CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Bose L1 Model II - 15 anni di line array
Bose L1 Model II - 15 anni di line array
di [user #116] - pubblicato il

Il sistema L1 è stato il pioniere dei portable line array. A 15 anni dalla comparsa nei negozi è ancora all’avanguardia per soluzioni tecniche e trasportabilità. Lo abbiamo testato sul campo in diverse situazioni, nella configurazione Model II con modulo bassi B2.
L’L1 Model II riprende le caratteristiche del modello originario presentato nel 2004, sia estetiche che tecniche, migliorandole e aggiornandole per essere ancora più performante e moderno. Il sistema comprende una colonna con 24 driver disposti con lo schema Articulated Array proprietario di Bose. Questo permette una dispersione orizzontale di quasi 180°, garantendo la maggior definizione possibile per le frequenze alte, mantenendo un’omogeneità su tutto lo spettro restante. 

Alla base può essere collegato il subwoofer B2, come nel caso della nostra prova, oppure uno o due B1. Il primo contiene due woofer da 10’’, montati in un involucro dalle dimensioni davvero ridotte, ma con un’escursione tale da fornire bassi profondi e definiti anche a volumi elevati. Il secondo contiene invece due driver da 5,25''.

Bose L1 Model II - 15 anni di line array

Il motore dell’L1 è tutto contenuto nella base che ha gambe retrattili per essere trasportato nell’apposita borsa. È realizzato in metallo, per essere solido e reggere il peso dell’array innestato a baionetta. Oltre all’ingresso per l’alimentatore standard VDE troviamo il link per connettere un subwoofer attivo esterno e l’uscita speakon per connettere l’unità B2. L’analog input permette di collegare l’unità a un mixer con jack bilanciato. L’unico controllo a disposizione è quello di volume con cui si controlla l’intero sistema. 

La porta Tone Match, infine, dà la possibilità di utilizzare i mixer digitali Bose T4S e T8S che trasforma il PA in un sistema multi canale.. 

Il subwoover B2 ha tre regolazioni a disposizione. La modalità normale è ideale per il basso o quando si amplifica una grancassa, una situazione di live band quindi. L'impostazione più alta è progettata per applicazioni DJ o di riproduzione di musica, quando si hanno quindi dei bassi prodotti e masterizzati da valorizzare. L'impostazione più bassa invece funziona bene con la chitarra acustica e la voce, per gruppi acustici a cui non gioverebbero bassi troppo profondi e potenti. 

Ci siamo portati il Bose L1 in diverse situazioni live. Nello specifico è stato utilizzato per tre situazioni differenti. Un duo acustico, chitarra e voce, una conferenza stampa e un live con power trio in un piccolo locale. 

Bose L1 Model II - 15 anni di line array

Il trasporto è sempre stato agevole. Le borse semi rigide sono resistenti e con cerniere di ottima qualità che non si inceppano anche se le si utilizza con poca grazia. Una volta estratte le componenti dalle custodie in meno di due minuti si è operativi. Le due parti che compongono il line array si innestano con un semplice click, il sub va connesso con uno speakon. 

Il volume a disposizione è esaltante. Nonostante le dimensioni ridotte all’osso, la copertura di quasi 180° dà la sensazione che la potenza sia ancora superiore di quella che ci si aspetterebbe da 24 driver di così piccole dimensioni. 

Durante la conferenza stampa abbiamo apprezzato la limpidezza con cui si riesce a percepire la voce dei relatori, Il sub ovviamente ce lo si può scordare a casa in queste situazioni, ma diventa fondamentale quando microfoniamo una batteria e un basso. Nonostante i colpi da fabbro del batterista non è mai entrato in crisi, anzi, pur spingendosi al limite col volume non ha dato mai segni di cedimento. 



Un duo chitarra e voce è perfetto per mettere alla prova un impianto del genere. Strumenti che non hanno un volume così invadente e che vanno aiutati bene con una bella dose di gain escono dai coni con decisione, ma soprattutto con limpidezza e chiarezza. Abbiamo lasciato l’eq in flat, ma non per sperimentare l’impianto, ma perché, in effetti, non c’era bisogno di nulla in particolare (merito, ovviamente anche dei musicisti, davvero in gamba!). 

Con un prezzo che si aggira intorno ai 2800€ il Bose L1 model II è un sistema che si propone a un'utenza pro. La tecnologia che ospita è al top, una ricerca durata 15 anni che ha portato alla realizzazione di uno dei sistemi portable più efficienti in commercio.


Visita il sito Bose per la scheda tecnica completa
bose casse e altoparlanti l1 model II
Link utili
Visita il sito Bose Professional
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Bose al Mi Ami Festival
Piano City: la parola ai tecnici
Bose S1 Pro: starting guide
dB Technologies al Prolight & Sound 2019
Bose S1: audio Pro in 7kg
Deuce Deluxe: Tech 21 torna sulle casse FRFR
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964