finalmente un suono solo...ma vero. Tanto mi sono accorto che gira che ti rigira io cerco sempre un suono sul punto di breakup o leggermente crunch e lo gestisco alla vecchia maniera con il volume della chitarra. Le loadbox servono proprio a tirare un ampli valvolare a tuono e registrare l'uscita del cono senza friggere la scheda. Che i convertitori servano a poco è la prima volta che lo sento...se poi come me registri anche diverse cose acustiche con i microfoni non poi cosi vero
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 11/12/2018 ore 13:42:35
guarda, anche io sto suonando in casa, ed ho iniziato a registrare con scheda audio e microfono tutto di bassissima fascia meno di 300€ tra uno e l'altra, con una chitarrina da pochi euro, il risultato è qua vai al link se vuoi sentire, secondo me ha ragione tubes ormai non bisogna svenarsi per una scheda audio per registrare a casa
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 11/12/2018 ore 16:39:14
...se hai kemper e scheda audio dei convertitori non te ne fai nulla perchè il segnale esce digitale dal kpa ed entra diretto nella scheda audio. Diverso il discorso se devi registrare la voce, la batteria o altra roba. Mi pare però che qui si stesse parlando di chitarre...
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 11/12/2018 ore 13:37:44
Prova a dare un'occhiata alle load box con scheda integrata di Universal Audio o Two Notes, potrebbero essere una buona scelta per registrare ampli veri. Potresti continuare con la Sapphire per i microfoni, non sarà proprio il top ma non ė certo la peggiore sul mercato!
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 11/12/2018 ore 14:00:25
Intendi la OX di UAD e le varie Torpedo Live e Torpedo Studio?Si io per Loadbox intendo proprio quelle. Non sapevo facessero anche da scheda...ho chiesto pareri prima sulla scheda perchè registro brani miei...e una scheda credo sia l'upgrade da fare prima e il più logico. Magari non ti stravolge la qualità delle chitarre registrate da sola...ma in una volta sola migliora la voce, le acustiche, il basso...e poi il passo successivo Loadbox pro...e ampli
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 11/12/2018 ore 14:19:29
...bhè quelle non sono load box...e se non ti piace il digitale...bhè mi spiace sono digitali anche quelle..e per sepndere 900 € per una OX...allora mi compro un kemper (e infatti è quello che ho fatto)....
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 11/12/2018 ore 14:45:51
Quelle SONO loadbox. Hanno anche una scheda integrata, il suono puro dell'ampli analogico va al pc per essere rielaborato con eventuali effeti ed IR.
Poi hai ragione a dire che il kemper non è così distante, sono approcci diversi per un risultato simile.
Prima o poi il suono si digitalizza, ė questione di gusti e/o esigenze.
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 11/12/2018 ore 16:26:4
OX è un "Dynamic Speaker modeler"...c`'él'abisso con una load box reattiva tradizionale, altrimenti non costerebbe quello che costa..
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 11/12/2018 ore 20:05:44
Di fatto è una load box di qualità con convertitore di qualità e software di qualità. È vero che costa cara (anche se componenti separati di pari livello non credo vengano a costare meno) ma visto che il budget a disposizione sembra alto può essere una buona idea.
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 11/12/2018 ore 14:58:43

Non sono loadbox?E cosa sarebbero? Il mio discorso non era così radicale...è ovvio che o registri tutto per bene in analogico (devi avere una marea di soldi)o da qualche parte in digitale ci devi entrare...computer, scheda...allora spiego meglio in cosa consiste la mia antipatia per gli ampli digitali...
Il fatto è che non amo più (cosa che invece una volta mi piaceva fare) cambiare parametri, settaggi...si perde una marea di tempo invece che passarlo a suonare. Tanto ripeto finisco sempre per cercare l'emulazione di un Marshall...e suonare in digitale come se avessi una monocanale.
Oltre a questo...magari il Kemper no...ma l'attacco della nota negli ampli digitali non è uguale a quello di un ampli vero..sopratutto nei suoni che uso io. E allora a questo punto mi prendo un JTM45 vero...lo tiro su di volume in casa con una Loadbox reattiva seria e uso un ampli vero in scheda.
Tutto questioni di gusti...ma la domanda riguardava le schede audio tra l'altro. Non sono l'unico che sta passando a questo tipo di sistema in casa...
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 11/12/2018 ore 15:13:53
Avessi soldi da spendere farei come te... Jtm45 - Load Box - Microfono - Scheda Audio
Comunque concordo che la scheda audio alla fine è l'elemento forse meno importante della catena... non ci spendere più di 2/300 euro...
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 11/12/2018 ore 15:29:46
Forse confondi la Loadbox con l'attenuatore di potenza. Se registri con una loadbox lo fai per non dover usare il microfono. Puoi suonare il tuo valvolare col volume a tuono sentendolo anche in cuffia volendo dalla scheda audio.
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 11/12/2018 ore 15:22:58
Sì scusa... è che quasi tutte le load box sono anche attenuatori... e quasi tutti gli attenuatori sono anche load box...
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 11/12/2018 ore 16:26:10
...il punto è trovare una load box reattiva seria...e appunto o vai suo OX o su two notes, spendendo uno sproposito e per avere ancora da litigare con il "digitale", visto che ai IR da caricare e hanno convertitori analogico digitali anche loro.
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 11/12/2018 ore 16:38:21
Gli IR li uso già..quelli sono indispensabili per non usare il microfono. Ovvio che una loadbox seria costa ma lo sapevo già...non capisco quale sia il tuo problema...
Rispondi
di Gasto [user #47138]
commento del 11/12/2018 ore 16:47:27
Non ho nessun problema perchè? hai chiesto quali esperienze abbiamo in questo campo.
Riassumo:
1) load box tradizionali per me sono no: mai riuscito ad avere il suono che volevo
2) Twno notes: gran macchina ma per quello che costa il KPA mi da molto di più, ci investirei dei soldi solo se avessi ampli boutique.
3) schede audio: se usi digitale non servono converitori.
Tutto qui, questa è la mia esperienza.
Ciao
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 11/12/2018 ore 17:10:44
Ok, grazie mille...
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 13/12/2018 ore 11:09:12
Prima di tutto ci vuole un amplificatore serio.
E poi la OX di UAD è la cosa più figa al momento la più all'avanguardia, ce l'hanno tutti gli studi di registrazione e gli youtubers che fanno video con la chitarra.
Io ho Helix ed ho suoni stupendi senza problemi di vicinato (anche se mi tengo il mio Rivera a valvole e la mia scheda Roland e i miei microfoni).
Se vuoi microfonare una amplicatore bene dovresti avere un posto adatto perché i suoni che senti nei dischi sono fatti con più microfoni piazzati sul cono e in giro per la stanza di e non solo un SM57 piazzato sul cono, minimo sono due microfoni diversi tipo SM57 ed in aggiunta ad esempio un ribbon o uno a condensatore o un dinamico diverso.
Rispondi
di PickselMusicOfficial [user #49183]
commento del 13/12/2018 ore 12:33:53
Eh lo so, ma penso che l'ampli sarà l'ultimo step...Mi attira molto il Marshall JTM45, alcune testate Friedman (come la Dirty Shirley o la Pink Taco) e il Supro Black Magick...pasta sonora diversa ma stilosissima...poì vedrò.
Per i microfoni no...non ho lo spazio adatto non ci provo neanche più
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 13/12/2018 ore 16:48:47
A me piacciono i Supro però stai attento di comprare un amplficatore con volume e Master sennò è inutilizzabile.
Nel senso che un amplificatore con solo volume per farlo distorcere lo devi tirare a canna e non non è mai o quasi posssibile. e certi modelli Supro sono così con uno o due volumi e niente Master ma anche altri amplificatori boutique.
Se spendi ci sono anche DRZ., 65 amp e Divided by 13. Magnatone, Morgan.
Anche i Victory non sono male.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
News
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964