CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50
Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50
di [user #16055] - pubblicato il

Mentre i grandi marchi definivano i canoni della chitarra elettrica, uno sciame di sperimentatori testava forme, materiali e configurazioni alternative, destinate a scrivere la storia.
Probabilmente nessun altro marchio che iniziò con strumenti così poveri finì nell’interesse dei musicisti come Danelectro. Il suo fondatore, Nathan I. Daniel, iniziò la sua carriera progettando per Epiphone i primi amplificatori, dal 1934 al 1942.
Nel 1946 venne fondata Danelectro per produrre amplificatori da vendere per corrispondenza, mentre nel 1954 fu la volta delle chitarre elettriche.

Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50

Questi modelli, soprannominati "Danos", furono i preferiti dai giovani musicisti ma anche dai professionisti per via del loro suono molto particolare. I primi modelli erano simili nella forma a una piccola Les Paul, ma con finiture e hardware molto semplice. Erano dotate di uno o due pickup single coil nascosti sotto il battipenna e usavano materiali insoliti come il vinile e la masonite. Oltre che col marchio Danelectro, furono prodotte anche con il marchio Silvertone, leggermente diverse nella paletta.

Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50

Nel 1955 uscì il modello Danelectro C, con il corpo a forma di nocciolina e la paletta a forma di bottiglia di Coca Cola. Il pickup era ben visibile, ma non aveva ancora la classica forma “a rossetto” che poi avrebbe assunto: l’azienda acquistò queste coperture proprio da un produttore di rossetti per labbra.

Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50

Nel 1956 i modelli U-1 e U-2 sostituirono il modello C, proposto in varie colorazioni con forma tipo Les Paul, uno o due pickup a rossetto e prezzi di 75 e 100$.

Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50

Un’altra azienda che secondo me propose cose interessanti fu la Stratosphere, fondata nel Missouri nei primi anni ‘50 ma dalla vita molto breve. Debuttò nel 1954 con chitarre a doppio manico, che furono una novità assoluta, e con la prima elettrica a dodici corde, producendo comunque anche modelli a sei corde.

Le alternative a Fender e Gibson negli anni '50

La doppio manico, chiamata semplicemente Twin, aveva la sezione dodici corde nella parte superiore e paletta finestrata, mentre nella parte inferiore una sezione di sei corde standard e ancora paletta finestrata con sei meccaniche in linea.

L’elaborata tastiera, il corpo di dimensioni ridotte e l’uso di varie placche e battipenna necessari a contenere tutta la parte elettronica erano spesso una caratteristica del tempo ed esprimevano un certo fascino.

Non essendo ancora uno standard l’accordatura di una dodici corde, venne suggerito l’uso dei doppioni accordati in modo che producessero degli accordi, rendendo tuttavia lo strumento difficile da suonare. In seguito, la Rickenbacker stabilì l’accordatura standard per una dodici corde.
chitarre elettriche danelectro gli articoli dei lettori silvertone
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
In vendita su Shop
 
CTS PUSH-PULL A500K REGULAR SHAFT
di Boxguitar.com
 € 14,00 
 
Gator GP-HDWE-1436 borsa per hardware batteria 14 x 36
di Centro della Musica
 € 45,00 
 
iZotope Excalibur
di Banana Music Store
 € 156,00 
 
KACES KBO-ASBK ASTUCCIO PER SAX ALTO CONTRALTO CUSTODIA SEMIRIGIDA KBO-ASBK
di Borsari Strumenti Musicali
 € 89,00 
 
Meinl SY-22T
di Banana Music Store
 € 999,00 
 
Abbassacorde barra lunga black
di Chitarre e componenti
 € 4,00 
 
PEARL C-930 - SUPPORTO PIATTO DRITTO
di SL MUSIC
 € 81,00 
 
ANCE VANDOREN PER SAX ALTO MISURA 2 SINGOLO PEZZO
di SL MUSIC
 € 3,00 
Mostra commenti     5
Altro da leggere
Fender svela le Player Plus: le testiamo in anteprima
Vecchie e nuove classi di funzionamento di un finale di potenza
Jazz Bass del 1960 e Stratocaster del 1959: come cambia il Sunburst? Il restauro Tone Team
Le Squier Paranormal in video
La tracolla conta
I computer prima della musica: da IBM a Musik Research
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964