CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Bespeco BAG362EG: doppia custodia per elettrica
Bespeco BAG362EG: doppia custodia per elettrica
di [user #3864] - pubblicato il

Una spesa tutt'altro che esagerata consente di portarsi a casa una custodia pratica ed efficace per chi va in giro con due strumenti. La racconta un nostro lettore.
Se ti capita spesso di uscire con due chitarre elettriche e magari ti portati dietro anche la pedalboard o altri accessori, o vuoi avere la comodità di una mano libera, allora ti serve una doppia custodia.

Ce ne sono di vari tipi. Le semi rigide o quelle morbide ultra imbottite con tasche capienti sono piuttosto costose e ingombranti, certamente offrono un'eccellente protezione e puoi infilarci dentro i cavi, il laptop, gli attrezzini e tanti accessori. Per chi come me ha solo l'esigenza di spostarsi da casa alla sala prove con due strumenti, esistono soluzioni più economiche e maneggevoli come la Bespeco BAG362EG che ho recentemente comprato a 59 € (+ spese di spedizione).
Non posso fare una comparazione diretta con i modelli più cazzuti come le custodie Mono o le Gator che costano intorno ai 300 o 150 € e sicuramente valgono quello che costano perché non ne ho sotto mano, ma se spulciate YouTube sarà facile farsi un'idea di quello che questi marchi offrono.

Bespeco BAG362EG: doppia custodia per elettrica

Parliamo dei materiali di questa economica Bespeco, ottimi per il prezzo. Le cuciture e le cerniere sono a livello della vecchia Rockbag singola che uso approssimativamente da 15 anni, la maniglia laterale consente un trasporto bilanciato e confortevole, quella frontale non l'ho neanche presa in considerazione ma qualcuno potrà trovarla utile, le tasche sono piccole ma sufficienti per avere a portata di mano qualche accessorio come il raccoglitore con gli spartiti, magari un cavo e qualche altro piccolo accessorio. Le tracolle sono cucite e non si possono togliere affatto, le spalle sono protette da due rinforzi gommosi. Sul retro, all'atezza della paletta, c'è un gancio di plastica.

Il sito dell'importatore, così come quelli dei rivenditori, riporta un'imbottitura di 25mm ma l'informazione più esatta è scritta sul cartellino allegato al prodotto e puoi scoprirlo solo quando apri il pacco o se hai la fortuna di vederla in negozio prima dell'acquisto: "spessore variabile da 8 a 30mm". I fronte e retro della custodia sono in realtà intorno ai 15mm, che comunque costituiscono una protezione sufficiente per un uso "urbano".
Il fondo è poco protetto, a salvare un po' la situazione ci sono qeste due ampie alette interne che abbracciano la parte bassa del body.

Bespeco BAG362EG: doppia custodia per elettrica

Internamente, gli spazi sono piuttosto stretti, perfetti per strumenti Fender-style ma la paletta angolata di una Les Paul forse - e sottolineo forse - potrebbe essere a rischio. Come si può notare in foto, dietrola paletta della Stratocaster c'è spazio solo per il palmo della mano.
Il body di una Strat-style trova nella borsa uno spazio molto preciso: il corno superiore dello strumento tocca il bordo dell'imbottitura, mi chiedo come vestirebbe uno strumento leggermente fuori standard, o con un ponte Floyd Rose o Bigsby.
Quelle alette interne che abbracciano il fondo dello strumento sono secondo me piuttosto fastidiose perché non facilitano l'operazione del riporre lo strumento dall'alto e in più vanno a forzare lo switch della mia Telecaster (notare però che il control plate dello strumento è a rovescio).

Bespeco BAG362EG: doppia custodia per elettrica

Forse questa custodia non è adatta a tutti gli strumenti ma non mi pento dell'acquisto. Ciò che mi ha spinto a scrivere queste righe è il fatto che online non si trovino molte informazioni su questa categoria di prodotti e magari ci sono diversi piccoli dettagli che si notano solo quando hai l'oggetto in mano e che sarebbe utile conoscere per capire se valga la pena di fare un investimento più importante.
Posso convivere con tutti i piccoli difetti e mancanze di questo prodotto, mi sarà certamente molto utile e mi semplificherà la vita.
Spero che queste mie considerazioni possano esserti utile a capire se veramente ti serva una custodia coi controfiocchi o se tu possa, come me, accontentari delle comodità che offre e concederti coi risparmiati l'acquisto dell'ennesimo - ma necessario - pedalino e una pizza con la fidanzata.
altri accessori per chitarra bag362eg bespeco gli articoli dei lettori
Link utili
BAG362EG sul sito Bespeco
Nascondi commenti     4
Loggati per commentare

di lomba [user #3864]
commento del 03/09/2020 ore 22:14:19
la foto con la mano dietro la paletta.. vai al link
Rispondi
di Ernestor [user #46937]
commento del 04/09/2020 ore 10:23:52
Le custodie doppie sono molto comode quando hai una gig e ti porti il muletto o usi due strumenti dalla voce molto diversa. Anche io ne ho acquistata una su un noto sito tedesco e la uso esattaamente con questo scopo. Il prezzo è un po' più alto ci questa ma non di troppo, la robustezza sembra un po' migliore, di contro c'è che è più ingombrante e ha molte tasche anche ben capienti, dunque per andare a suonare nei locali è ottima, mentre per la sala prove è già meno pratica, soprattutto se invece di spostarti in auto usi i mezzi pubblici, dunque lo scopo per cui la usi tu mi sembra perfetto e anche il prezzo a cui l'hai acquistata è conveniente.
L'unico grande problema che hanno queste custodie economiche, come hai notato anche tu è il fondo poco imbottito. Ho notato dopo anni di uso che tutto sommato la protezione laterale anche se non particolarmente tenace fa sempre il suo lavoro, gli strumenti, almeno i miei, non sono mai stati soggetti a stress particolari in quel senso. Il fondo invece è stato spesso fonte di problemi, può capitare di poggiare la custodia troppo pesantemente, o che personale del locale la sposti senza le dovute accortezze ed è sempre il fondo il punto più debole, e lo strumento ne risente. La protezione laterale è importante ma per la mia esperienza la percentuale di volte in cui il pericolo è venuto dal fondo è stata il 70% rispetto ai problemi laterali. Personalmente alla fine mi sono costruito con dei fogli morbidi di pvc camerato una specie di cuscino a forma di mezzaluna dello spessore di 3cm largo quanto lo spazio interno del fondo custodia e l'ho fatto rivestire con una stoffa simil velluto dello stesso colore del rivestimento della custoria, a cui ho aggiunto una strap di velcro. In questo modo il cuscino aderisce al fondo della custodia senza spostarsi e facendo da doppio fondo interno fornisce una seria protezione in caso di trattamento rude della custodia. Unico inconveniente di questo espediente è che se la custodia calza al millimetro lo strumento non ha spazio utile, dunque sei costretto a ridurre lo spessore del cuscino al massimo consentito. Da quando ho fatto questo accessorio l'ansia del trasporto degli strumenti si è praticamente azzerata ed è inoltre trasferibile alle altre custodie morbide che ho. Le mie chitarre, specialmente quelle pregiate, quelle un po' più pesanti e la semiacustica sono molto più al sicuro.
Spero possa essere stato utile.
Ciao
Rispondi
di lomba [user #3864]
commento del 04/09/2020 ore 13:17:00
Pensa che l'ho fatto anche io per l'altra e non mi è neanche passato per la mente di farlo su questa!!!
Rispondi
di Ernestor [user #46937]
commento del 04/09/2020 ore 15:41:00
Beh vuol dire che in fondo ti senti abbastanza sicuro. Eventualmente hai già una soluzione😉.
Ciao e buona musica👋
Rispondi
Altro da leggere
Stratocaster riveduta, corretta e... semplificata.
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Se la base è valida...
Neucab/Viper sono i cavi Bespeco con jack Neutrik, anche Silent
Il controllo del tono del Dumble Overdrive Special più complesso
Fender Stratocaster #0015 del 1954: il restauro ToneTeam
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964