CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Jet City Jettenuator
Jet City Jettenuator
di [user #38] - pubblicato il

Un lettore ci racconta il Jettenuator, tra le soluzioni più accessibili per attenuare o registrare in diretta l'amplificatore valvolare con firma Soldano.
Suonare a casa con amplificatori valvolari può essere proibitivo, ma una soluzione che ci aiuta a non lasciare nel dimenticatoio le nostre amate valvole sono i power attenuator.
Questa scatole, una volta collegate all'amplificatore, permettono di abbassare il volume senza andare a compromettere la qualità generale del suono, o per lo meno ci provano.
In pratica si può utilizzare un amplificatorre valvolare mantenendo i potenziometri dei volumi come in sala prove e, collegando il power attenuator, si otterrà solo la diminuzione del volume sonoro di uscita.
Nel mio preciso caso ho acquistato il Jet City Jettenuator by Soldano. Sul mercato non è uno dei piú costosi, ma il glorioso nome "Soldano" promette bene.

Ho testato il Jettenuator su di una testata puramente valvolare degli anni '60 (Selmer TnB) e su di un amplificatore moderno e completamente differente: il Mesa Boogie Express 5:50 Plus.

Jet City Jettenuator

Il Jettenuator è leggero e non necessita di alimentazione, quindi è facilmente trasportabile, è possibile anche infilarlo da qualche parte nella cassa acustica dell'amplificatore. È molto interessante sentire il volume sonoro abbassarsi e poter suonare a livelli minimi senza snaturare il suono generale. Io l'ho utilizzo anche in sala prove, dove comunque devo contenere un po' il suono. È un power attenuator che mi permette di suonare in piena notte e di registrare, l'ho trovato estremamente utile in questo.

La qualità audio certamente ne risente, diciamo che mediamente si perdono un po' di frequenze medio/alte e quindi il suono risulta un po' più cupo. Smanettando con l'equalizzazione dell'amplificatore si può ristabilire il suono originale ma comunque non ritorna mai esattamente il suono dell'amplificatore "puro".

Si possono collegare uscite a diffusori acustici con impedenza da 16/8/4 Ohm, in pratica tutti quelli presenti nel mercato.
È presente un'uscita di linea, per poter registrare senza far rumore, da utilizzare per collegare Jettenuator a un mixer o processori di effetti. Secondo me non è molto fedele e stravolge un po' il suono.
Interessante è anche la presenza di un'uscita MicSim, un'uscita XLR bilanciata che simula un microfono davanti a un altoparlante. È una specie di DI box con cui inviare il suono al mixer per la registrazione. Nel manuale è scritto che Jettenuator attenuerà l'output di circa 3dB semplicemente collegandolo.

Credo che il power attenuator Jettenuator sia un buon prodotto soprattutto per attenuare i volumi di uscita. Ho notato inoltre che molti chitarristi professionisti utilizzano dei power attenuator anche durante i concerti live, quindi ci deve essere un valido motivo.
accessori gli articoli dei lettori jet city jettenuator
Mostra commenti     8
Altro da leggere
50 anni di Rosewood Telecaster
Il mio woody Klon autocostruito
Fender Stratocaster American Performer: perché si
Fender: le prime CBS
Namm 2019: dB Technologies
Namm 2019: Meinl
Seguici anche su:
News
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964