CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
La Fender Meteora HH è qui
La Fender Meteora HH è qui
di [user #116] - pubblicato il

Due humbucker Alnico 2, split e pulsante per invertire i volumi sono gli assi nella manica della Meteora HH, offset della collezione Alternate Reality.
Per il 2019, Fender è tornata a scavare nella propria tradizione per mischiare e reinventare i classici di casa in una chiave inedita, realizzando gli inaspettati ibridi della serie Alternate Reality. Spicca nella gamma di limited edition anche lo shape del tutto nuovo della Meteora, presentata ufficialmente al pubblico nel mese di maggio.

La Meteora intende portare nel terzo millennio il concetto di offset californiana, con un body affusolato e moderno insieme a specifiche tecniche studiate per farne uno strumento versatile e con una chiara propensione per rock e dintorni.

La chitarra ha fatto la sua prima comparsa in catalogo con l’edizione Parallel Universe alla fine del 2018, caratterizzata da manico interamente in acero con hardware e configurazione elettronica presi in prestito dalla Telecaster. Ora la Meteora riceve una coppia di humbucker splittabili e un pulsante per ampliare gli orizzonti espressivi sul palco per tornare alla ribalta con la serie Alternate Reality.

La Fender Meteora HH è qui

Il body in ontano della Meteora descrive un profilo asimmetrico e spigoloso, dall’aspetto aerodinamico capace di garantire un accesso ottimale ai fret più alti e una buona ergonomia nel complesso. Il manico è avvitato come da tradizione Fender, è in acero con skunk stripe al centro ed è coperto da una tastiera in pau ferro. Il profilo Modern C è completato da un raggio di 9,5 pollici per un approccio scorrevole e veloce senza rinunciare alle sensazioni tattili più classiche dell’universo californiano.
Sul top, un ponte Adjusto-matic con corde passanti attraverso il corpo mediante sei boccole promette sustain in abbondanza. Il suono si preannuncia pieno e aggressivo anche grazie a due humbucker Player Series con magneti Alnico 2 coperti da cover in metallo, splittabili mediante push pull e miscelabili attraverso un selettore a tre posizioni posto sulla spalla superiore. I controlli prevedono due volumi individuali e tono in comune. Singolare la scelta di montare anche un piccolo pulsante posizionato tra i potenziometri che ha lo scopo di invertire l’ordine dei controlli di volume, adattando così l’approccio fisico alle preferenze di ognuno e, al contempo, generando una sorta di funzione “presettabile” tutta da approfondire.



La Meteora HH entra nel catalogo Fender con le finiture Candy Apple Red, Lake Placid Blue e Surf Green, tutte con battipenna nero a tre strati e visibili più da vicino sul sito ufficiale a questo link.
chitarre elettriche fender hh meteora
Link utili
Meteora HH sul sito Fender
Meteora Parallel Universe su Accordo
Nascondi commenti     20
Loggati per commentare

di spillo91 [user #17528]
commento del 09/05/2019 ore 17:52:0
Oh Dio che bella! Vi prego Fender, vendetela a prezzi accessibili e non in disponibilità limitata!
Rispondi
di MuddyWaters [user #47880]
commento del 09/05/2019 ore 18:30:15
Anche a me piace sai? Avesse avuto un single da Stratocaster al manico e un semplice sunburst sarebbe stata probabilmente perfetta.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/05/2019 ore 18:38:35
Ovviamente dipende dalle esigenze: a me questa va benissimo.
Ciao
Rispondi
di spillo91 [user #17528]
commento del 09/05/2019 ore 23:12:33
Concordo
Anche la versione gialla non è male
Fender = single coil
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/05/2019 ore 18:37:40
Quella presentata qui si trova in Italia a 870 euro, su internet a circa 1.000$. L'altro modello che monta un lipstick al manico ed un single coil al ponte costa il doppio.
Ciao
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 10/05/2019 ore 07:31:20
Vedo che la versione attuale in produzione, la HH, è made in Mex mentre la versione 2018 Limited Edition (Single Coil) è made in Usa.
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 09/05/2019 ore 20:21:45
Gran bella chitarra, avrebbe meritato una paletta più in linea con la forma del corpo, o al limite di forma classica ma rovesciata.
Se non avessi appena preso una perla dimenticata degli anni 80 ci farei un pensiero...
Rispondi
di tramboost utente non più registrato
commento del 09/05/2019 ore 21:23:46
che cosa ti sei accalappiato?
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 09/05/2019 ore 21:31:23
Lo saprete dopo la visita dal liutaio, ne ha bisogno.
Un pezzo notevole, marchio a me sconosciuto fino ad un mese fa ma molto interessante.
Aspettate e vedrete!
Rispondi
di Rothko61 [user #32606]
commento del 10/05/2019 ore 10:02:17
Concordo sul fatto che anche la paletta doveva essere rivisitata.
Rispondi
di Mikster [user #49619]
commento del 09/05/2019 ore 21:06:14
Non dovrebbe ma mi piace
Rispondi
di lomba [user #3864]
commento del 10/05/2019 ore 08:56:01
non posso vedere il video ma la chitarra è stupenda, brava Zia Fender!!!
Rispondi
di 9hours [user #43500]
commento del 10/05/2019 ore 15:44:37
credo che se non fosse Fender non piacerebbe un granché, basta vedere le reazioni per altre case produttrici (io lo chiamo "effetto A1" una tra le più brutte e anonime auto prodotte negli ultimi 20 anni, che se non fosse Audi sarebbe definita un cesso totale). Detto questo a me la chitarra piace, e potrei anche farci un pensierino in futuro, ma non perché è Fender :-)
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 10/05/2019 ore 18:46:48
Non condivido per nulla questo giudizio. Per prima cosa non capisco come fai a scrivere che se non fosse Fender non piacerebbe granchè quando da mesi sul web ci sono commenti di apprezzamento e tu stesso scrivi: "a me la chitarra piace". Dopodichè scegliere una chitarra perchè è Fender o dichiarare che ti piace nonostante sia Fender denota comunque un preconcetto.
Ciao
Rispondi
di 9hours [user #43500]
commento del 13/05/2019 ore 19:24:13
Cerco di spiegarmi meglio (assolutamente senza polemica): il fatto che la chitarra mi piaccia (senza esagerare, non la reputo il modello che mancava, mi piace perché è un po' inusuale. non mi piace invece perché riprende linee "spaziali". Ricorrere alle linee di tempi precedenti è un'operazione in uso per il design di molti oggetti attuali. Ma non credo sia un pregio, non si può fare design innovativo guardando al passato, così facendo non si è inventato nulla) non significa che non ci siano in generale preconcetti relativi ai marchi. l'avesse prodotta Yamaha non so che reazioni avrebbe avuto. Guarda la St. Vincent, a me piace pure quella, come molte chitarre che cercano di uscire dagli schemi, ma mediamente viene considerata bleah... Faccio fatica a esaltarmi quando vedo uscire una LP o una PRS nuove, solo perché hanno una diversa finitura del top (quantomai l'ho scritto, adesso mi tirerò dietro le ire degli appassionati LP e PRS... :-D ).
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 14/05/2019 ore 08:26:1
Ti ringrazio per la precisazione: rende molto più chiaro il tuo intervento che, in prima battuta, mi sembrava la solita solfa anti enstablishment. Condivido l'insofferenza verso chitarre vecchie spacciate per nuove perchè si è cambiata una brugola e ti dirò che gli strali dei fan di prs io me li sono già attirati anni fa quando su queste pagine si scriveva che la differenza di legni giustificava un aumento di 3.000 di una chitarra, peraltro già di suo costosa.
Quanto alla questione forma del body sfondi una porta aperta: sono appassionato di forme alternative, ma reperire sul mercato chitarre anche solo poco diverse dal classico è un'impresa.
Ciao
Rispondi
di THE_Luke [user #31235]
commento del 10/05/2019 ore 17:16:34
solo a me ricorda vagamente (anche come battipenna) la ibanez fireman?
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 10/05/2019 ore 18:39:2
A me no: l'Ibanez ha i corni molto più pronunciati, questa il superiore lo ha appena accennato e l'inferiore manca del tutto, ha linee più squadrate ed il retro è del tutto diverso, casomai sembra una fender jaguar tirata per il corno superiore.
Ciao
Rispondi
di vandergraaf [user #24385]
commento del 11/05/2019 ore 16:27:19
A me piace ma nessuno ha trovato, nonostante il buon ampli, i suoni clean "bruttini"?
Rispondi
di Mr. Fabio [user #4224]
commento del 24/07/2020 ore 20:12:47
A me, da buon chitarrista anzianotto e conservatore, proprio non piace ... avesse avuto un body Telecaster ... chissà?
Rispondi
Altro da leggere
Il lato oscuro della Squier Telecaster Classic Vibe
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964