VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
5 ottime chitarre single pickup sotto i 1000 euro
5 ottime chitarre single pickup sotto i 1000 euro
di [user #62015] - pubblicato il

Le chitarre a pickup singolo hanno fatto storcere il naso di moltissimi artisti per diverso tempo, salvo poi trovare la consacrazione negli annali della musica venendo imbracciate dai migliori chitarristi dei nostri tempi e di quelli passati.

Si tratta di strumenti affascinanti e versatili, a discapito della loro estrema semplicità. Negli ultimi anni le chitarre con un solo pickup hanno conquistato una fetta molto ampia di musicisti, venendo riscoperte per la possibilità che offrono di suonare senza compromessi e, soprattutto, liberi dal fardello di cercare tra posizioni dei pickup, switch ulteriori e potenziometri vari il suono più adatto alle proprie esigenze. In ogni caso, non bisogna farsi ingannare: con pochi accorgimenti, le chitarre a singolo pickup sono in grado di adattarsi a situazioni molteplici, pur preservando la loro indole raw.

Squier Paranormal Esquire Deluxe
Una release che ha scosso particolarmente gli estimatori del marchio Fender. La Esquire è un modello storico del brand californiano (tra l’altro uno strumento single pickup capace di suoni inconfondibili). In questa versione Deluxe: blend riuscitissimo tra il design della Fender Telecaster Deluxe e della sopracitata Esquire, si trova un humbucker wide range, oltre a un circuito rotativo in grado di splittare il pickup in single coil o bypassare i controlli di volume e tono. Questa Squier si rivela molto adatta a chi, pur volendo provare l’esperienza pickup singolo, non intende rinunciare a un range sonoro più ampio, grazie allo switch e al wide range, dalla personalità spiccata.

Epiphone Coronet
La controparte Epiphone offre a meno di 500 euro una chitarra dal design spartano, eppure storico. La Coronet, infatti, fu uno dei primi strumenti solid body marchiati Epiphone. Una chitarra dal look singolare, con cui passare inosservati non è affatto semplice. I due ampi cutaway favoriscono il raggiungimento degli ultimi tasti, mentre il singolo P90 viene controllato da due potenziometri CTS. Una scelta favorevole al chitarrista, siccome una chitarra single pickup deve la sua versatilità proprio alla manipolazione del controllo del tono e necessita ancora di più di un volume responsivo e capace di un buon shifting. La Coronet è una chitarra semplicissima, ideale sia per un target di chitarristi navigati sia per un principiante in cerca di uno strumento semplice da utilizzare e dalla costruzione solida.

Fender Noventa Telecaster
Salendo di prezzo, si trova una delle uscite Fender più interessanti degli ultimi anni. La Noventa è una versione ancor più semplificata della Telecaster, in cui spicca il contrasto tra linee morbide e colori tenui e l’aggressività del pickup creato ad hoc. La Telecaster Noventa presenta 21 tasti jumbo, body in ontano e manico in acero, non allontanandosi dalla tradizione Fender. Quest’ultima scelta rende questa Telecaster un prodotto ideale per gli estimatori del brand, orientati - magari - verso sottogeneri del rock più spinti.

Epiphone Les Paul Junior
Le Gibson Les Paul Junior hanno raggiunto quotazioni elevate, complice anche l’aumento dell’interesse dei chitarristi nei confronti di questa tipologia di chitarre. In uno degli ultimi aggiornamenti della sua production line, Epiphone ha rilasciato una Les Paul Junior ispirata ai fasti Gibson. Potenziometri CTS, corpo e manico in mogano e un P-90 Epiphone Pro caratterizzano uno strumento dall’identità decisamente evocativa. La Epiphone Les Paul Junior è l’alternativa economica a Gibson che molti chitarristi aspettavano: un vero e proprio best buy per gli aficionados del design senza tempo della Junior.

5 ottime chitarre single pickup sotto i 1000 euro

Reverend Sensei Jr.
Discorso diverso per questo strumento. Le Sensei Jr. sono difficili da trovare in Italia, rendendo quasi necessario l’acquisto presso store internazionali, piattaforme di compravendita tra privati o negozi. Questo strumento, comunque, rivoluziona il design della Les Paul Junior, pur ispirandovisi chiaramente. Corpo e manico sono in korina, mentre la tastiera è in palissandro. Le linee da offset e il double cutaway lasciano poco spazio ai riferimenti alla chitarra da cui Reverend ha preso spunto per questo strumento, equipaggiato con un singolo P90 e ben tre potenziometri. I primi due sono dei classici volume e tono, mentre il terzo serve a tagliare le frequenze basse, con cui assicurarsi un suono tagliente. La Sensei Jr. si rivolge a tutti i chitarristi in cerca di innovazione, ma legati ai design tradizionali, offrendo loro il connubio perfetto tra vintage e moderno sia nell’aspetto sia nella resa sonora.
chitarre elettriche epiphone fender reverend squier
Link utili
Squier Esquire Deluxe
Epiphone Coronet
Mostra commenti     26
Altro da leggere
SE CE 24 Standard Satin: la PRS più accessibile
Sette corde, Evertune e venature nude per la Cort KX707
La SG diventa Supreme e Gibson la spiega in video
Julietta: la Duesenberg più accessibile
XJ-1 HT: cattivissime offset da LTD
Contour, tastiera compound e push-pull per la LP Studio Modern 2024
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964