CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

cambio amplificatore, Solid state o valvolare

di [user #49489] - pubblicato il
Ciao a tutti
Suono in due band differenti, nella prima sonorità tipiche hard rock, metal e la seconda un trio con voce e batteria genere R&B, soul, funky. Ho una pedaliera con singoli peda, tuner, dist, OD,Chorus, Comp, Boost, Wah, Delay (non in questo ordine... ;-)) e un ampli fender studio 85......lo so vecchiotto...
Ho necessità di cambiare il mio set up e sono indeciso su un solid state Blackstar id 60 tvp che è molto versatile e può darmi tanti suoni di cui ho bisogno. Oppure un valvolare marshall....nonperdendo il gusto del suono analogico.
Vi chiedo consigli su cosa optereste e perchè...budget max 400/450 €
Vi ringrazio in anticipo delle vostre risposte e consigli
Loggati per commentare

di BizBaz [user #48536]
commento del 14/03/2019 ore 17:29:4
Io fossi in te considererei uno di questi
vai al link
vai al link
è la serie Marshall a stato solido mosfet anni '80, io ho un combo da 30W che non venderò mai.
Ottimi puliti ma basta alzare un po' il preamplificatore e... vedi un po' tu che te ne pare
Rispondi
di SJ [user #49489]
commento del 14/03/2019 ore 18:38:05
Ciao bizbaz
Grazie della risposta, proverò l'ampli che mi hai suggerito. La mia esigenza è legata ad avere più suoni possibili con cui possa interagire in entrambe le band, spaziando su tanti generi diversi che richiedono effettistica con tante modulazioni ( facendo 6/7 generi musicali differenti).
Per questo chiedo suggerimenti anche sul digitale, ho provato un blackstar id 60 tvp, che simula ( mooooltooo realisticamente aggiungerei) tutte le valvole conosciute, sicuramente una scelta molto versatile e comoda. Una scelta su un valvolare potrebbe darmi possibilità di soddisfare le mie necessità?
Grazie per i vostri suggerimenti
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 14/03/2019 ore 19:22:58
Non saprei che dirti, non conosco il blackstar che mi dici, ma mi sembra abbastanza simile al Boss Katana o al Nextone che a detta di chi li ha provati sono molto buoni.
Ti suggerivo quel Marshall perché avevo capito che eri in cerca di un solid state ma non di un digitale.
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 15/03/2019 ore 08:33:17
Io non ti suggerisco niente perché sono l'ultimo che possa dire qualcosa in questo campo.
TI pongo solamente una domanda che può sembrare molto provocatoria ma non lo è: vuoi fotocopiare dei suoni o vuoi suonare col tuo suono?
Non fraintendere, entrambe le soluzioni sono onorevoli e sinceramente penso che la prima sia difficilissima, tanto che non credo sia possibile spaziare così tanto con il tuo budget. Magari un valvolare con send/return ed i pedali potrebbe essere una buona soluzione, per il digitale si andrebbe su cifre ben più elevate, contando che i pedali già li possiedi... Magari nell'usato puoi trovare qualche buon affare!
Se invece vuoi usare un suono che senti tuo, e colorarlo un po' con l'effettistica in base alle situazioni, forse la soluzione è più facile (va' dove ti porta il tone), anche se non è detto che il tuo budget possa bastare.
Te lo dico perché dopo anni passati con strumentazione molto flessibile (dovevo capire cosa volessi fare) ultimamente ho virato in maniera decisa sui suoni puliti americani, e, nella mia immensa scarsezza, ci suono davvero di tutto.
Rispondi
di SJ [user #49489]
commento del 15/03/2019 ore 14:04:09
Grazie daniel per la tua risposta, sinceramente devo trovare il giusto compromesso tra il mio budget e quello che può darmi il mercato. Sono d'accordo con te che un suono su cui posso cucire una mia personalizzazione sia migliore, ciò nonostante facendo cover in entrambe le band, devo seguire una linea sonora il più fedele possibile all'originale. La mia necessità è quella di cambiare ampli e contemporaneamente trovare il giusto compromesso tra le due realtà, quindi il mio dubbio è se acquistare un solid state con un reparto effettistico digitale, con il quale posso avere tanta versatilità, o un valvolare dove posso personalizzare con la mia effettistica e avere un suono più gustoso (questione di tone :-)
Rispondi
di SJ [user #49489]
commento del 15/03/2019 ore 14:04:11
Grazie daniel per la tua risposta, sinceramente devo trovare il giusto compromesso tra il mio budget e quello che può darmi il mercato. Sono d'accordo con te che un suono su cui posso cucire una mia personalizzazione sia migliore, ciò nonostante facendo cover in entrambe le band, devo seguire una linea sonora il più fedele possibile all'originale. La mia necessità è quella di cambiare ampli e contemporaneamente trovare il giusto compromesso tra le due realtà, quindi il mio dubbio è se acquistare un solid state con un reparto effettistico digitale, con il quale posso avere tanta versatilità, o un valvolare dove posso personalizzare con la mia effettistica e avere un suono più gustoso (questione di tone :-)
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 15/03/2019 ore 11:13:02
Ciao, sono nella tua situazione, anche se io faccio metal+stoner e rock, hard rock e pop dall'altra parte. Ho il blackstar che citi e ne sono molto soddisfatto. Preciso che ho anche altri rig, ma il blackstar è molto valido e comodissimo: suoni ottimi, tanto volume e la possibilità di andare in diretta nel mixer. Insomma è una specie di coltellino svizzero delle testate, però devo anche dire che gli effetti non sono da strapparsi i capelli: buoni comunque. Lo puoi trovare anche usato e senza il problema di doverlo rivalvolare.
Ciao
Rispondi
Loggati per commentare

di SJ [user #49489]
commento del 15/03/2019 ore 16:05:07
Grazie francesco, utile come risposta. Vorrei chiesrti se per caso utilozzi anche dei tuoi pedali con le modulazioni del blackstar e se lo usi anche live senza entrare in linea col mixer. Se si come ti trovi e che qualità di suono esce
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 15/03/2019 ore 16:37:57
Ciao, se non uso i preset dell'ampli lo utilizzo come una monocanale: ho impostato due suoni clean ed il resto lo faccio coi pedali esterni. Ho scelto di non mescolare preset e pedali per una questione di praticità: a terra voglio poca roba, per cui o la pedaliera dell'ampli, oppure la mia di stompbox analogici che hanno più o meno lo stesso ingombro. Inoltre impazzirei a dovermi ricordare tutti i preset in combinazione coi singoli pedali. Ho programmato due suoni così uno è adeguato a chitarre dal suono grosso, l'altro per suoni più acuti e se cambio chitarra durante un concerto non devo stare a rifare i suoni.
Ciao
Rispondi
di Johnny92 [user #43424]
commento del 15/03/2019 ore 13:36:40
Ti rispondo tenendo conto dei miei gusti. Io andrei sul transistor PURO, lascerei gli amp con tutti quegli effetti programmabili, che poi sono tutte cose digitali che non c'entrano niente coi Transistor, e userei meglio qualche pedale. Ti posso suggerire 2 miei amps: la testata Orange Crush 120H (transistor), e il Vox AC30VR (ibrido), e potresti anche rientrarci coi prezzi.
Rispondi
di SJ [user #49489]
commento del 15/03/2019 ore 16:02:07
Grazie johnny...li proverò entrambi
Rispondi
di FabioRock74 [user #44552]
commento del 15/03/2019 ore 21:41:5
Da felice possessore ti consiglierei engl..
La rockmaster 20 w usata la trovi alla cifra che vuoi spendere.. e della valvola non ti stufi mai. Poi se è grande come un tostapane e pesa poco di più..
La pedalanza la usi per il r&b.. per l'hard rock testata, chitarra cattiva e wah.. stop.

Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush
Nembrini Audio PSA1000 Analog Saturation Unit e PSA1000Jr
Slö: riverbero Multi Texture
Anche Way Huge nella guerra dei Klon
L'ottava edizione di Piano Milano City
Game Of Thrones suona Fender
Carbon Copy aggiornato e in miniatura
Brian Johnson tornerà in tour con gli AC/DC
Batteristi al centro dell'attenzione
MOD 5: patch bay e IR loader in pedaliera
Gibson: conto alla rovescia per il nuovo catalogo
Schertler in Italia con Aramini
Godin fa ascoltare le sue prime acustiche

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964