CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Come arrivare preparati in studio di registrazione
Come arrivare preparati in studio di registrazione
di [user #116] - pubblicato il

Stiamo dedicando una serie di appuntamenti al lavoro di produzione e registrazione della batteria in studio. Questa volta ci concentriamo sul lavoro del batterista e, pensando soprattutto a chi deve affrontare questa esperienza le prime volte, elargiamo alcuni consigli che aiuteranno il musicista a gestire con maggiore sicurezza la sessione.

Il primo fattore da tenere in considerazione è che lavorare in studio, soprattutto le prime volte, non è mai semplice. Si deve fare i conti con la pressione che il fatto di sapere che si verrà registrati comporta, ci si confronta con un ambiente che non è familiare come quello della propria sala prove e con ascolti che potrebbero risultare differenti e spiazzanti, rispetto a quelli con i quali si lavora abitualmente. Per questo è necessario arrivare con un livello di preparazione altissimo.

Come arrivare preparati in studio di registrazione

Lo stress da gestire sarà già parecchio e l’aggiunta di difficoltà insorte da problematiche legate a una preparazione non eccellente di quanto si dovrà suonare potrebbe minare la buona riuscita dell’intera sessione. Fonico, produttore e altri musicisti possono essere accondiscendenti nel supportare un musicista nelle difficoltà in studio se queste nascono da una parte o richiesta nuova, eccezionale o da una qualunque novità o imprevisto della sessione; ma se le difficoltà che rallentano la registrazione sono dettate dal fatto che il musicista non è preparato, non suona con la necessaria sicurezza quanto concordato e la sua conoscenza del repertorio è superficiale, questo può compromettere negativamente l’energia e l’umore della registrazione. A volte, anche il semplice fatto di non avere organizzato in maniera ordinata e chiara le parti può essere un problema: se in un brano pop o rock il produttore chiedesse alla band o al singolo musicista di suonare tre o quattro volte la stessa sezione, per esempio la strofa, e ogni volta il batterista la eseguisse in maniera diversa, questo potrebbe essere un problema. Essere preparati, dunque, non interessa solo il come si suona ma anche il cosa si suona.
C’è poi un aspetto ancora più specifico e importante che aiuta a capire l’importanza di una preparazione totale: conoscere e saper suonare alla perfezione quanto dobbiamo registrare ci libera da quel pensiero. La mente non sprecherà energia nell’affanno di riuscire a eseguire qualcosa che la scarsa preparazione rende molto difficile. E più libero e leggero il musicista riuscirà a godere maggiormente della situazione, a vivere il momento con un’altra intensità che – di sicuro – si tradurrà anche in un feeling e un attitude più positiva del suo playing!

Come arrivare preparati in studio di registrazione

Per questo, un lavoro molto importante che il batterista può fare è esercitarsi, cercando di simulare, in fase di studio, le condizioni di registrazione. Un investimento anche minimo di scheda audio, qualche microfono e un paio di cuffie permetterà di rendere questa condizione più familiare e permetterà al musicista di affrontare le tante inevitabili difficoltà da solo con calme e nella sua sala prove; non con i riflettori della sessione di registrazione puntati e l’ansia e le aspettative di tutto il team coinvolto in studio!
Registrarsi, inoltre, è l’unica maniera efficace per rendersi conto del proprio libello di preparazione. Registrarsi consente anche di poter far sentire in anteprima a chi curerà la produzione e la registrazione, le parti che si sono preparare e la modalità con cui le si suona. Ci sarà così tutto il tempo necessario per sistemare quanto va ottimizzato e arrivare in studio pronti.



 Paolo Caridi e Roberto Priori ci guidano in questa serie di appuntamenti dedicati  alla batteria in studio di registrazione, che torneranno utili tanto ai fonici che ai musicisti. Questa serie di articoli servirà ad affrontare ogni aspetto della produzione e quindi registrazione della batteria: scelta dei microfoni, tipo di ripresa, gestione degli ascolti, approccio al click, errori da evitare, preparazione…
batteristi lezioni di batteria paolo caridi roberto priori
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
Il sito del Pristudio di Roberto Priori
Il sito di Roberto Priori
La pagina di Paolo Caridi
In vendita su Shop
 
Meinl HCO4BK Campanaccio da 5 Black
di Centro della Musica
 € 21,50 
 
Fender Billie Eilish Uke Walnut Fingerboard Black
di Music Island
 € 215,00 
 
Strymon Iridium - Amp & IR Cab (spedizione inclusa)
di Gas Music Store
 € 439,00 
Visualizza il prodotto
Proiettore A Led Soundsation Sestetto 1007 Slim Rgbwav 6in1
di Music Delivery
 € 174,00 
 
DUNLOP - 535Q CRY BABY MULTI WAH MINI
di Music Works
 € 159,60 
 
Battipenna Telecaster Nashville brown tortoise
di Chitarre e componenti
 € 17,00 
 
NORDSTRAND 51 PBASS SINGLE COIL
di Boxguitar.com
 € 85,00 
 
D'ADDARIO PL012 CORDA SINGOLA PER CHITARRE ELETTRICA ACUSTICA
di SL MUSIC
 € 1,20 
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Un'idea per due microfoni
Davide Ragazzoni: strumenti, microfoni e idee
Come evitare le crepe nei piatti della batteria
Addio a Pat Torpey: innovazione, leggerezza e intelligenza
Virgil Donati: soundcheck e riscaldamento prima dello show
Pierpaolo Ranieri: curiosità, ascolto e studio per crescere nella musica
Tre cose indispensabili per suonare la batteria.
Roberto Gualdi: "Andare a tempo. Predisposizione o formazione?"
Virgil Donati: come nasce una canzone
Roberto Gualdi sul palco di Vecchioni
Kenny Aronoff: qual è il segreto di un batterista di successo
I musicisti immodesti e permalosi restano a casa
Tenere il tempo: facciamoci delle domande
Registrare la batteria: ambiente e microfoni
Batteria, 50 dischi fondamentali: "Rage Against The Machine"
Tommy Emmanuel: evitare i vuoti di memoria
Registrare la batteria: due errori da evitare
Non suoni nel disco: lo dice Jeff Beck
Marco Primavera: la batteria dei Thegiornalisti
Lo stile di Matt Garstka
Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso? - Parte 2
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Ovation Adamas 1681-9 anno 1983
Visualizza l'annuncio
Multieffetto Zoom Ac-3
Visualizza l'annuncio
vox ac15c1
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?
I sosia dei Måneskin su un cartellone in Lettonia? Significa più di ...
Fender Stratocaster #0018 del 1954: il restauro ToneTeam
E se il ritorno al rock passasse dalla realtà virtuale?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964