CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Pickups - pensieri sparsi

di [user #21196] - pubblicato il
Così.. butto li un po' di cose che ho considerato ultimamente.

1) i P90 restano tra i miei pickup preferiti, ma a meno di non suonare solo certi tipi di musica (blues, cover di alcune band rock anni 60/70, o un certo tipo di punk) per il rock risultano più efficaci gli humbuckers.

2) La configurazione pickup più versatile è la HH con humbuckers splittabili (almeno quello al manico), no.. non è vero, se ci aggiungi il centrale puoi avere anche alcuni suoni tipici della stratocaster, ma quella è una delle chitarre con suono che archivio come "settoriale" per la sua particolarità. E poi il centrale mi da fastidio mentre suono.

3) Ora che gli amplificatori hanno il master volume, il volume di uscita dei pickup ormai conta veramente poco, la cosa importante è la risposta in frequenza. Provare per credere, il Duncan Jazz al ponte è ottimo per il metal. E poi se proprio serve, è più facile boostare il volume che andare a riequalizzare un pickup potente che magari suona ingolfato.
Dello stesso autore
Gamechanger Audio tra plasma e synth
Professionisti che usano la nostra stessa strumentazione
I primi effetti della storia
Regressione a bedroom player
Simulatori e IR (Impulse Response)
La musica si può sempre ricondurre a una tonalità o a una scala?
Pedaliera da viaggio di Paul Gilbert
Tappi per musicisti
Loggati per commentare

di FabioRock74 [user #44552]
commento del 23/03/2019 ore 12:17:29
Stando sulla falsariga dei pensieri sparsi.. io per il genere che faccio che resta nell'ambito rock hard rock non posso che concordare sul fatto che la configurazione per eccellenza sia la HH.. tra l'altro usata nel modo più banale possibile. Tutto pu al ponte, boost per assoli, pu al manico per fraseggi che debbano risultare più scanditi e entrambi per parti dal sound più acustico.
Tutte se mie chitarre hanno questa configurazione, ma ho giocato con pu diversi per caratterizzarle. Senza scendere nel dettaglio di ogni singolo pu.. a parità di ampli, i ceramici mi danno quella punta di 'nasalita' che mi piace parecchio sui solo. I paf syle mi risultano più 'tuttofare', e generalmente più gradevoli su ritmiche ed esaltano la 'grana' della distorsione dell'ampli.
Il mio parco PU:
Gibson 490 t 490r
Gibson 498t 490r
Gibson 500t 496r
Duncan distortion + emg hz
Dimarzio Dactivator b+n
Gibson dirtyfinger + artec mini humbacker
Emg zakk wylde set

Prossimo esperimento di pu.. chitarra da definire con al posto dell'humbacker al ponte 2 mini, tipo duncan jb + hot rails. Jb per ritmiche e hot rails per i soli.. sulla carta.. mi esalta come idea.
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 23/03/2019 ore 19:10:
Sarei curioso di sapere che differenza c'è tra 490 e 498 al ponte.
Stressa cosa tra 500T e dirty fingers... non li ho mai avuti.
Rispondi
di FabioRock74 [user #44552]
commento del 24/03/2019 ore 13:34:50
È sempre difficile descrivere i suoni e il carattere di un pick up. Anche perché ce li ho montate su chitarre molto diverse come legni e tipologie costruttive. Ma ci provo. I 498 t e 490 t ce li ho montati sulla les paul studio con classica tastiera palissandro e sulla sg special con tastiera in ebano rispettivamente. A mio avviso il 498 t e il pu piu equilibrato del mondo. Ricco pieno e con un discretamente alto output. Bilanciato secondo me su tutta la gamma di frequenze non impasta mai e rimane bem definito anche a gain alti. Rende le distorsioni degli ampli piene e corpose. Il 490 t a parità di stile di pu e un filo più acido (nonostante la tastiera in ebano) e ‘sgrana’ di più le distorsioni. Sarà che le chitarre su cui sono montati evocano i chitarristi che ti sto per citare ma a parità di ampli e di livello di gain se ci metti il 498 senti i guns se ci metti il 490 senti qualcosa di più simile agli acdc.
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 24/03/2019 ore 13:47:50
Grazie! Da come li descrivi credo di essere più uno da 490.
Rispondi
di FabioRock74 [user #44552]
commento del 24/03/2019 ore 13:50:50
Ben lieto di essere d’aiuto. Lo montano sulle les paul di fascia alta..
Rispondi
di FabioRock74 [user #44552]
commento del 24/03/2019 ore 13:48:3
Per 500 t e dirty finger non sono in grado di farti lo stesso confronto perché in realtà il df non l’ho mai portato in sala prove a volume decente. Ti posso parlare del 500t che a me piace veramente tanto. Premetto che se cerchi puliti devi andare da un’altra parte.. qui non ci sono. È un pick up on off.. o tutto o niente. Ottimo per togliere intonaco dai muri.. quindi lo adoro. È ceramico, output che non sfigura contro gli attivi, ti raddoppia il gain impostato di qualsiasi cosa a cui viene collegato. Se il tuo ampli è 2 canali e con la strato è clean/ crunch con il 500t lo trasformi in 2 canali acdc/power metal. Sui soli ti da un tocco di nasalita’ come se ci fosse un crybaby acceso fisso a metà corsa che io adoro. A mio avviso è insensibile al pot del volume nel senso che si spegne più che pulirsi, ma sensibilissimo al tocco.. pulisci o sporchi pizzicando più o meno. Bellissimo
Rispondi
di Diablo01 [user #49509]
commento del 23/03/2019 ore 19:10:35
Ah che poesia sentire queste cose! Sarei curioso sapere che ampli e pedali usi oltre le chitarre che posso immaginare! :)
Rispondi
di FabioRock74 [user #44552]
commento del 24/03/2019 ore 13:19:02
:) in realtà non vorrei deluderti ma il mio parco chitarre non è così ricco.. io lo amoma i miei pezzi forti sono 2 gibson.. una les paul studio e una sg special degli anni 90.. poi 2 epiphone, una. Ibanez iceman una schecter e una stratoide washburn.. tuttechitarre prese intorno ai 300 euro usate.. ampli ho una engl ironball..e pedali.. dopo n mila esperimenti un wah, un whammy e basta.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 23/03/2019 ore 20:30:23
A proposito di humbucker al ponte. Qualcuno ha mai provato il Seymour Duncan Jazz bridge? Mi incuriosisce molto in accoppiata con il jazz neck ma è molto meno diffuso del classico JB. Sul forum di SD ne parlano molto bene
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 23/03/2019 ore 23:25:42
È bello brillante, come ho scritto nel terzo punto del post questo lo fa emergere bene nel high gain.
Prima ero uno da JB che ora invece mi risulta fin troppo ovattato.
Il jazza non ha la pienezza di suono ad esempio di un 57 classic, è fatto per bucare il mix.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 24/03/2019 ore 00:09:30
Opps m'era sfuggito il tuo commento. Allora mi confermi che è un gran HB e uno dei più sottovalutati aggiungerei. Il problema, come qualcuno faceva osservare, è il nome che gli hanno dato che potrebbe far pensare che non è indicato per il rock e invece tutt'altro
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 24/03/2019 ore 07:11:06
Secondo me lo è, certo se devo suonare i led zeppelin, nel mio parco chitarre la prima scelta è la Les coi 57, o piuttosto la SG coi P90, ma se devo fare del palm mute la brillantezza del jazz è il top, magari qualcuno direbbe che suonano un più sterilì o "chirurgici"... certo anche i ceramici che ho su una peavey sono molto adatti per certe cose, con la loro potenza e mediosità, ma non emergono altrettanto bene, però hanno un volume più bilanciato tra le corde... Non so alla fine i pickup mi piacciono tutti.
Il JB ha quel suono grosso, alla fine è bello pure lui ma si sentono meno tutte le sfumature che metti nel playing.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 24/03/2019 ore 11:10:20
Ma infatti hai centrato il punto, l'output è l'ultimo dei problemi, l'importante è che un pickup "buchi" in mezzo al mix lasciando cogliere tutte le sue sfumature e quel bridge Jazz ho avuto l'impressione che lo faccia davvero bene. Grazie
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 24/03/2019 ore 08:58:18
Tutte considerazioni molto personali e molto legittime. Però non possono considerarsi ASSOLUTE. Io, per esempio, gli humbucker splittabili li schifo e non mi sognerei mai di paragonarli, nemmeno lontanamente, ad un qualunque vero single coil. Però oh... se a te piacciono e riesci a tirarci fuori qualcosa di decente, tanto di guadagnato! :)
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 24/03/2019 ore 12:12:14
Ah si si, certo, se il tuo suono è basato principalmente su single coil, trovare un H splittato che ti piaccia è sicuramente molto difficile.
Ti dirò, ne ho sentiti molti che suonano male, ma alcuni mi hanno davvero sorpreso, qui ad esempio sul pulito c'è un 57 classic al manico splittato, chiunque lo scambierebbe per una stratocaster.
vai al link
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 24/03/2019 ore 09:34:0
personalmente HH tutta la vita, non disdegno anche la configurazione HSH, ho avuto anche, in passato, 2 chitarre configurate con 3 single coil, ma non hanno fatto mai per me.
invece per quanto riguardano i 490/498 e il dirtyfinger, che anche quest'ultimo l'ho avuto sulla mia SG Standard del 1992,, ti dirò, non mi ha fatto impazzire.. infatti dopo solo un anno ho ripristinato al ponte il suo originale, e da li mi accorsi che feci una cavolata a cambiare pickup, perchè la SG con gli originali suona da paura, infatti da li non ho mai + cambiato i pickups alle mie chitarre, maturando la consapevolezza, che se devo acquistare una chitarra elettrica, lo faccio perchè mi piace la sua voce, se provo una chitarra anonima con un suono che non mi convince, la lascio dove sta, buona domenica:)
Rispondi
di wo [user #11945]
commento del 24/03/2019 ore 12:28:10
D'accordo con MuddyWaters sugli humbuckers tuttofare; splittati, quelli che ho avuto io, ne carne ne pesce.
D'accordo con tramboost; mai piaciuto cambiare pickups alle chitarre. Se scelgo uno strumento scelgo tutto l'insieme. Se una chitarra è stata pensata in quel modo, ci sarà un motivo.
Per quanto riguarda le preferenze direi i single coil. Li trovo molto più versatili per i miei generi.
Ciao a tutti e buona domenica!
Rispondi
di Skywalker8 [user #40706]
commento del 26/03/2019 ore 00:51:07
Dopo anni di cambiamenti e prove penso che la mia pace dei sensi si trovi in un set H-S-S. MA. Siccome senza single coil non vivo, specialmente quello al ponte, e gli humbucker splittati sono single coil "finti", avrei come configurazione proprio questa precisa:
Battipenna HSS
Neck: Fender 57/62
Center: Lace Sensor Red (impostato basso. I poli dei pickup normali toccano con il plettro mentre suono ed il timbro del Lace Sensor mi piace molto nelle ritmiche clean-crunch, dove uso il pickup centrale)
Bridge: Fender 57/62 + un minihumbucker. Chiaramente ci deve essere lo switch per selezionare il single coil o l'humbucher al ponte:)
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
MTG: distorsore Fender con mini-valvola
David Gnozzi - RECnMIX Meet The Pro
Corrado Rustici e Peppino D'Agostino assieme per un disco sensazionale...
Cool Gear Monday: Mr Horsepower
L’OCD torna alle origini in serie limitata
Bose al Mi Ami Festival
Boss WL-60: wireless multicanale in formato stompbox
Suonare la chitarra in terrazza
Sezioni intermedie e accordature drop da Ernie Ball
Digitali Boss nel piccolo formato: arriva la serie 200
Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso? - Parte 2
Gov't Mule annuciano l'uscita di "Bring On The Music- Live at The Capi...
Torna la rara Supro Tri Tone
Matt Bellamy acquisisce Manson Guitar Works
Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso? - Parte 1

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964