CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Colter Wall: musica da cowboy
Colter Wall: musica da cowboy
di [user #116] - pubblicato il

A soli 23 anni Colter Wall mostra una sorprendente maturità artistica degna dei grandi a cui si ispira, da Townes Van Zandt a Blaze Foley, da Hemmilou Harris a Waylon Jennings. In occasione dell'uscita del suo ultimo album "Song of the Plains", Colter suonerà mercoledì 20 marzo al Circolo Magnolia di Milano. In attesa di sentirlo dal vivo lo abbiamo intervistato.

Puoi parlarci delle tue influenze musicali e soprattutto di quelle country?
Le mie influenze musicali country spaziano dal country tradizionale e western alle canzoni cowboy, il western swing, la musica blues e il folk ma principalmente l'Honky Tonk country, il country classico e le canzoni dei cowboy del west.

Qual è il ruolo della chitarra nella tua storia musicale?
Ho imparato a suonare la chitarra verso i 13-14 anni, penso di aver avuto 13 anni quando ho iniziato a suonare una piccola Fender Squire; si, inizialmente son partito dalla chitarra elettrica per poi passare a quella acustica, come se avessi lavorato al contrario, e da allora ho suonato sempre l'acustica.

Colter Wall: musica da cowboy

Come è nato l'album “Songs of the Plain”?
Sono andato in studio e sapevo di voler registrare un disco che fosse a tema western e riguardante casa, così è stato una sorta di non pensato, avevo già alcune canzoni e quasi tutta la tracklist, e volevo includere alcune canzoni cowboy tradizionali che rimandassero alle cose western e al tema di Saskatchewan.
Una cosa che ho notato negli ultimi anni, negli Stati Uniti e suonando in Europa, è che la gente non sa molto riguardo al Canada. Quando si parla di Saskatchewan le persone non hanno idea di cosa sia. Uno dei motivi è che ci vivono poche persone, è un posto vuoto ed è sensato che la gente non ne sappia molto, ma quella è la mia casa e quindi naturalmente ne sono molto appassionato. Con questo album ho davvero voluto che la gente guardasse al nostro patrimonio western e alla nostra cultura.

Ci sono due cover nell'album: “Wild Dogs” di Billy Don Burns e “Calgary Round-Up” di Wilf Carter, ci spieghi che significato hanno per te queste due canzoni?
"Wild Dogs" è quel che Billy Don suonò per me in una esibizione a Litte Rock (Arkansas) e ho pensato fosse una gran canzone e anche se non è propriamente una canzone western aveva questa progressione di accordi dal suono quasi spagnolo e ho pensato che fosse bello e divertente suonarla e quindi è stata incisa.
"Calgary Round up" non è stata pensata, l'ho messa nel disco perchè è stata scritta da uno dei più grandi cantautori canadesi. La canzone riguarda il Great Calgary Stampede che è il Rodeo più grande che c'è qui nel Canada dell'ovest e dell'intera nazione ma è anche uno dei Rodei più grandi del mondo e io sapevo di volere una canzone sul rodeo e quindi l'ho registrata facendone una versione più swing.

Colter Wall: musica da cowboy

Mi è piaciuta molto la canzone “Plain to see the plainsman”, l'immagine di un uomo che ha battuto molte strade ma non può smettere di sentire il richiamo delle origini; qual è la storia della canzone e quanto ti senti vicino all'uomo della canzone?
"Plain to see the Plainsman", direi che la canzone si spiega abbastanza da sé. È una semplice canzone riguardante la mancanza di casa, e soprattutto per me riguarda la mancanza della prateria, di Saskatchewan, della pianura e di tutte le belle cose del west, i grandi cieli e tutte quelle cose. Mi sento molto vicino alla canzone che è molto personale ed è stata scritta per La mia prospettiva e non dalla prospettiva di altri.

Colter Wall si esibirà il 20 marzo al Circolo Magnolia di Milano (questo il link della news di Accordo sul concerto).
I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone e su Vivaticket; per l'ingresso al concerto è necessario possedere la tessera ARCI 2019.

Colter Wall: musica da cowboy
Colter Wall concerto country folk immaginary appalachia intervista plain to see the plainsman songs of the plain
Link utili
Il sito di Colter Wall
Biglietti disponibili su Ticketone
Biglietti disponibili su Vivaticket
Ascolti consigliati sul canale Spotify di ACCORDO
Nascondi commenti     1
Loggati per commentare

di alberto biraghi [user #3]
commento del 19/03/2019 ore 17:16:49
Questo ragazzo è fantastico, ha una voce matura e una chitarra autorevole. Diventerà importante.
Rispondi
Altro da leggere
ELECTRIC TRUTH: intervista ad Andy Timmons
Matteo Mancuso live da Cavalli Musica
Manne: dietro il titolo di Maestro Artigiano
Le chitarre di Barbanera
Mattia Tedesco: quando suoni devi divertirti. Impossibile se senti male
I Sex Pistols di Fasano, Rojatti, Scipione
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964