Home | Audio | Chitarra | Didattica | Lifestyle | Ritmi | People Store | Annunci | Eventi
simonec78
utente #13803 - registrato il 18/12/2007
Città: Trieste
Genere: Blues, Folk, Jazz, Reggae, Rock.
Sono interessato a: Chitarra elettrica, Basso.
Sito Internet: www.inorganicdub.com
I miei social:

Le sue attività

Venditore che non mi inspira fiducia
di simonec78 | 31 ottobre 2012 ore 16:23 da (People)
Ciao a tutti.Sto allestendo un piccolo studio per fare i Mastering e mettere a frutto energie e studi intrapresi un po' di tempo fa. Ho deciso di specializzarmi in questo particolare settore ed investire nelle attrezzature. Questo non soltanto per dare la giusta sonorità...
Outing Satie
di simonec78 | 18 dicembre 2011 ore 12:44 da (People)
Una mia interpretazione di "Gymnopedie n°1"
Ho captato i messaggi degli alieni con la scheda audio.
di simonec78 | 24 ottobre 2011 ore 10:49 da (People)
Mi stanno dando istruzioni su come migliorare il mio set-up.
Ricominciamo
di simonec78 | 19 ottobre 2011 ore 05:44 da (People)
Riprendiamoci il presente
Jolie Holland
di simonec78 | 29 settembre 2011 ore 11:17 da (People)
...
Restavrant.
di simonec78 | 24 settembre 2011 ore 12:05 da (People)
Suoni con strumenti diversamente nuovi
Karma - Astronotus (1996)
di simonec78 | 09 settembre 2011 ore 08:00 da (Audio)
Qualcuno di loro dev'essere chiaramente stato coinvolto in un frontale con gli Alice in chains, i Sepultura, o i Soundgarden. Era il 1996. Anni particolari. Facilissimo riconoscere in loro i lontani vagiti della turbolenta Seattle.
Saluti a tutti da Sarajevo
di simonec78 | 06 aprile 2011 ore 11:06 da (People)
...
TC Electronics Vintage Overdrive
di simonec78 | 29 agosto 2010 ore 08:00 da (Chitarra)
Mi è impossibile parlarvi di questo effetto senza raccontarvi come mi è arrivato fra le mani. Un po' come il bicchiere d'acqua prima del caffè. Perché lo ricordo bene quel pomeriggio poco prima dell'imbrunire, ero ancora frastornato dai mille mila negozi di musica di Rue Victor Masse, in quel particolare inverno a Parigi.
Un saluto a tutti dal Marocco
di simonec78 | 01 agosto 2010 ore 21:19 da (People)
...
Radial Tonebone Classic overdrive distortion
di simonec78 | 12 gennaio 2010 ore 14:34 da (Chitarra)
Seriamente. L' impressione che ho davanti a questo pedalino è quella di avere davanti una macchina, finalmente, completa. Lo ricordo ancora il mio primo Drive. Il vivo arancione del Diesseuno della Roland. E dopo di lui i molti, moltissimi, altri pedalini e sempre quella sottocutanea sensazione di mancanza di qualcosa. Vero è, che l' uomo più ricco del modo é colui che non ha bisogno di nulla. In ogni caso le questioni sonore spesso convivono con la sensazione di una coperta troppo corta che inevitabilmente lascia scoperta qualche parte. Quante volte ho detto "un ottimo overdrive si, ma sugli high gain proprio non ci siamo". Oppure "devastante, ma ad accordi pieni senti il convegno delle api in amore". O ancora "bello ma fa solo quel suono lì ".
John Zorn, Marc Ribot, Crucible e dintorni
di simonec78 | 27 giugno 2009 ore 22:10 da (Chitarra)
"Crucible" di John Zorn (2008) e' un album collocabile nel contesto della Radical Jewish culture. Gia' da un po' di tempo devo ammettere che sto flirtando con questo tipo di linguaggio. Il primo incontro l'ebbi con i primi progetti esplicitamente Jewish-jazz/dub una decina di anni fa. Pero' , amici , ascoltai troppo , e troppo intensamente. Cosi' misi tutto da parte , sino a quando i vecchi cd , deposti in uno scatolone , mi fecero l' occhiolino e cedetti. Innaffiai con ulteriori lavori e letture e pellicole. Ora posso dire di avere un approccio piu' distaccatamente costruttivo rispetto ad un tempo , in modo da poterne trarre ispirazione in modo meno emotivo e poterne individuare i collegamenti con generi di musica piu' vicini ad ascolti piu' abituali.
Dod Overdrive Preamp / 250
di simonec78 | 25 maggio 2009 ore 14:22 da (Chitarra)
Esistono dei chitarristi, chiamarli "persone" mi sembra un po' azzardato, che alla stregua degli orsi con il miele, vanno letteralmente pazzi per i pedalini di lavorazione compatta. Come i classici Mxr , per intenderci. Naturalmente faccio parte di questa categoria. Questi oggetti esercitano su di noi un fascino al quale non sappiamo, non possiamo e non vogliamo resistere.
Microfono Peavey Studio Pro CM1
di simonec78 | 11 aprile 2009 ore 08:00 da (Audio)
La ricerca di un discreto microfono a condensatore di fascia economica , nella maggior parte dei casi cade nei diffusissimi Behringer , o Samson. Nella migliore delle ipotesi un Rode o un Audiotechnica modello base (ottimi microfoni quest' ultimi , giapponesi). Avendo bisogno di un ulteriore microfono a condensatore per alcune riprese acustiche, e che non fosse delle marche menzionate prima decisi un paio di anni or sono di cercare in negozio qualcosa di diverso.
Il microfono rispetto al cono. Cosa cambia?
di simonec78 | 08 aprile 2009 ore 08:26 da (Audio)
Esiste un numero di metodi per microfonare un amplificatore pari al numero delle persone che intendono farlo. Il singolo aspetto che vorrei mettere in luce e' quello del differente riscontro sonoro che otteniamo posizionando il microfono in un punto invece che in un altro , rispetto ad un amplificatore. Vorrei cercare di spiegare una costante di causa effetto. Il posizionamento del microfono rispetto al cono e' un aspetto che condiziona notevolmente la riuscita o meno della traccia , rispetto a come la si aveva pensata. La norma e' piuttosto semplice. Immaginiamo il cono dell' amplificatore come un cerchio , tiriamo un immaginario raggio dal centro esatto del cono fino alla sua circonferenza.
Spartiti e notazione musicale
di simonec78 | 19 febbraio 2009 ore 23:44 da (Chitarra)

Accordiani ed accordiane. Vi scrivo per introdurre e , soprattutto , chiedere la vostra su un argomento non molto trattato , a mio avviso molto importante. Mi piacerebbe condividessimo le rispettive esperienze ed i propri metodi di lavoro. Il tema e' la NOTAZIONE MUSICALE. Chiunque di noi al prima o poi condivide qualcosa , che sia un demo o che sia un album con tanto di contratto discografico poco cambia. A livello molto teorico anche il classico demo (o i singoli brani che lo compongono) , che si regala al' amico o alla propria meta' dovrebbe essere depositato . In ogni caso molti autori preferiscono tutelare le proprie opere in modo ufficiale. Senza contare poi che nel nostro paese qualunque pubblicazione , sia a scopo di vendita , sia come copia omaggio , dev' essere provvista di bollino.
Mesa Boogie Mark I combo
di simonec78 | 27 gennaio 2009 ore 10:09 da (Chitarra)

Un po' di storia : la Mesa Boogie nasce dal genio di un certo signor Smith Randall che si mise, come dice lui, per gioco, a modificare gli amplificatori della Fender. Incomincio' la distribuzione proprio dalla serie Mark. E il Mark I ne è il capostipite. L' impressione effettivamente e' quella di avere un "Fender +". Un Fender più asciugato e compatto. Potremmo dire che andiamo a perdere 10 su cento del morbido Fender, per avere nel compenso un sostanziale aumento in incisività , compattezza e, soprattutto, versatilità.
un ottimo acquisto
di simonec78 | 08 gennaio 2009 ore 18:26 da (People)
felicita'...
Laika - Silver apples of the moon e divagazioni
di simonec78 | 19 dicembre 2008 ore 12:01 da (Chitarra)

I Laika vengono solitamente, a mio avviso in modo azzardato, associati a quel genere definito "post". Qualche cenno soltanto per capire cosa intendo. Il termine viene ormai strausato, consumato , se vogliamo svuotato o forse troppo riempito, ha delle origini meno recenti di quello che si pensi. In architettura si parlava di post-modernita' gia' nella prima meta' di questo secolo. In ambito sociologico e stato adottato come (non)spiegazione per una certa angolatura della globalizzazione vista dall' uomo. In politica rappresenta il superamento delle ideologie. Il termine post , in senso musicale e' un termine privo di senso.
Scheda audio / interfaccia M-Audio 1814
di simonec78 | 09 novembre 2008 ore 09:49 da (Chitarra)

La scheda audio che mi appresto a recensire è uno dei pochi strumenti "superstiti" ai miei momentii di Gear Acq. Syndrome che mi portano periodicamente a rinnovare le mie attrezzature di apprendista stregone. Un' altra premessa : il mio approccio nell' analizzare questo oggetto non sarà di tipo prettamente tecnico , bensì un analisi funzionale dal punto di vista dell'utente medio. Nel nostro caso, vediamo cosa può fare questa scheda per un chitarrista che si vuole registrare e cosa può fare per un gruppo che vuole farsi il demo o il cd. Lascio le specifiche tecniche ampiamente trattate nel sito della M-audio linkato tra le risorse.
1 di 2   «« Precedente  Successivo »»
Gli articoli più commentati
Cinque ragioni per cui ti serve la Les Paul
Il suono digitale è la stampa sbiadita dell'originale in analogico
Speedcaster: (non) l'ennesima chitarra fatta in casa
di GTi
... ma non chiamarla Telecaster!
I migliori momenti a due chitarre di sempre
Cose da sapere prima di scegliere un fuzz
Mojo: la mia acustica
TRIC case, la custodia perfetta?
Il sito per tirare giù gli accordi
Marco Sfogli: sul palco della PFM svelata la sua Ibanez Signature
Il segreto del twang Gretsch è in un humbucker in parallelo?
Delay: quanto (e quando) usarlo
Continental Soloist: un tuffo nella swing era
Ha senso avere un suono stereo in live?
Jazz up your Blues Pt.1
Le vostre esibizioni
Breve impro su "How Insensitive"...
di luvi
"Snowy White-Good question" solo
Dall'idea al disco: Renato Caruso ci racconta ARAM
di Ren
Fingerstyle con la Stratocaster
Dark necessities, RHCP bass playlong
I vostri articoli
MXR Distortion +: distorsore o treble booster?
Continental Soloist: un tuffo nella swing era
Speedcaster: (non) l'ennesima chitarra fatta in casa
di GTi
Un solo software per una chitarra... Forte!
di dedo
Mojo: la mia acustica
Hot topics
Metallica Hardwired, un parere personale
Cosa scelgo per lo studio?
Line 6 Helix Custom Artists Patches Volume II by Glenn DeLaune
Vecchia scuola oppure passare alla nuova?
Ciao a tutti quanti!
I compleanni di oggi
ThePFGuitar
giuseppe40
robdicarlo
blekrabbit
dario6260
wmccxt
Titti2000





Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964