CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS


Crepe vernice Gibson Les Paul Studio. Ciao...

di [user #49341] - pubblicato il
Crepe vernice Gibson Les Paul Studio. Ciao a tutti, oggi cambiando le corde alla chitarra mi sono accorto che si sono formate delle crepe nella verniciatura. Le avevo già notate vicine ai potenziometri, ora c'è ne sono 2 più lunghe fra i pickup e vicino al selettore. È una les paul studio 2016. Al tatto le crepe non si percepiscono, c'è forse uno strato di vernice lucida sopra il bianco? A cosa può essere dovuto? Mi devo preoccupare?<br />Crepe vernice Gibson Les Paul Studio. Ciao...
Dello stesso autore
Miglior pedaliera digitale. Con il passare del tem...
Boss Gt1. Ho comprato questa pedaliera da circa 1 ...
Voglia di Rickenbacker! Questa volta affronter&ogr...
Cambio corde acustica, strane vibrazioni. Ieri ho ...
La prima telecaster. Ciao, sto per acquistare la m...
Valvolare da camera. Sì lo so, è qua...
Action bassa e corde che friggono. Ciao a t...
Loggati per commentare

di MuddyWaters [user #47880]
commento del 11/06/2019 ore 10:45:39
Facci vedere... potrebbe essere semplicemente la classica (e meravigliosa) crepa della nitrocellulosa.
Rispondi
di OleGun82 [user #49341]
commento del 11/06/2019 ore 10:51:14
Come si allega un immagine?
Rispondi
di Cliath [user #196]
commento del 11/06/2019 ore 12:00:45
E' il suo bello ;-)
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 11/06/2019 ore 12:53:42
Sono rughe d’espressione
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 11/06/2019 ore 13:42:3
Ma....sono bellissime!!
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 11/06/2019 ore 14:26:04
boh voi dite che son belle, io spero che alla mia non succeda mai
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 11/06/2019 ore 16:07:07
Relic gratuito....bellissimo!!!
Rispondi
di OleGun82 [user #49341]
commento del 11/06/2019 ore 17:10:08
Bah io la preferivo prima a dire il vero. Cmq mi dicono che dipende dal movimento naturale del legno e nello specifico dalla vernice bianca che contiene titanio e tende ad accentuare questo problema. Boh, io la preferivo integra. Mi auguro solo non vada ad esasperarsi questa cosa, ok il relic gratuito ma entro certi limiti :-)
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 11/06/2019 ore 17:45:13
Confermo che sono le crepe di una vernice "rigida", se la cosa peggiora puoi sempre sverniciare tutto e riverniciare con qualcosa di più elastico.
Ciao
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 11/06/2019 ore 17:46:1
i gusti non si discutono.. ma mi chiedo.. se qualcuno di questi che gli piacciono tanto queste trasformazioni, incontrassero una donna, con il culo cadente, le tette a penzoloni, le ruche in faccia con i peli sotto il mento, gli direbbero sei bellissima?
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 11/06/2019 ore 23:58:25
L’esempio che hai fatto te è oggettivo. Il bello o il brutto del relic invece è soggettivo.
Quindi non è un buon esempio...;-)
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 12/06/2019 ore 13:19:45
È probabile che sia soggettivo anche il mio esempio.. pensa a 2 donne sedute al bar, che vedono passare un uomo, ingrigito, con le rughe, con la panza e le maniglie dell’amore, poi una delle 2 dice all’altra: “mamma mia che orrore!” e l’altraa replica, ma no dai è il fascino del relic!

Non è bello ciò che è bello si dice no? Ma ripeto i gusti son gusti e non si discutono .

Poi tu dici, giustamente, il fascino del relic è soggettivo, ma c’è anche chi ama il fascino delle trasformazioni dell’uomo e della donna, per cui c’è chi preferisce l’uomo vissuto con le ruche qualche chilo di troppo ingrigito e stempiato, e c’è chi preferisce la bellezza giovane, con tutti i capelli gli addominali scolpiti e la pelle tonica e vellutata.. c’è gente che trova belle delle MILF come nell’esempio mio precedente, e anche se sono sgualcite, le trovano belle e perfette, decidi tu dove entra in ballo la soggettività, personalmente non mi interessa e la chiudo qua perche non vorrei che diventasse un affare di stato.. ciao:)
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 12/06/2019 ore 11:44:16
Permettimi di affermare che il tuo esempio non è calzante. Se vogliamo rimanere in ambito di estetica femminile, per comparare la situazione direi che quelle crepe nella vernice possono essere equiparate ad qualche ruga sul volto o due smagliature qua e là, il che, come processo fisiologico naturale dell’invecchiamento del corpo non andrebbe inteso come un’inestetismo, ma come una personale caratteristica che, se accettata, conferisce alla donna un’opportunità di manifestare la sua dignità e la sua maturità intellettuale nel considerare e offrire (alla vista ed eventualmente anche come “dono”) il suo corpo come la natura nel tempo lo plasma e lo trasforma...evitando così di conformarlo attraverso bisturi e tecniche estetiche a modelli di bellezza imposti da terzi, esprimendo così la sua identità con tutte le caratteristiche che le appartengono.
È ovvio che l’apprezzamento di questa donna, le cui rughe o smagliature non la sminuiscono come persona, allorquando ella mantenga un certo interesse per una forma fisica dignitosa che la renda appetibile a se stessa inprin primisi e all’esterno di se stessa...l’apprezzamento di questa donna, dicevo, è destinato alla fruizione di uomini che sanno guardare l’unicità e l’inesorabile trascorrere de tempo che consuma e trasforma ogni cosa, e che quindi godono nella contemplazione della Vita nelle sue sfaccettature, senza limitarsi ad apprezzare solo quelle cose imposte da media e affini che ne sanciscono una imposta e obbligata “oggettiva bellezza”.
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 12/06/2019 ore 13:29:50
ho già risposto sopra, non mi dilungo.. i gusti sono gusti..le trasformazioni del tempo cambiano tutti sia uomini che donne e anche le chitarre, quando tocco una chitarra intonsa, al tatto mi piace di + che una chitarra con solchi o qualsiasi altro difetto, idem con una donna, se accarezzo una pelle morbida e vellutata e tonica, mi piace di + che accarezzare una donna con rughe cellulite e mettici quello che vuoi, alla vista le sensazioni per me non cambiano, o per lo meno non cambiavano quando ci vedevo-- però ora basta non voglio che diventi un affare di stato... se per voi queste cose sono belle da vedere, per me non lo sono, senza polemiche, passo e chiudo ciao:)
Rispondi
di giudas [user #48068]
commento del 12/06/2019 ore 15:51:11
Non è un affare di stato, ma uno scambio di opinioni divertente e pacato.
Prendila come una chiacchierata tra amici davanti ad un caffè, con la goliardia che li accomuna.
È ovvio che ognuno preferisce ciò che più gli dà piacere, ma era per sdrammatizzare il problema che ha avuto il nostro amico accordiano con la sua chitarra.
Certamente è una seccatura avere una chitarra nuova con un problema estetico come quello, ma è altrettanto vero che bisogna accettare le cose che non possiamo cambiare, pena il permanente stato di frustrazione.
Di recente ho abbassato il ponte della mia amatissima les paul con una pinza. Ho fatto l’errore di non rivestire la bocca della pinza con nastro in gomma; risultato: un bello sbrago sulla vernice glossy della chitarra.
Bestemmione, respirone zen e accettazione passiva dello stato delle cose!
Tuttavia, adesso che il suo valore è inficiato da questo inestetismo posso considerarla inseparabile amica per la vita, che sopporterà le mie più energiche zappate plettrali.
Facciamoci una risata!
Rispondi
di tramboost [user #48998]
commento del 12/06/2019 ore 17:40:09
si ma infatti, io non scrivo per avere ragione, ma scrivo per dire la mia e fare 2 chiacchiere, io rispetto le opinioni di tutti, poi magari non concordo e dico la mia, spesso e volentieri aggiungendo qualche cazzata in mezzo, non vorrei risultare come quello che scrive per avere ragione, anzi mi diverto anche io a lasciare opinioni a volte ad accendere qualche miccia per animare un po' anche people, coinvolgere più persone su un post, credo che sia bello e stimolante.. buona giornata:)
Rispondi
di OleGun82 [user #49341]
commento del 11/06/2019 ore 20:09:27
Più che altro se un domani volessi venderla per passare a una standard devo sbragare sul prezzo, questa è la vera menata. Per il resto se continua a suonare bene me ne faccio una ragione.
Rispondi
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 11/06/2019 ore 20:09:48
il checkind della nitro e' fisiologico, non me lo aspetterei su una chitarra del 2016 ma su uno strumento molto piu' vecchio....si, sopra il bianco dovrebbe esserci del lucido, e' quello che normalmente si crepa
Rispondi
di asquinet [user #49691]
commento del 12/06/2019 ore 07:53:01
Guarda cosa ti aspetta (Les Paul Studio del 1983)

[img]vai al link[/img]
[img]vai al link[/img]



È bellissima, con i Tim Shaw suona da paura...qualche rughetta ci può stare! :)
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 12/06/2019 ore 17:16:5
Sicuro che una studio dell'83 abbia i TS??

Rispondi
di asquinet [user #49691]
commento del 12/06/2019 ore 17:46:1
[img]vai al link[/img]

[img]vai al link[/img]
Rispondi
di OleGun82 [user #49341]
commento del 12/06/2019 ore 17:27:15
Non è male, sembrano quasi venature del legno in effetti... Anche se fa un po' impressione.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 12/06/2019 ore 12:34:
Il checking su chitarre verniciate alla nitro è una conseguenza dell'utilizzo di quel tipo di vernice e delle condizioni ambientali a cui viene esposto lo strumento, non necessariamente del tempo che avanza o dei legni che si muovono, soprattutto quest'ultimo fattore vorrei escluderlo perchè vorrebbe dire che sono stati utilizzati legni non correttamente stagionati e stabili. Non voglio pensare che Gibson su una Studio utilizzi legni non correttamente selezionati, ma è un fatto possibile, poi su un modello così recente mi sembra proprio strano, la mia LP Custom Shop è del 2011 e non ha nessun segno di checking, vero è che la tengo sempre a casa a parte quando vado a suonare.
Vedendo il tipo di checking mi viene da pensare che la verniciatura nella zona dei potenziometri sia un punto critico e che sia partito tutto da lì, altrimenti se fosse stato per una esposizione a transitori caldo/freddo avresti altre zone colpite dal fenomeno, prova a smontare i pot e vedere da dove parte.
Rispondi
di OleGun82 [user #49341]
commento del 12/06/2019 ore 17:31:26
Grazie a tutti. Cmq la mia chitarra sta in casa, spesso in custodia perché è in rotazione con le altre e perché la tratto con tutti i riguardi. Non capisco quali sbalzi ha dovuto subire per reagire così. Comunque sono riuscito a pubblicare solo una foto ma le crepe sono più d'una e non solo sui potenziometri. Alla fine lascio fare, non dovesse piacermi la rivernicio e buonanotte. Non è certo uno strumento da buttare.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
L’OCD torna alle origini in serie limitata
Bose al Mi Ami Festival
Boss WL-60: wireless multicanale in formato stompbox
Suonare la chitarra in terrazza
Sezioni intermedie e accordature drop da Ernie Ball
Digitali Boss nel piccolo formato: arriva la serie 200
Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso? - Parte 2
Gov't Mule annuciano l'uscita di "Bring On The Music- Live at The Capi...
Torna la rara Supro Tri Tone
Matt Bellamy acquisisce Manson Guitar Works
Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso? - Parte 1
WG5: Carvin in versione wireless
Migliora i tuoi accompagnamenti: Rocketman Elton John
Marco Rissa, la sei corde dei Thegiornalisti
Da ESP LTD una sgargiante serie 400 per il 2019

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964