CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS BIBLIOTECA
SLO-30: il mito Soldano torna a potenza ridotta
SLO-30: il mito Soldano torna a potenza ridotta
di [user #116] - pubblicato il

L’amplificatore Super Lead Overdrive che ha fatto la storia del rock e del metal torna in un’edizione da 30 watt, con tutta la voce dell’originale.
Mike Soldano è tra i nomi illustri nel panorama dell’amplificazione per chitarra. Con il suo SLO-100, amplificatore valvolare conosciuto anche come Super Lead Overdrive, ha contribuito a delineare i suoni solisti per antonomasia dagli anni ’90 a seguire. Innumerevoli artisti hanno trovato nei suoi amplificatori un connubio inarrivabile di reattività, potenza, timbrica distorta e pulita capace di arricchire qualsiasi mix.
Lo SLO-100 è ora uno tra gli amplificatori più desiderati e può entrare nelle case dei musicisti che non richiedono tutta la potenza del modello originale grazie al neonato SLO-30.

SLO-30: il mito Soldano torna a potenza ridotta

La testata Soldano SLO-30 si ripropone di replicare suono e caratteristiche della SLO-100, con un volume generale più controllabile e un costo più accessibile, pur restando nella sfera dell’amplificazione boutique di fascia alta.
Il preamplificatore è basato su cinque valvole 12AX7, ispirato estremamente da vicino a quello della testata SLO-100. Il finale è invece ridotto a due 6L6 per portare la potenza totale a 30 watt, con cui pilotare comodamente anche cabinet con uno o due coni in studio, sul palco o in casa.

Tra gli aggiornamenti, Soldano annovera un loop effetti rinnovato per una maggiore predisposizione all’uso degli stompbox.
Resta immutata la struttura generale, con due canali Normal e Overdrive comandati sul pannello frontale o con il footswitch incluso nella confezione.

L’interfaccia offre livelli indipendenti per i due canali relativi alla sezione preamplificatrice e altri due per lo stadio finale. L’equalizzatore a tre bande è in comune e promette una resa efficace e dai risultati sempre utilizzabili. Completano il tutto i controlli di presence e depth, per adattare le timbriche a qualsiasi venue.
L’ultimo tocco di flessibilità è fornito dalla presenza di uno switch per il bright e un selettore per le sonorità crunch e clean.
Inutile dirlo, l’escursione delle manopole arriva a 11.

SLO-30: il mito Soldano torna a potenza ridotta

La SLO-100 è diventata famosa per i suoi puliti cristallini e per i suoni solisti vividi e reattivi, che la SLO-30 promette di restituire in maniera fedele.
Ola Englund ne ha preparato una prova decisamente approfondita spingendola nei territori più estremi dell’heavy metal moderno.



Sul sito Soldano, la SLO-30 può essere vista e acquistata a questo link.
amplificatori amplificatori per chitarra ola englund slo30 soldano ultime dal mercato
ABBIAMO BISOGNO DI TE!
Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Per produrli occorrono competenze e lavoro, con costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo di difficoltà per l'economia.
Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere gli standard di qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
SLO-30 sul sito Soldano
Nascondi commenti     31
Loggati per commentare

di Repsol [user #30201]
commento del 30/06/2020 ore 08:42:45
Questa testata é l'erede della Hot Rod 25, un grande ampli che aveva tutto il carattere della Slo 100 per merito dei trasformatori sovradimensionati molto simili ai Deyoung della sorella maggiore. L'HR 25 veniva chiamata Baby Slo, in quanto il suono, l'attacco, la risposta dinamica etc...erano sovrapponibili a quelli della Slo 100.
Ora Mike Soldano ha venduto l'azienda alla Botique Amp Distribution, disegna per loro gli ampli ma non li costruisce più. La Slo 100 ha perso il trasformatori Deyoung e gran parte della componentistica che la rendeva unica.
Non ho provato la nuova Slo 100 lo farò appena ne trovo una disponibile così posso confrontarla con la mia. Stessa cosa per la Slo 30....
Detto questo, il mio consiglio é quello di provare questi ampli, molti pensano (anche io in passato) siano ampli da metal. La struttura é hi gain, sicuramente, ma hanno una flessibilitá pazzesca. Ci si suona davvero di tutto, dal jazz al glam rock. Nei forum si legge che suonano bene solo col master a palla... assolutamente no, suonano bene anche in camera, ovviamente in modo diverso ma comunque appagante.
Grandi amplificatori, semplici e davvero, dopo quel suono non si torna più indietro...
Concludo con il video di presentazione...uno dei peggiori che abbia mai visto. Dopo questa presentazione potresti pensare di comprare questo ampli solo se suoni in una cover band dei Meshuggah...
Rispondi
di MM [user #34535]
commento del 30/06/2020 ore 09:41:51
Concordo al 100% ..... sarà un video di presentazione?
Mi sarebbe piaciuto ascoltarlo in tutta la sua flessibilità, se mi attengo a questo video sembra che non ne abbia per nulla.
Rispondi
di ADayDrive [user #12502]
commento del 30/06/2020 ore 09:50:13
Concordo pure io. Tra l'altro Englund, per quanto di estrazione metal, è un chitarrista molto bravo e completo, ed in questo video non fa altro che fare riffazzi ultradistorti...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 30/06/2020 ore 12:32:43
Veramente io ad Englund non ho mai sentito suonare nulla di diverso.
Ciao
Rispondi
di tittis [user #28285]
commento del 30/06/2020 ore 18:27:19
"Concludo con il video di presentazione...uno dei peggiori che abbia mai visto." ...al 100%, infatti ho commentato . Una vergogna...
Rispondi
di ADayDrive [user #12502]
commento del 30/06/2020 ore 09:44:16
E' il mio ampli "moderno" preferito, e finalmente lo fanno con una potenza umanamente gestibile. Quello che non è umanamente gestibile è il prezzo, lo colloca fuori mercato anche confrontandolo con marchi blasonati tipo il Mesa Boogie. Se il prezzo cala ci faccio un pensierino, ma 2700 dollari sono uno sproposito per un progetto vecchio di vari decenni ed anche se si considera che comunque la componentistica sarà sicuramente over the top.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 30/06/2020 ore 12:17:44
Non credo che se trovi ingestibile la 100w questa lo sia granchè di più sai...
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 30/06/2020 ore 16:08:40
Concordo, io ho la 100 e la 25 e dal punto di vista della pressione sonora sono molto simili.
Non sono ingestibili, ovvio che la "pacca" violenta si ha a volumi da stadio, ma essendo ampli la cui distorsione é tutta di pre, sono utilizzabili anche in contesti piccoli. É vero che alzando il master la distorsione diventa più piena, ma funzionano benissimo anche con il master a 1.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 30/06/2020 ore 16:13:20
Sul discorso dell'essere ampli che lavorano di pre in modo preponderante sono d'accordo, purtuttavia se proprio trova la 100w ingestibile allora la 30 lo sarà altrettanto temo :/
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 30/06/2020 ore 16:21:4
Sicuro.....perché hanno lo stesso comportamento e la stessa "pacca"
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 30/06/2020 ore 10:10:01
Bello ma...
Per decine di anni non c'è mai stata l'esigenza di avere ampli a potenza ridotta..
MESA, Marshall, Soldano ecc...
Al limite c'erano i vari VoxAc30 che fra l'altro hanno una potenza incredibile...
Adesso la moda è questa.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 30/06/2020 ore 12:39:37
Non è moda, ma realismo. Oggi si scelgono ampli che possono avere una buona resa anche in casa o in saletta e che siano umanamente trasportabili. D'altra parte anche in passato è sempre stato preferibile avere 30w da infilare in un impianto che 100 che ti sfasciano i timpani, ma il pubblico sente poco e male non appena si sposta dalla direttrice dei coni.
Ciao
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 30/06/2020 ore 16:15:34
Dal punto di vista della trasportabilitá ok....in questo caso però i 25 watt della mia HR hanno una pressione sonora molto simile alla Slo 100. A 3 di master ti buttano giû i muri entrambe.
Credo che la vera differenza tra 25 e 100 la si sente quando sei con il master oltre la metá, dove la 25 lavora con il finale e la 100 ancora no.
Ma in questo caso suoni a San Siro.
Altri amp da 30 w invece sono più umani, questo é vero.
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 30/06/2020 ore 10:55:01
Englund riesce ad avere un suono che non mi piace con qualsiasi ampli.
Sono sicuro che da quell'ampli ci si può tirare fuori di meglio... ma tanto ho il Brave Raptor, che me ne faccio di un Soldano 😎
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 30/06/2020 ore 12:18:56
Bella, curioso di sentire la nuova SLO con i ClassicTone. poi prenderò ovviamente la versione di Ceriatone, ma un giro lo faccio volentieri.
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 30/06/2020 ore 13:20:39
Una curiosità: che significa l'escursione dei potenziometri arriva a 11? Se riduco gli spazi tra i numeri della serigrafia può arrivare anche a 16 o 32.... è un vezzo di Soldano forse per evidenziare la grinta dei suoi ampli? Comunque concordo che se vuoi fare una recensione di una macchina che possa ambire ad una platea la più vasta possibile, il simpatico Ola sicuramente non è il più adatto, o forse doveva spaziare un pò di più tra i generi.
Rispondi
di Gigibagigi [user #49591]
commento del 30/06/2020 ore 13:46:32
Arriva a 11 perché è più di 10, serve per avere più potenza rispetto ai normali amplificatori.
Rispondi
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 30/06/2020 ore 14:19:52
Perché quando hai tutto a 10, dove puoi andare da lì? Da nessuna parte!
vai al link
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 30/06/2020 ore 16:35:07
Eheheheh, immaginavo infatti, da qualche parte l'avevo sentita!
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 30/06/2020 ore 14:11:27
Io con la simulazione del Soldano dentro a Helix ci ho fatto l'improvvisazione jazz- blues
vai al link
Quindi si può fare anche con quello vero.
Il suono dentro ad Helix è una figata ha molta dinamica.
Rispondi
di Lesstrat [user #17125]
commento del 30/06/2020 ore 14:35:14
Sarebbe interessante una prova comparativa tra questo e lo skill 30 di Mezzabarba
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 30/06/2020 ore 15:14:33
Gli ampli Mezzabarba dovrebbero essere pesantemente ispirati alla vecchia SLO in effetti
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 30/06/2020 ore 22:02:21
Io con un Laney lh20 testata ho trovato la pace dei sensi e la spesa è molto piu contenuta e la qualità costruttiva è esagerata
Rispondi
di Robland [user #53772]
commento del 02/07/2020 ore 16:50:34
Che cassa usi con la Laney?
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 02/07/2020 ore 20:03:4
Una palmer 2x12 con celestion v30
Rispondi
di gwynnett [user #9523]
commento del 04/07/2020 ore 16:48:14
qualche anno fa, su esplicita richiesta della redazione, ho recensito la SLO 100, manifestando un evidente entusiasmo per la testata che, continuo a dire, rimane unica ed irripetibile sempre a mio parere nel riquadro delle voci spinte per chitarra
quello che affermo è naturalmente opinabile ma penso che nel video di presentazione ci sia tutto, dal clean, anche se non evidente, alla sua esasperazione, ed il tutto è ben leggibile in quei pochi guizzi che Englund rimarca con agili dita
d'altronde il pre è identico a quello della SLO100, ed il finale, anche se con meno di metà potenza, conserva la stessa struttura, l'unica differenza potrebbe risiedere nei magnetici che, penso, non saranno i Deyoung, nella pasta dei ceramici o nel film dei resistori che condizionano fortemente il suono
riguardo al prezzo non lo giudico eccessivo considerando che qualcuno chiede anche 1200 euro per un 5 watt
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 04/07/2020 ore 19:12:43
Da possessore di SLO 100 e SLO 25 non posso che darti ragione. Purtroppo, conoscendo bene questi ampli, mi resta l'amaro in bocca per una presentazione, secondo me, estremamente lacunosa.
Manca del tutto la modalita' crunch, che come sai, e' uno dei punti forti della testata.
La prova si basa su mezzo minuto di clean e poi sul gain a palla,non c'e' una via di mezzo (territorio Clapton, Knopfler etc...), non mostra la dinamica, ovvero cio' che si puo' fare con il volume della chitarra.
Se io dovessi farmi un'idea su questa testata dal video....guarderei altrove. Invece questo ampli, molto simile alla mia 25, e' una bomba.
Confermo che, dopo che Soldano ha venduto a BAD, le nuove SLO 100 e 30 non montano i Deyoung.
Rispondi
di gwynnett [user #9523]
commento del 05/07/2020 ore 16:27:28
naturalmente mi trovi d'accordo e comprendo il tuo magone
Rispondi
di dylandog_89 [user #19927]
commento del 06/07/2020 ore 00:13:
Boh, oltre al prezzo improponibile non capisco quale sia il suono Soldano "che ha fatto la storia della chitarra"; ad es. saprei riconoscere un Marshall o un Mesa ma non un Soldano. Non dico che suonino male anzi, ma mi sanno di neutro...talmente tanto che qualche mese fà ho contattato Mille Petrozza dei Kreator su Fb per chiedergli cosa avessero usato su Extreme Aggression, dato che il suono di chitarra mi piaceva molto...convintissimo si trattasse di un Marshall o al max qualche rack, la risposta invece è stata che si trattava di una Slo 100 con cassa Marshall, a dimostrazione di quanto gli speaker facciano la differenza più di quanto si pensi e di come abbiano caratterizzato talmente il suono da renderlo british e farlo passare per un Marshall. A sto punto uno prende un ampli high gain qualsiasi che suoni decente e gli ficca una bella cassa con i coni preferiti e risparmia. Un'altra cosa che non capisco è la riduzione di wattaggio dato che tanto tutti questi ampli high gain moderni suonano di pre e le finali non entrano più in gioco...o comunque non puoi sfruttarle lo stesso in un pub anche con 30w che rimangono tanti (specie se poi ci si accoppiano i soliti v30 che hanno sensibilità elevata, ergo più volume).
Morale della favola: troppi soldi per una soluzione che per me non ha neanche senso.
Poca sostanza oltre al brand boutique. Change my mind.
Rispondi
di jdessi [user #27382]
commento del 06/07/2020 ore 13:15:34
Anche se può sembrare inutile per un metal-head, lo SLO-100 è l'ampli che si adatta meglio alle mani del chitarrista: basta leggere i nomi di chi lo ha usato: da Clapton a Knopfler, passando per Lukather e Martin Barre. E mi spiace dirtelo, ma la dinamica di un ampli non la fanno i coni.
Rispondi
di Repsol [user #30201]
commento del 06/07/2020 ore 20:14:22
Ho letto la tua esperienza ma sono arrivato a conclusioni diverse. Innanzitutto e' importante che il suono ti sia piaciuto tantissimo e quel suono proviene da una SLO 100. Perche' sei cosi convinto che la cassa abbia avuto cosi tanta importanza? La cassa ha espresso il suono dell'ampli e la SLO 100 e' un Marshall sotto steroidi, quindi e' normalissimo che tu pensassi fosse un Marshall, non dipende dai coni, dipende da come e' stato pensato l'ampli da Mike Soldano. Quando Mike ha iniziato a produrre la SLO le esigenze musicali erano quelle di un suono Marshall ma con piu' gain.
Magari e' esagerato dire che ha fatto la storia della chitarra ma le SLO si trovano in tantissimi dischi e live dagli anni 80 in poi.
Per la riduzione del wattaggio sono d'accordo con te....non serve praticamente a nulla, il volume cala in modo impercettibile e la saturazione avviene praticamente allo stesso modo.
Anche sul prezzo son d'accordo, e' molto alto. Ma i mercati a cui si rivolge (America e Giappone in primis) sono piu' abituati a queste cifre.

Rispondi
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Visualizza l'annuncio
Zoom Q3 HD
Visualizza l'annuncio
Marshall JVM 215C Tabacco mod.
Altro da leggere
Medeli SP-201 e SP-201 Plus: 88 tasti di versatilità
SolidGoldFX NU-33: modulazioni da vinile in scatola
Jackson mostra in video le Wildcard Limited Edition
Wampler Belle: l’altro overdrive verde
Tweed e Plex 55: ampli in miniatura da Foxgear
Scopriamo insieme le Fender American Professional II
Seguici anche su:
Altro da leggere
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone
Accordo Box in partenza!
Fender licenzia John Cruz per un post violento [aggiornato]




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964