CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Billy Gibbons:
Billy Gibbons: "Schiaccio i bottoni e vediamo che succede!"
di [user #116] - pubblicato il

Quando lavorate sulla vostra musica che approccio avete? C’è chi nella frase creativa si concede senza riserve alla sperimentazione non concedendosi limiti di suoni, strumenti e stili a cui attingere. E c’è chi, invece, da subito decide di delimitare un riferimento stilistico, sonoro e di cui attenersi.

Il tema lo abbiamo affrontato con Billy Gibbons, icona vivente del rock e leggendaria chitarra degli ZZTOP. Gli abbiamo come siano riusciti nel corso della loro storia a diventare un capostipite del suono rock e al contempo siano stati capaci di contaminarsi con il pop non disegnando persino riusciti scivoloni quasi danzerecci.



“Lo studio di registrazione nel quale lavoravamo era il leggendario Ardent a Memphis Tenesse.  Era di proprietà di un fonico che non si perdeva una sola novità in fatto di strumenti. Che si trattasse di un nuovo registratore, un synth, una chitarra o un amplificatore era curioso di reperire e provare qualsiasi novità sfiziosa il mercato lanciasse! E noi, di certo, non eravamo meno curiosi di lui e ci divertivamo a suonare e provare qualunque cosa. Ma eravamo così frettolosi e smaniosi che non ci passava nemmeno per la testa di leggere le istruzioni. Avevamo quell’approccio semplice del tipo” Schiacciamo i bottoni e vediamo che succede”.  Così ci divertivamo non solo a scoprire quelle sonorità nuova ma anche a sperimentare, inserendole nella nostra musica. Questo capitava quando ci imbattevamo in qualche suono che sentivamo essere nuovo ma che, al contempo, funzionava e supportava il nostro sound tradizionale."
E invece, qual è il vostro metodo di lavoro? 

billy gibbons lezioni zztop
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
Il sito di Billy Gibbons
In vendita su Shop
Visualizza il prodotto
Warm Audio Wa-84 Black Microfono A Condensatore A Diaframma Piccolo
di Music Delivery
 € 398,00 
 
Zildjian 20" K Dark Crash Thin
di Banana Music Store
 € 389,00 
 
METAL LEAD GUITAR VOLUME 2 STETINA
di Centro della Musica
 € 17,00 
 
Tip leva tremolo cream
di Chitarre e componenti
 € 2,00 
 
Hagstrom SWEB-BLK
di Banana Music Store
 € 771,00 
 
Hohner Student 32 Black
di Banana Music Store
 € 47,50 
 
Squier Classic Vibe 60s Stratocaster Laurel Fingerboard Candy Apple Red
di Music Island
 € 350,00 
 
RCF ART312A MK4 CASSA ATTIVA AMPLIFICATA DA LIVE 400W RMS 12 ART- 312-A MK4
di Borsari Strumenti Musicali
 € 345,00 
Nascondi commenti     5
Loggati per commentare

di yasodanandana [user #699]
commento del 13/03/2020 ore 00:13:24
faccio come dice gibbons.. ovvero sperimento quanto mi pare. Anche perchè lavoro quasi sempre con bravi colleghi e spesso lascio che siano loro a misurare se mi allontano eccessivamente dal progetto ...
Rispondi
di Gianni Rojatti [user #17404]
commento del 13/03/2020 ore 14:32:56
Trovo interessanti entrambi gli approcci.
A volte, decidere di attenersi a un determinato canovaccio stilistico o sonoro non è male: imporsi dei paletti da rispettare ti sprona ad aguzzare l'ingegno per trovare idee nuove e valide.
Un po' come quando fai quegli esercizi tipo: adesso improvvisa utilizzando solo le triadi degli accordi; oppure suona utilizzando solo indice e medio della sinistra...all'inizio sembra solo un esercizio per metterti alla prova ma si rischia di trovare idee e soluzioni freschissime che altrimenti non sarebbero uscite mai!
Così come è bello mettersi a lavorare assecondando ogni idea, guizzo...spippolando con gli effetti, utilizzando le chitarre in libertà ...senza dirsi cose: vorrei uscisse un pezzo più pop quindi la sette corde non ci sta e la batteria dovrebbe essere colà...lasciare che le idee escano e vedere alla fine di una sessione che cosa si è combinato.
Rispondi
di paoloprs [user #10705]
commento del 16/03/2020 ore 07:25:2
Ottima questa analisi. C'è da dire che, nell'immensità dell'Universo di quelli che possiedono una chitarra, si trova di tutto : dai trogloditi con tam tam e clava,
a taglialegna con tanto di ascia,
a finti rudi teppisti dei bronx delle periferie,
a quelli che fanno i bulli per non far vedere la loro inadeguatezza, fino ad
artisti rinascimentali i quali, piuttosto che scegliere la barbara aggressività di Attila, hanno scelto la strada della grazia e della bellezza,
poi ci sono i gironi dei mercenari morti di fame o quello dei professionisti seri, generosi e preparati,
troviamo pure degli imbecilli che si dimenticano di venire a prove puntuali e quando ci vengono hanno l'unico jack rotto, o quegli altri che ci arrivano mezz'ora prima , con gli spartiti per tutti e con i jack di riserva per tutti ....
Tornando a noi dunque, la ricerca di suoni nuovi implica una certa apertura mentale, forse una certa lucidità mentale che molti ..."chitarristi" non ce l'hanno e non sanno neppure che cosa sia.
Dovremmo tutti fare uno sforzo per passare dalla stupida superbia all'altruismo.
Passare da un suono brutto ad uno bello è un atto di generosità.
Vostro Paolo
Rispondi
di Gianni Rojatti [user #17404]
commento del 16/03/2020 ore 20:24:07
"Dovremmo tutti fare uno sforzo per passare dalla stupida superbia all'altruismo.
Passare da un suono brutto ad uno bello è un atto di generosità"

Una delle cose più belle che abbia letto riguardo alla musica.
Rispondi
di nicolapax [user #27042]
commento del 30/03/2020 ore 18:51:45
Ho sempre immaginato che Gibbons lavorasse così! Anche se avesse dovuto suonare un badile con le corde. E non credo che si sarebbe posto dei problemi...
Rispondi
Altro da leggere
Registrare un live di Paul Gilbert
Mixare e registrare un live
Studiare gli accordi: m7, Minore Settima
Una pentatonica per suonare Lidio
Frammenti da composizioni di Heitor Villa-Lobos
Frammenti dai “120 arpeggi dall'op. 1” di Mauro Giuliani
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
EPIPHON LES PAUL CUSTOM NERA
Visualizza l'annuncio
Amplificatore Fender Super Reverb primi anni 60
Visualizza l'annuncio
Ovation Custom Legend 1719 30CM Commemorative - 2004
Seguici anche su:
Altro da leggere
La collezione di Tommy Emmanuel in vendita per beneficenza
Spotify: il brevetto “ascolta” il tuo stato d'animo
Bruce Springsteen: Jeep ritira lo spot pubblicitario dopo la notizia d...
Chick Corea è morto
USA: fermate chitarre false per quasi 160mila dollari
Gli sviluppi delle accuse di molestie sessuali a Marilyn Manson
Dodi Battaglia: dal 12 febbraio il nuovo singolo "Il coraggio di vince...
Foo Fighters: il nuovo album "Medicine At Midnight"
Claudio Baglioni: stasera ospite d'eccezione a Stories Live
Morto Phil Spector, inventore del Wall Of Sound
JHS vende il primo Centaur mai prodotto
Il NAMM non si fa, ma i costruttori ci sono tutti
Canzoni sbagliate!
Morto Alexi Laiho: fondatore dei Children of Bodom
Brand da tenere d’occhio nel 2021




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964