DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
La rivoluzione del Fuzz-Tone
La rivoluzione del Fuzz-Tone
di [user #6868] - pubblicato il

La storia del fuzz è affascinante e ricca di aneddoti. La racconta bobchill partendo dai primi vagiti negli studi di registrazione dei vecchi sperimentatori.
Qualche anno fa scrissi su queste le pagine l’articolo "La Rivoluzione del Fuzz". Oggi torno sull’argomento non soltanto in forma "riveduta e corretta", ma soprattutto per raccontare la storia in modo più completo, con il supporto di suoni e immagini.
Ho prodotto una serie di tre filmati che ripercorre un ideale viaggio nel tempo sulle tracce dell’affascinante storia del fuzz.

Parlare di pedali fuzz-tone all’epoca dei digital profiler, nel terzo millennio, potrebbe far sorridere. Questi effetti rudimentali, con elementari circuiti da due o tre transistor, potrebbero apparire ingenui e superati. Eppure questi bistrattati catorci stanno conoscendo una riscoperta e una nuova giovinezza. Il mercato pullula di riedizioni dei modelli storici e di reinterpretazioni più o meno originali.
Il fascino di questi vecchi pedali è legato anche alle tante storie intriganti che hanno da raccontare. Tecnici del suono, producer e musicisti, lavorando fianco a fianco, condussero un’infaticabile ricerca di anni, sperimentando diverse soluzioni tecniche ed artistiche.

La rivoluzione del Fuzz-Tone

I pionieri del fuzz, con determinazione e audace spirito di innovazione, hanno scritto alcune delle più gloriose pagine della storia della musica e accompagnato alcune delle più suggestive pellicole della storia del cinema. Queste storie sono tessere che messe insieme compongono un intrigante mosaico.

Il primo dei tre filmati racconta delle prime chitarre distorte, ascoltate nelle registrazioni “naive” dei bluesmen neri, agli inizi degli anni '50: dischi a 78 giri che ebbero un’importanza seminale sulla musica dei decenni successivi.

Nel 1960, la distorsione per chitarra compì un “salto di qualità”. Grazie a un singolare incidente tecnico in uno studio di registrazione di Nashville, si fece la scoperta accidentale della distorsione “fuzzy” che avrebbe portato alla creazione del Maestro Fuzz-Tone FZ-1, il primo stompbox della storia.
Pochi anni dopo arrivò l’inconfondibile riff di "(I Can’t Get No) Satisfaction" che spalancò le porte a una nuova epoca, un periodo irripetibile in cui il suono spernacchiante del fuzz divenne un elemento caratterizzante della cultura e del costume. Era iniziata “la rivoluzione del fuzz”.
Il video è in lingua inglese con accurati sottotitoli italiani attivabili dalle opzioni del player.

effetti e processori gli articoli dei lettori
Link utili
La Rivoluzione del Fuzz
Mostra commenti     13
Altro da leggere
ChordPulse: una band con cui suonare in un attimo
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Gibson ES 339 tra il Satin e il Gloss
Fender American Original '50s Stratocaster Inca Silver
Cambio superficiale: spunti per una finitura fai-da-te
Let it (Treble) Bleed
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964