CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Nili Brosh: meno esercizi e più metronomo
Nili Brosh: meno esercizi e più metronomo
di [user #116] - pubblicato il

Riguardo agli esercizi per affinare la tecnica o riscaldarsi prima di un concerto o una sessione di lavoro esistono due scuole di pensiero: c'è chi privilegia materiale squisitamente tecnico, pattern di matrice cromatica o simmetrica che, avulsi da ogni applicazione musicale, favoriscano il concentrarsi solo sull'aspetto gestuale e meccanico; e c'è chi, invece, ogni volta che imbraccia la chitarra - sia anche per studiare o scaldarsi - non vuole rinunciare a fare, comunque, musica.

Nili Brosh  è una delle più brillanti giovani chitarriste della scena internazionale. Da qualche mese su Accordo tiene una rubrica nella quale parla di tecnica chitarrista, musica e aspetti legati alla professione del musicista. Nella pillola di oggi ci racconta il suo approccio alla pratica e allo studio.

"Mi viene spesso chiesto se io abbia una particolare routine per riscaldarmi o se ci siano degli esercizi che prediligo per favorire lo sviluppo della tecnica.
Io non sono una musicista che crede e pratica molto gli esercizi perché, viceversa, sostengo molto il fatto di suonare, semplicemente, lentamente e a metronomo quello che dobbiamo affrontare e preparare. Cerco, insomma, di far sì che quello che suono in fase di studio o warm-up non sia qualcosa di diverso dal repertorio che devo preparare o non sia materiale differente da quello che gestisco e maneggio mentre suono, improvviso. Il punto è che, per scaldarmi o studiare, eseguo queste cose pianissimo, utilizzando il metronomo. Credo che alcuni non utilizzino il metronomo nella maniera corretta, perché partono da velocità troppo elevate senza prima essersi sincerati di avere il controllo totale su tutto.

Nili Brosh: meno esercizi e più metronomo

Invece suonare davvero piano perfettamente consapevoli del timing di ciò che eseguiamo è importante anche dal punto di vista psicologico, perché ci fa sentire più sicuri di noi stessi. Noi ci ascoltiamo, ci percepiamo mentre suoniamo bene, con controllo. Viceversa, quando corriamo e acceleriamo senza padroneggiare ancora il materiale che stiamo affrontando, pasticciamo, suoniamo in maniera pressapochista e – inevitabilmente – ci percepiamo in quella maniera finendo per sentirci meno sicuri.
In definitiva, benché pensi che anche questo tipo di suggerimenti e consigli vada sempre vissuto con una certa leggerezza, senza mai prendere queste cose come dogmi, mi sentirei di dare questi spunti legati al mio approccio: piuttosto che semplice esercizi meccanici, cercate sempre di fare musica o materiale che abbia una sua musicalità. Prendete quindi le cose che dovete suonare, dovete preparare o semplicemente vi piacciono, e rallentatele di brutto, studiandole con il metronomo."  


lezioni nili brosh
Link utili
Il sito di Nili Brosh
La pagina Facebook di Nili Brosh
La pagina artista di Nili sul sito Ibanez
Nili Brosh su JamTrackCentral
Acquista "A Matter Of Perception"
Mostra commenti     6
Altro da leggere
Jeff Loomis: Jason Becker e il suo vibrato
Daniele Gottardo suona le chitarre nel prossimo disco di Jason Becker
Nili Brosh, una ventata di aria fresca e grande chitarrismo
Nili Brosh: pro e contro di frequentare una scuola di musica
Nili Brosh: vivere da musicista
Nili Brosh: come promuoversi sui Social
Jason Becker: nuovo video con Daniele Gottardo
Jason Becker, "Triumphant Hearts": pura bellezza
La maestra di Heavy Metal
Nili Brosh: la tecnica del vibrato
Gretchen Menn: "Abandon All Hope"
Chitarra Metal: come si fa un'armonizzazione per terze
Essere versatili è la via per l'originalità
"Life" il disco di Federico Malaman
Musica live: come trovare le date
Seguici anche su:
News
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964