CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Esordio discografico

di [user #45976] - pubblicato il
Esordio discografico

Un saluto a tutti, apro questo topic per parlare un pò del mio album d'esordio, Fly Down, avvenuto il 25 giugno per la Emme Record Label di Roma.

Si tratta di un disco jazz fusion di brani inediti composti e arrangiati da me, con il fondamentale apporto dei musicisti che hanno collaborato. Il progetto è nato all'interno delle aule del Conservatorio di Rovigo, dove io e quasi tutti i miei colleghi abbiamo studiato, ed è stato registrato in un bellissimo studio di Treviso, il Teatro delle Voci, che posso consigliare a tutti quelli che hanno voglia di registrare in un ambiente molto suggestivo e professionale.

Tre solo le chitarre usate: una Godin Montreal Premiere, con la quale ho suonato sei degli otto brani, una Godin Progression Plus e una D'Angelico EX-SS, che si sono divise un brano a testa. Ho suonato tutto il disco in stereo con due amplificatori, un Polytone Minibrute II e un Peavey Delta Blues, e il fonico si è occupato poi di fare un blend dei due suoni, diverso a seconda del brano (anche se il Polytone tende ad essere il principale protagonista, di solito).

Effettistica utilizzara: un overdrive (J Rockett Audio Blue Note), un distorsore (Proco Rat), un delay (TCElectronic Flashback); ho anche fatto uso dell'effetto tremolo integrato del Peavey e del riverbero di entrambi gli amplificatori, sopratutto dello spring reverb del Polytone che amo molto (pur non essendo un riverbero molto versatile, nel fare lo spring è assolutamente in linea coi miei gusti); e un effetto di filtro è stato aggiunto in post produzione con un plug-in. Uno Zoom G5n è stato utile per registrare la chitarra di un brano a casa: dato che tutto è stato registrato in presa diretta, le possibilità di correzione sono state minime; in un caso il brano in studio si è rivelato talemente difficoltoso per me che ho preferito lasciar perdere e suonare sul lavoro dei miei colleghi già registrato, dato che a loro è venuto molto bene subito. 

Gli altri strumenti sono stati un misto di acustico ed elettrico, sia vintage che moderno: piano a coda Yamaha C3, MiniMoog Voyager e Nord Lead, basso e contrabbasso amplificati Mark Bass (io stesso mi ero portato il mio DV Mark in caso di problema come scorta, fortunatamente non ne ho avuto bisogno perchè tutto è andato bene col Polytone), batteria, voce in un brano. Potete ascoltare il lavoro completo gratuitamente su Spotify o Deezer:

Spotify: https://open.spotify.com/album/0PRq7...SdCJqckdDcElXA
Deezer: https://www.deezer.com/album/9902582...utm_medium=web
Dello stesso autore
Distance, inedito in due versioni
4 brani originali live
Tendenze musicali contemporanee
Loggati per commentare

di E! [user #6395]
commento del 06/07/2019 ore 13:12:11
In bocca al lupo per questo tuo lavoro. Spediscilo a chi gestisce i festival, soprattutto fuori dall'Italia (paradossalmente ti apprezzeranno di più).

Rispondi
di Mariano C [user #45976]
commento del 07/07/2019 ore 18:35:05
Grazie. Si cercherò di muovermi su più fronti, ma anche in Italia c'è un bel giro
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Timing, plettro e altre storie
Silverwood: torna “il meglio” del catalogo Supro
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964