VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Tailpiece da archtop o stoptail avvitato: cosa cambia
Tailpiece da archtop o stoptail avvitato: cosa cambia
di [user #116] - pubblicato il

Tailpiece, stoptail, cordiere a trapezio che fanno il paio con ponti avvitati o solo poggiati sul top: ogni soluzione è un mondo a sé e ha precise caratteristiche.
Se i legni sono riconosciuti per influenzare il suono di uno strumento e dettagli come la lunghezza del diapason possono alterare in maniera sensibile il suo timbro e la suonabilità, il modo in cui le corde si ancorano al corpo può connotare nel profondo lo stile di una chitarra fino a cambiare l’approccio al setup e alla manutenzione.

Nel caso delle chitarre archtop, semiacustiche o di alcune acustiche anche a cassa piatta, il tailpiece rappresenta un elemento di grande fascino, ma ogni tipologia richiede attenzioni specifiche.

Tailpiece da archtop o stoptail avvitato: cosa cambia

Con il termine “stoptail” ci si riferisce spesso al tipo di tailpiece - o cordiera - abbinato ai ponti di tipo Tune-o-matic. È una barra di metallo che ha lo scopo di ancorare l’estremità delle corde al corpo, abbassandole contro il top fino all’altezza giusta perché le corde esercitino una pressione adeguata sulle sellette del ponte.
È il tailpiece più diffuso su chitarre elettriche ma anche su modelli semi-hollow con un blocco centrale.

La barra dello stoptail da Tune-o-matic si contrappone ai tailpiace “a trapezio” tipici delle chitarre semiacustiche a cassa completamente vuota o di alcune chitarre acustiche.
Questi sono avvitati sull’estremità più bassa del body, a ridosso della fascia, e restano sospesi sopra il top grazie alla tensione stessa delle corde.
Spesso il tailpiece da archtop è abbinato a ponti solo poggiati sul top, non incollati né avvitati.

Tailpiece da archtop o stoptail avvitato: cosa cambia

Lo stoptail da Tune-o-matic concede una certa libertà di regolazione in altezza per lasciare al musicista la possibilità di modificare l’angolo che le corde descrivono sul ponte.
Il tailpiace da archtop, viceversa, non ha margine di regolazione ed è pensato per fornire un angolo ottimale, che può essere alterato solo di pochi gradi agendo sull’altezza stessa del ponte.

Luca di Zed & Venarossa affronta lo stile, i dettagli e le caratteristiche di entrambe le tipologie in una breve guida dal suo laboratorio.

chitarre elettriche chitarre semiacustiche hardware manutenzione
Link utili
Regolare il Tune-o-matic
Mostra commenti     1
Altro da leggere
La Epiphone Coronet diventa americana
Gibson Les Paul R0 BOTB
Malmsteen racconta la storia della Strat per le telecamere Fender
Acero, palissandro e versatilità a tutto tondo: Yamaha Pacifica Standard Plus in video
Le Fender AM Pro II diventano Thinline in serie limitata
Dal thrash al funk in uno switch: Ibanez RGT1221PB in prova
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964