CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

domandone di fine anno

di [user #48998] - pubblicato il
buondì, il 2018 è agli sgoccioli.
quanti di voi hanno una band?
suonate solo in saletta, o vi esibite live?
che musica proponete? fate solo cover, o mettete in mezzo alla scaletta vostri brani inediti?
c’è ancora qualcuno che riesce a proporre solo la propria musica nei contesti live?
qual’è il feedback o il motivo che vi fa ancora continuare a sballottare quintali di strumentazione in giro per locali, la birra, i soldi, la gloria, o qualcosaltro?
cosa vi spinge  a  spendere buona parte dello stipendio per cambiare costantemente strumentazione per fare 5 live in un anno?
riuscite a trovare sempre nuovi locali o contesti dove esibirvi, o continuate imperterriti a suonare a oltranza nei soliti 5 posti?
avete sempre un pubblico diverso che vi segue, o  avete sempre i soliti amici o affezzionati che vi seguono fedelmente?
quanti come me hanno passato i 40 e si avvicinano ai 50, che pensano  ormai sia  + la fatica che il gusto?
cosa aggiungereste o togliereste a questo sito?
beh, fatemi sapere la vostra saluti:)
Dello stesso autore
il suono crudo della DXM
il tema di Pinocchio
"fingerstyle" la mia prima song!
accordi di settima alterati
Coffee Overdrive
brano nuovo.. e novità!
Gibson L4 del 1998
un brano e due dediche
Loggati per commentare

di Lisso [user #45363]
commento del 30/12/2018 ore 14:32:02
- suono la chitarra in una band;
- ci esibiamo live;
- non facciamo cover (che senso ha suonare robe fatte da altri non lo capisco);
- abbiamo 25/26 anni e ci divertiamo ancora nel fare musica e suonarla davanti alle persone;
- trovare locali in autonomia è difficile, tra poco inizieremo a collaborare con una etichetta e un'agenzia di booking che ci toglierà questo problema.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 30/12/2018 ore 14:50:02
Hendrix, Elvis, Clapton, Rolling Stones...
Cosa c'entrano ti chiederai... Beh han tutti fatto delle cover nella loro carriera, la sola All Along The Watchtower è più famosa dell'originale.
Il senso di fare cover è questo, riproporre (non copiare) un pezzo e farlo tuo e non è facile.
Però fare cover ti dà la base per capire come sono strutturati i pezzi di epoche e di origini diverse e questo te lo ritrovi quando poi vai a scrivere un pezzo tuo.
Rispondi
di Lisso [user #45363]
commento del 30/12/2018 ore 15:14:55
Ovvio, ovvio, concordo su questo, ho passato anni a fare cover, sia con band che studiando lo strumento, ma lo vedo esclusivamente come un percorso di crescita del proprio bagaglio musicale finalizzato al produrre materiale proprio.
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 30/12/2018 ore 23:27:16
Ciao! In un certo senso condivido il tuo ragionamento ma per arrivare ad una "conseguenza" della tua tesi: a volte chi fa materiale proprio non ha ancora completato il proprio percorso di crescita. Mi verrebbe quasi da dire che sono la maggior parte a non avere un bagaglio sufficiente. Ne sentivo spesso anni fa di band che proponevano un mini set da 5/6 canzoni ed era tutto materiale proprio. Il più delle volte era un collage di pezzi più o meno famosi, o stessi giri armonici in altre tonalità.
Anch'io sono per la libertà di espressione e per la ricerca di suoni e ritmi nuovi, ma molto spesso si crescerebbe di più suonando bene una cover (anche non famosa) o riarrangiando uno dei grandi classici.
J.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 30/12/2018 ore 14:3
2 band una cover folk rock (non tribute), l'altra di musica nostra abbiamo appena pubblicato il primo disco.
Ci esibiamo live con entrambe ma selezioniamo le date, a 43anni non ho più tanta voglia di fare tardi o di suonare accanto alla porta del bagno.
Si continuiamo a sballottolare decine di migliaia di euro di strumenti, più che altro per passione ovviamente, i soldi che ci danno vanno tutti in una cassa comune delle band, per vivere per fortuna facciamo altro.
Solitamente non invitiamo mai gli amici, ci piace vedere facce nuove.
Del sito cosa cambierei? Boh probabilmente niente è lo specchio di quest'epoca è più probabile che sia io fuori posto.
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 30/12/2018 ore 15:02:13
- suono la chitarra elettrica in uno spettacolo teatrale, quindi un contesto moooolto particolare, suoni per lo più ambient, con delay e reverberi costanti ma nulla di trascendentale, ho sempre odiato suonare cover, mentre qui posso suonare quello che voglio e che mi piace davvero.
- ci esibiamo in teatri, contesto davvero bello.
- Siamo due chitarristi, età 30, 20, l'attore invece ne ha 33.
- Pochi spettacoli ma buoni, (è capitato anche di esibirci in delle scuole davanti a studenti delle superiori)
- domandona da un milione di euro (quelli degli stipendi persi in GAS), cosa mi spinge a cambiare costantemente la strumentazione? Le costanti pippe mentali, che poi appena arriva il pedalone nuovo di turno...dici adesso basta cosi, ed il giorno dopo stai già pianificando altri acquisti! E' cosi...ma il bello è anche questo.
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 30/12/2018 ore 15:53:27
1) Ho una band
2) Suoniamo live
3) Beatles Tribute 66/70
La band ha un anno di vita quasi e trovare locali che soddisfino (mese prox. 2 date)
le proprie aspettative non è semplice;
i 40 li ho passati 27 primavere fa e sono ancora qui a studiare brani
e sballottarmi avanti e indietro e se non fosse così sarei perso.
Anni fa avevo certezze spazzate via man mano nel tempo,
mai avrei suonato in una cover band, ed invece...
mai avrei avuto una chitarra costruita su mie specifiche,ed invece
mai avrei pensato di partecipare al Rocki'n 1000 ed invece dopo Firenze
sono in lista di attesa per Parigi o Francoforte.
La passione non ha religioni pregiudizi o preclusioni va alimentata
e non ostacolata,sono un vecch...ehmm...diversamente giovane rocchettaro
e gli anni e le varie esperienze ti fanno vedere tutto sotto altri aspetti.
L'ultima cosa,a questo sito non toglierei niente per me esiste solo People.
Buon Anno
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 30/12/2018 ore 23:01:07
Standing ovations per te Maccarons
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 31/12/2018 ore 15:55:13
Troppo buono.
Ogni bene
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 30/12/2018 ore 23:29:4
ehi sono in lista di attesa anch'io per Francoforte! purtroppo ne ho 69 davanti:( tu come sei messo?
Rispondi
di maccarons [user #20216]
commento del 30/12/2018 ore 23:36:32
Ne ho 2 davanti, ma cerco anche qualcuno con cui andarci
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 30/12/2018 ore 23:48:32
io avevo già preso i biglietti per andare a vedere slash a verona quel giorno ma avendo rinunciato a Parigi non volevo perdere l'evento anche quest'anno. Spero che nei prossimi 4\5 mesi la situazione si sblocchi così mi organizzo e provo a rivendere i biglietti!
Rispondi
di prada [user #19807]
commento del 30/12/2018 ore 15:59:36
Ciao a tutti.
Suono in due band, con una solo cover di pezzi stra-noti, con l'altra coverizziamo a modo nostro brani veramente poco conosciuti, alternando pezzi nostri;
nella bassa Romagna di locali che consentono di suonare live ce ne sono veramente pochi, per cui si bazzicano sempre gli stessi posti;
amici a sentirci ne vengono pochi, qualche fan sempre presente ma generalmente avventori (mooolto distratti);
la motivazione che ti spinge ancora a sbatterti (alla veneranda età di 56 primavere) è solo la passione, voglia di suonare e di divertirti facendolo. Non abbiamo più velleità artistiche da coltivare, l'importante è non diventare patetici;
con il tempo, grazie alla tecnologia, i pesi relativi alla strumentazione sono sopportabili; per quanto riguarda i soldi che si spendono, io li considero come per ogni altro hobby: quello che si può spendere si spende, per il resto amen;
il sito: aggiungerei più recensioni di strumenti (non necessariamente novità) e maggiore spazio al basso.
Buon 2019 a tutti.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 30/12/2018 ore 19:16:2
grazie a tutti per le risposte, contraccambio gli auguri di buon anno e li estendo a tutta la comunità di Accordo.
la mia situazione è questa:
1 non suono in una band.
2 compongo molte cose sia in acustico sia in elettrico, ogni tanto stravolgo brani di altri arrangiando in chiave diversa le cover che faccio.
3 è dal 2014 che non mi esibisco live, le ultime band con cui ho provato afar qualcosa risalgono al 2009/2010, e non rimpiango di aver troncato con queste ultime esperienze.
il mio periodo d’oro di band e live inizia nel 1995 e termina nel 2008. dal 2009 al 2014 sono state veramente poche le occasioni live da ricordare, però mi sono tolto la soddisfazione di salire su un palco grande con tanto di maxi schermo alle spalle, con 2000 persone davanti, suonando i miei brani di matrice fingerstyle, aprendo una serata importante nella mia città.
4 non compro una chitarra elettrica dal 2009, e l’ultimo ampli l’ho preso nel 2008, non mi sento spinto a sindromi di acquisto perche non mi serve il superfluo, e quello che ho per quello che faccio è già superfluo.
5 non cerco band e non mi esibisco + live perche ho perso l’entusiasmo, e questo è molto grave, perche una band o un musicista che sale su un palco senza entusiasmo il pubblico lo percepisce subito, se la gente vede che ti diverti si diverte anche lei, se trasmetti noia di conseguenza annoi anche gli altri.
6 a questo sito aggiungerei un laboratorio di musica a distanza per collaborazioni partendo da bozze o backing track, da plasmare e sviluppare con chi ne ha i mezzi e la possibilità, anche perche viviamo in un epoca dove ormai un pc o un mac ce l’abbiamo quasi tutti noi musicisti, e sarebbe bello sviluppare idee tutti insieme per raggiungere solo un unico obiettivo, quello di fare musica.
7 questo lo aggiungo io perche in lista non c’era:
sogno nel cassetto?
un giorno da leone, ovvero un unico concerto, un po come Jack Black in School Of Rock, un bel palco, un bel back stage, mega luci e mega effetti da palco, costumi da scena megalomani, una super location tanta gente che è li solo per ascoltare musica, magari un anno di prove o forse due prima di questo grande evento, insomma come si dice calare il sipario concludendo in bellezza, senza pensare che ci sarà un seguito
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 30/12/2018 ore 19:39:54
Hola!
Ho una band e mezza, nel senso che une delle due è attiva solo nei periodi in cui il cantante è in Italia, la maggior parte del tempo lo passa al caldo dei caraibi il farabutto!
Con entrambe suoniamo live, solo pezzi nostri, al massimo 2 cover.
Generi di nicchia: hardcore punk la principale, oi la "mezza".
La cosa bella di queste scene musicali è che si riesce a girare con i propri pezzi un po' in tutta italia (con la principale anche ben oltre ai confini nazionali) si conosce tanta gente, si beve un sacco di birra e si mangiano un sacco di schifezze.
La parte negativa ė che non girano tanti soldi e spesso si suona in contesti non ben organizzati, con impianti non al top e spesso si dorme poco su un materasso in terra; sono cose che però passano in secondo piano se confrontate con i lati positivi.
I posti, o meglio gli organizzatori, sono bene o male gli stessi, ogni tanto però per fortuna se ne aggiunge qualcuno nuovo.
Per curare la gas ho speso un bel po' di soldi per una nuova moto quindi per parecchio tempo mi devo accontentare di quello che ho accumulato negli anni che non è male per fortuna.
Sono ormai più vicino ai 50 che ai 40, la fatica si fa sentire visto che oltre a suonare ho un lavoro a tempo pieno e quindi non mi fermo mai, però il bello del suonare in giro fa ricaricare prima la batteria!
Di Accordo non cambierei gran che, aggiungerei una sezione FAQ in stile wikipedia in modo che gli utenti possano proporre alla redazione modifiche e/o aggiunte ai vari argomenti e sarei meno permissivo con certi personaggi che ciclicamente saltano fuori. Cartellino rosso al secondo commento del caxxxo!!
Rispondi
di wo [user #11945]
commento del 30/12/2018 ore 20:33:02
Assolutamente d'accordo sui commenti...
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 31/12/2018 ore 18:42:42
Tutto vero. Capisco bene perché per 20 anni non ho fatto altro che suonare e vedere concerti punk, hardcore e Oi! per tutto lo stivale...possibile pure che ci conosciamo a sto punto!
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 01/01/2019 ore 01:03:24
Può darsi, magari ci siamo bevuti delle birre assieme, chissà...
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 01/01/2019 ore 09:05:49
Come si chiamano i tuoi gruppi?
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 01/01/2019 ore 09:49:56
ciao umanile, perche non ci racconti anche le tue disavventure tra band e locali, anche perche mi sembri un tipo in gamba e mi piace la tua musica.. e comunque buon anno:)
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 01/01/2019 ore 22:42:57
Voglio mantenere l'anonimato :-)
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 02/01/2019 ore 07:38:19
mmmh secondo me se non ci si conosce, poco ci manca!
Rispondi
di Oblio utente non più registrato
commento del 30/12/2018 ore 20:08:55
Beati voi !
Almeno qualche suonata live la fate o l'avete fatta!!
Qualcuno mi da' del mitico :) ma non ho una band e ogni tanto mi unisco a qualche vecchio amico per suonare in qualche festa tra amici o molto di rado in qualche localetto per via dell'amicizia col gestore, sto' ancora inseguendo il mio palco vero e proprio e magari quel "main event" a cui fai riferimento Stefano, potrebbe dare un senso alla mia triste esistenza come chitarromane malato di rock!! :)
Del resto non mi reputo un chitarrista , non ho mai studiato e mi cago addosso se vado in scena ,ma sono un grande fan che si suona il suo disco per mano propria e che smonta e rimonta le sue chitarre in maniera maniacale illudendomi di spaccare il quid .
Comunque non rimpiango nulla ,forse il mio ottimismo nasce dal fatto che non conosco l'adrenalina di un live con tante persone , vi capisco e penso che dev'essere proprio dura trovare sempre stimoli che ti portano oltre volta dopo volta , specie di questi tempi.
Accordo e' a posto per me ! Ok forse people nel sottoscala , ma penso che ce la siamo proprio cercata , nessuno scrive nulla e chi scrive non se lo caga nessuno!!
Anyway viva il rock e le chitarre ...... sono a posto cosi' !!! Buon anno a tutti !! ;))))
Rispondi
di DottorZero [user #44787]
commento del 30/12/2018 ore 21:24:58
Ciao, a dispetto della mia scarsa bravura ho la fortuna di cantare e suonare in una bella band, facciamo cover rock e blues e ci divertiamo un casino (per chi ha voglia di vedere qualcosa: vai al link ), passati i quaranta la voglia di sbattersi per fare pezzi originali non c'è più, onestamente ho solo voglia di divertirmi, stare bene e far star bene, quest'anno siamo riusciti a fare 28 date (alcune anche in piazze medio grandi), e speriamo di far sempre meglio, ma sempre come passione, perché facciamo tutti altro per vivere.
Va bene così.
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 30/12/2018 ore 23:11:20
Purtroppo non ho una band suono solo a casa! Ho poca voglia di sbattermi la sera a trascinarmi le attrezzature in sale prove dopo una giornata di lavoro. Sarà che non sono più un ragazzo ma anche da ventenne ero piuttosto restio ad esibirmi. Poi sono timidissimo con lo strumento tra le mani e questa è una grave pecca. Detto questo grande invidia positiva per chi suona dal vivo in qualsiasi contesto. Siete forti e avete tutta la mia stima! Per quanto riguarda la GAS sono in un momento di acquisti compulsivi soprattutto a livello strumenti acustici... Di Accordo cambierei gli utenti maleducati che non ringraziano quanti si sbattono a dar loro consigli a richiesta su tutto! Bravo Stefano Tramboost sono gli Accordiani come te che tengono viva questa comunità!
Rispondi
di Jijio89 [user #48378]
commento del 30/12/2018 ore 23:44:07
- sono il chitarrista di una band mai ufficialmente nata e mai ufficialmente sciolta! In pratica siamo amici d'infanzia che un paio di volte l'anno ci troviamo a suonare per 4/5 ore tra pizze, birre e cicche.
- abbiamo suonato live una volta anni fa in una serata benefica della zona con altre 4 band e abbiamo fatto un figurone.
- facciamo cover e quando ci prende il piglio giusto partiamo con jam strumentali di anche 20 minuti!
- abbiamo dai 30 ai 36 anni, viviamo in città, province e anche regioni diverse e dubito che rivedremo mai un palco dal vivo.
- ai 40 a me mancano ancora 10 anni e non posso parlare di fatica ma in ogni caso le settimane che precedono uno dei nostri ritrovi le vivo sempre con una certa trepidazione. Spero che tra 10 e più anni sia ancora così.
Ad Accordo.it non cambierei nulla, forse allungherei un po' la lunghezza permessa nei post di People.
Auguri a tutti!
Rispondi
di McTac [user #47030]
commento del 31/12/2018 ore 09:50:18
Auguri a tutti!
Si suona prevalentemente in casa qualche volta in sala con amici/fratelli di vecchia data. Purtroppo non spesso perché siamo sparsi in giro per l'Italia e ci ritroviamo tutti assieme raramente. Poche cover quasi tutte jam session rock blues e qialche pezzo nostro su cui ci lavoriamo da anni..... Live ho smesso da una quindicina di anni.
51 anni ma la passione per la musica è sempre tanta e non diminuisce co l'età anzi.
La gas la si tiene sotto controllo perché si ha famiglia e mutuo da pagare ma in ogni caso c'è la curiosità di sperimentare suoni nuovi.
Sul sito io metterei delle faq per evitare argomenti triti e ritriti. Poi sulla maleducazione di alcuni pochi utenti non credo si possa fare niente. È un poco lo specchio dei tempi.
Di nuovo auguri a tutti per un 2019 ricco di cose buone e musica -:)))
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 31/12/2018 ore 13:41:43
1) Ho una band vai al link
2) Si suoniamo dal vivo
3) Inediti. Solo inediti. Sempre inediti
4) Si ci sono, con tutti i sacrifici e gli sbattimenti del caso
5) La passione
6) Come sopra
7) Eh, bella domanda..non sempre..capita spesso di suonare nei soliti locali..
8) Entrambi, ma mai numerosi
9) Presente
Ne ho quasi 42, suono da quando ne ho 16, sempre da autodidatta, non ho mai preso in mano uno spartito e non saprei nemmeno leggerlo, raramente ho eseguito o ri-arrangiato cover, non mi è mai interessato ne divertito farlo, bensì mi è sempre piaciuto comporre "pezzi" miei, ho sempre suonato e composto ad "orecchio", fortunatamente ho un innato senso del tempo e della musicalità, ma soprattutto ho ascoltato e ascolto tantissima musica, quello mi ha aiutato molto ma, per rispondere alla tua domanda, se non ci fosse il gusto e la passione, non si farebbe niente.
Non si passerebbero ore in sala prove, non si spenderebbero montagne di risparmi guadagnati con sacrifici in chitarre e amplificatori, promettendo a te stesso ogni volta che sarà l'ultimo, non si macinerebbero chilometri per andare a suonare in un locale in culo alla luna dove nella migliore delle ipotesi suonerai di fronte ad una manciata di persone, dove se tutto va bene rientrerai delle spese sostenute, dove dopo aver scaricato cassa e testa dovrai ricaricarle con l'aggravante del tasso alcolico sopra la media...ma non importa, perché alla fine la soddisfazione ripagherà tutti i sacrifici.
10) Non saprei, leggo quasi esclusivamente people.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 31/12/2018 ore 15:01:16
devo dire bellissime le vostre esperienze, e da buon nostalgico e romanticone mi avete fatto tornare indietro nel tempo.
anche se ora non suono più live con delle band, è bello pensare e sapere che nel mio passato e nei miei ricordi c’è stato tutto questo.
grazie di cuore a: Lisso, KJ Midway, Jijio89, FranxAJ, maccarons, Tubes, prada, coprofilo, Oblio, DottorZero, McTac, 77casual e auguri ancora di un buon 2019 a tutti gli utenti di questo sito, ciao ci vediamo l’anno prossimo:)
Rispondi
di 77casual [user #25849]
commento del 31/12/2018 ore 18:34:58
Auguri a te...e buona musica, sempre.
Rispondi
di Baden [user #39846]
commento del 31/12/2018 ore 17:37:57
Non sono proprio giovane, 50 anni, però vedo che sono in buona compagnia. Da ragazzo ho suonato parecchio, Punk, Indie, Garage, era la musica di quegli anni, poi ho appeso la chitarra al chiodo. Dopo molti anni ho ricominciato perché mia figlia aveva cominciato a suonare la batteria e all'epoca non trovava amici per una band, da quel momento non ho più smesso, come un fumatore che rifuma la prima sigaretta dopo avere smesso ... il richiamo della foresta, adrenalina pura.
Purtroppo per gli altri non riesco a suonare solo in casa, ho necessità di esibirmi, suono in due band, una molto grossa con fiati etc. dove facciamo solo cover e suoniamo parecchio, e una band molto rock dove suoniamo principalmente pezzi nostri. La cosa più strana è che la band rock è composta da gente di età molto diversa; siamo in 5 con età tra i 20 ed i 60 anni. Ai concerti il pubblico è variegato, una specie di festa del rock intergenerazionale.
Detto questo, quello che mi da più soddisfazione è comunque costruire ed aggiustare amplificatori, un hobby che prima non avevo e mi sono inventato da qualche anno.
Buon Anno a tutti.
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 01/01/2019 ore 14:12:1
Sono momentaneamente a mangiare fuori, dopo mi ci metto. Buon anno anche a te.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 01/01/2019 ore 14:31:15
a ok, ci conto.. buon pranzo
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 01/01/2019 ore 18:17:04
risposi
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 01/01/2019 ore 17:10:17
Mi collego un po' in ritardo, ma sono in viaggio queste vacanze. Purtroppo l'unica vera esperienza di suonare in una band risale alla prima meta' degli anni '90, ai tempi delle superiori. Suonavo nella classica band scolastica e avevamo una selezione di covers all'epoca abbastanza fuori dal coro: principalmente brani anni '60 (dai Beatles a Dylan, ma anche qualche cover dei gruppi garage americani più sconosciuti ), e qualche brano R&B e Rock & Roll anni '50. In quei tre/quattro anni in cui siamo stati attivi abbiamo partecipato a tante manifestazioni musicali nella nostra città. Ho l'impressione che a livello giovanile ci fosse molta più attenzione per la musica suonata.

Con la fine delle superiori ci siamo tutti trasferiti (per motivi di studio,lavoro e servizio militare) in posti diversi e solo occasionalmente ho ritrovato qualcuno dei vecchi amici per qualche sporadica strimpellata. Non ho mai pensato seriamente di provare con un'altra band, anche perché onestamente non sono certamente un virtuoso dello strumento, per cui non ho mai voluto rischiare di rimettermi in gioco ;)

Riguardo il discorso delle cover, sono utili e necessarie per imparare lo strumento e imparare a suonare insieme, ma credo poi sia naturale e necessario cercare anche di sviluppare del materiale proprio. Io continuo a studiare covers per puro piacere e per imparare qualcosa di nuovo, ma parallelamente mi piace creare musica mia. Per quanto rimango assolutamente un musicista amatoriale, credo sia molo più gratificante provare a creare qualcosa di proprio. Credo che un grosso problema della musica in Italia sia che la maggior parte delle band non prova proprio a sviluppare materiale proprio. Capisco sia difficile con un repertorio proprio poi trovare, ad esempio, spazi per esibirsi dal vivo, ma non ci possiamo poi lamentare se la musica italiana versa in certe condizioni se non si riparte da un po' di idee originali.

Propositi per il 2019: proprio negli ultimi mesi abbiamo iniziato con uno dei miei vecchi amici di cui sopra (che come me vive all'estero) un progetto musicale a distanza e vorremmo provare a registrare dei brani nostri. Speriamo di riuscire a tirare fuori qualcosa di buono! Riguardo la strumentazione, ho troppa roba sicuramente per le mie necessità reali. Alla fine la strumentazione è un po' un hobby a se rispetto alla musica, basta secondo me non perdere di vista la cosa importante: suonare! Accordo lo frequento dal 2002/3. Inizialmente era uno sito frequentato da un manipolo di appassionati, poi si è trasformato in un qualcosa di molto diverso: molto più utenti e ormai una home page che è più che altro dedicata alla prova/recensione di prodotti. Però People rimane uno spazio libero di scambio e confronto tra gli utenti. Credo stia appunto a noi utenti cercare di alzare il livello e di proporre argomenti interessanti e magari parlare più di musica e non solo della chitarra X e dell'amplificatore Y.
Rispondi
di umanile [user #42324]
commento del 01/01/2019 ore 18:16:22
Avevo promesso all'utente @tramboost di raccontare un po' la mia vicenda, molto brevemente:
Dopo un'esperienza in una band liceale che comunque si esibiva alle feste delle scuole, nel '99 fondiamo i Settlefish, vai al link, un gruppo con cui siamo passati da un post-hardcore abbastanza metallizzato a un indierock piuttosto melodico nel corso degli anni. Con i Settlefish abbiamo fatto due tour USA, e innumerevoli europei, più vari festival anche in Italia e qualche puntatina su MTV.
Nel 2008 il gruppo si scioglie, un po' per scazzi personali, un po' perché tutto quello che c'è nel business musicale oltre alla musica, mi deprime abbastanza, ma non ho mai smesso di suonare la chitarra, anzi, sono diventato una sorta di collezionista!
L'anno scorso, dopo dieci anni di stop dalle band, con alcuni amici, decidiamo di riprendere con un progetto blues/stoner (mie passioni dall'adolescenza) che si chiama Tenebra, vai al link adesso stiamo aspettando, con qualche problemino a fare uscire un disco, nel frattempo in un anno abbiamo suonato 6 concerti.
Direi che è tutto!
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 01/01/2019 ore 20:32:12
belle anche queste ultime storie.
ringrazio anche Baden Zabu e il grande Umanile per i loro racconti, ringrazio anche in anticipo tutti coloro che avranno voglia di raccontare la loro storia
Rispondi
di kelino [user #5]
commento del 02/01/2019 ore 14:06:27
Ho quasi 45 anni e ho smesso di suonare regolarmente dal vivo, da 4 o 5 anni. Ho un gruppo con dei miei coetanei e suoniamo i classici del rock blues. Sono reduce di una intensissima vita musicale: ho suonato tanto in tutto il sud italia, anche 150 date l'anno. Ora ho famiglia, un lavoro impegnativo e poca voglia dinsbattermi per suonare in birreria dove non ti caga nessuno. Continuo ad essere appassionatissimo di strumentazione ma non piu a livelli di gas. Compro ogni tanto qualcosina, vendo raramente.
Ora però ho in mente un power trio...
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 02/01/2019 ore 20:37:18
grazie mille Kelino, bene o male condivido la tua situazione, perche abbiamo un paio di cose in comune.. grazie ancora buona serata
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 02/01/2019 ore 18:14:45
Ora ho 53 anni, ho inziato da ragazzino con un paio di gruppi.
Mi sono fermato intorno ai 30 anni, per tanto tempo, per crescere le mie figlie, continuando a suonare da solo (grosso errore) in casa.
Da qualche anno ho ripreso con soddisfazione a suonare in gruppo, siamo in 6 quasi coetanei, e lo facciamo per puro divertimento studiando cover, rock/pop, che ci piacciono.
Abbiamo una sala prove nostra, completamente attrezzata e insonorizzata.
Facciamo qualche live all'anno in manifestazioni dedicate.
Abbiamo gli amici e i parenti che ci seguono fedelmente, oltre al pubblico occasionale.
Spendo soldi in strumenti, senza esagerare, per pura soddisfazione personale, non credo che il termine di paragone (per comprare strumenti) sia quanti live fai all'anno, lo fai per te e per i tuoi compagni d'avventura.
Sballottiamo pochissimo, perché i locali dove poter suonare, da noi, sono come le oasi nel deserto. Poi in effetti normalmente i gruppi che suonano non se li caga nessuno, quindi nessun rimpianto.
In questo sito incrementerei una sezione dove vengono provati: strumenti, ampli, effetti, miscrofoni eccetera, e incrementerei la parte di home-recording.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 02/01/2019 ore 20:34:37
grazie mille anche a te per il tuo racconto interessante come tutti gli altri, buon anno
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone
Philosopher's Rock: Fuzz - Sustainer di Pigtronix
Eco a nastro: sono davvero un capitolo chiuso?
Boss RC-10R: loop station stereo con drum machine
Spazio a chi vale. Non a chi ha amicizie importanti
Il palco degli Skunk Anansie all’Arena Flegrea
Boss SY-1: il synth polifonico si fa stompbox
GR BASS Dual 1400

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964