CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Gretsch G6120: un mito oltre le barriere
Gretsch G6120: un mito oltre le barriere
di [user #50984] - pubblicato il

La Gretsch di Chet Atkins ha suonato country, folk, rock and roll e anche rock più spinto. Ecco tre dei suoi alfieri e i loro pezzi da museo.
La Gretsch 6120 nasce tra le mani di Chet Atkins, ma nei decenni si muove trasversalmente tra innumerevoli stili musicali. Ecco la storia di tre modelli Chet Atkins che, anche se usati in contesti distanti l’uno dall’altro, hanno segnato in maniera indelebile la storia della musica.



Duane Eddy
Era il 1957 quando un chitarrista americano, tale Duane Eddy, cominciò a suonare con forza le corde basse della sua Gretsch Chet Atkins, dopo aver infilato l’amplificatore in un recipiente metallico per aumentare l’effetto echo. Il suono che ne uscì fu denominato “twang” dagli ascoltatori, quasi a definire l’impatto nervoso di quelle corde che squillavano sui loro giradischi. Da quel momento il “twang” è diventata un’ossessione per i chitarristi rock and roll, surf, rockabilly, blues e jazz (basti pensare al suono “twangoso” di Jim Campilongo).



Brian Setzer
È una 6120 del 1959 la chitarra che Brian Setzer acquistò quando era ancora un ragazzino e ha suonato praticamente per tutto il periodo con gli Stray Cats e che appare in tutti i video del gruppo. 
Personalizzata dalla decal con la pinup sul disco in vinile e dalle manopole a forma di dado, ha dato in prestito tali caratteristiche alla signature prodotta da Gretsch.
Apprezzato virtuoso della chitarra, Brian cominciò a studiare musica giovanissimo dedicandosi al basso tuba. Il suo sogno era di formare un'orchestra di soli fiati, ma ben presto fu distratto dal punk e dall’hard rock. Formò una band rockabilly, i Tom Cats, che divennero presto Stray Cats. Ma, per avere successo, dovettero migrare in Inghilterra.
Negli anni '90 tornò alla passione per la musica swing e per l'orchestra, ed è ancora attivo con la Brian Setzer Orchestra.

Gretsch G6120: un mito oltre le barriere

Graham Nash
Sempre del 1959 è una 6120 usata nella reunion storica di CSNY a Wembley nonché in due album storici di Crosby e Nash Wind on the Water e Whistling down the wire, dove viene usata sia da Nash e sia dal mitico Danny Kortchmar.
Attualmente appartiene a un amico collezionista italiano.
brian setzer chet atkins chitarre semiacustiche duane eddy g6120 graham nash gretsch
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
Vintage Choice su Facebook
In vendita su Shop
 
gibson es 355 td sv 1966
di Scolopendra
 € 6.800,00 
 
IBANEZ - AMV10A-TCL - Tobacco Burst Low Gloss Distressed
di Music Works
 € 459,00 
 
Greg Bennett JZ2
di Generalsound SRL
€ 516,99
 -15%  € 439,44
 
Cort LCS-2 Larry Coryell Signature - Chitarra Semiacustica
di Gas Music Store
 € 499,00 
 
GIBSON ES 125 TC - 1961 CHITARRA SEMIACUSTICA CON ASTUCCIO RIGIDO
di Musicanova
 € 1.999,00 
 
Godin Semiacustica 5th Avenue Kingpin P90 Natural .Spedita gratis
di Dream Music Studio
 € 744,00 
 
Cort Yorktown TAB Tobacco Burst Semiacustica w/Bag
di Music Island
 € 449,00 
 
DUESENBERG DSDTVCTBNF STARPLAYER TV COLLECTION CHITARRA ELETTRICA SEMI HOLLOW DS-DTV-CTB-NF
di Borsari Strumenti Musicali
 € 2.369,00 
Nascondi commenti     4
Loggati per commentare

di dale [user #2255]
commento del 17/05/2020 ore 19:54:32
La chitarra rock'n'roll per definizione.
Meravigliosa.
Rispondi
di prada [user #19807]
commento del 18/05/2020 ore 13:27:35
Sono d'accordo con te
Rispondi
di BBSlow [user #41324]
commento del 21/05/2020 ore 13:56:48
Un sogno che coltivo da decenni. Ma è quasi più grande di me, non è fattibile... :(
Rispondi
di gabbahey [user #23550]
commento del 19/06/2020 ore 06:58:38
Fantastica ma... purtroppo per la mia esperienza c’è troppa differenza tra i modelli prodotti in America da quelli post anni 70 Giapponesi. Devo dire che le Giapponesi sono molto più simili alle attuali Coreane che alle originali Made in USA. Detto questo rimangono delle Grandissime chitarre , ve lo dice un possessore di almeno una trentina di dischi degli Stray Cats!!!!!!
Rispondi
Altro da leggere
Gretsch Junior Jet ora anche con P90
In video le Limited Edition D’Angelico Deluxe
Perché ti serve un Bigsby
Da chitarra standard a baritona
Gibson ES-335 1958-1962: evoluzione, caratteristiche e suono
Comet: la semihollow Harmony sbucata dagli anni ’60
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Ovation 19987 Collectors
Visualizza l'annuncio
Ovation 1995 Collectors
Visualizza l'annuncio
Frudua GFF Mix Custom
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ti annoi? Satchel ti insegna i versi degli animali sulla chitarra
L’Octavia di Band Of Gypsys battuto per 70mila dollari
Guitar Man: Joe Bonamassa in un documentario
I 5 acquirenti che non vorresti mai trovare
Lo sapevi che...? La nuova rubrica Instagram di Accordo.it
L’evoluzione inaspettata della mia pedalboard
Sfasciano la chitarra al busker: Jack White gli compra una Custom Shop...
Stompbox AmazonBasics: un grande punto interrogativo
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964