CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Gibson LPJ 2014: raw power molto raw
Gibson LPJ 2014: raw power molto raw
di [user #17844] - pubblicato il

"Raw power", letteralmente "potenza grezza". Così Gibson definisce la sua LPJ, una vera Les Paul americana al prezzo di una copia orientale con tutte le carte in regola per ritagliarsi un cantuccio tutto suo sul mercato. Un cantuccio che non può essere definito altrimenti che "grezzo e potente".
"Raw power", letteralmente "potenza grezza". Così Gibson definisce la sua LPJ, una vera Les Paul americana al prezzo di una copia orientale con tutte le carte in regola per ritagliarsi un cantuccio tutto suo sul mercato. Un cantuccio che non può essere definito altrimenti che "grezzo e potente".

Mai come quest'anno Gibson è un sogno alla portata di tutti. La nuova LPJ ha monopolizzato le attenzioni dei fan rubando la scena persino a modelli delle fasce di prezzo superiori.
Una Les Paul made in USA al costo di una produzione orientale fa sempre un certo scalpore, soprattutto quando mette sul piatto le stesse innovazioni tecniche introdotte dai modelli top della gamma americana.
Una chitarra del genere non può evitare di essere guardata con un misto di curiosità e sospetto, alla ricerca dell'inghippo che ne giustifica il prezzo appetibile. È questo lo stato d'animo con cui abbiamo aperto la custodia morbida in dotazione, estraendo la Junior dal peluche bianco. Una chicca.
Contro ogni pronostico, la prima impressione sulla LPJ è stata positiva su tutti i fronti. Durante il primo unboxing non saltano all'occhio magagne né mancanze degne di nota, ma un'analisi approfondita è doverosa.

La LPJ 2014 non cerca di apportare alcuna innovazione al progetto della Les Paul, riservandosi piuttosto alcune variazioni sul tema.
Il body è in mogano, come la tradizione impone, e il top è in acero. Il confronto con il mondo orientale sorge spontaneo, ma già da qui emergono le prime differenze. Niente sapele o surrogati di sorta, qui il mogano è lo stesso che viene impiegato sulle altre Gibson. Certo, non ci si può aspettare di ritrovarsi tra le mani le tavole più belle in deposito e bisogna accettare il fatto che il body possa essere composto da qualche pezzo extra rispetto a una Standard con uno zero in più sul talloncino, ma ci si può crogiolare nella certezza che a sfregarci la pancia è un mogano degno di questo nome, con tutte le venature profonde e spesse del caso. Allo stesso modo, il top è evidentemente ricavato da una tavola solida e robusta. Niente impiallacciature o finte fiammature, qui la ciccia c'è.
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
Visualizza l'immagine
 
I puristi che non sono riusciti ad abituarsi alle curiose (seppur ottime) tastiere in acero cotto possono tirare un sospiro di sollievo: la LPJ ha una tastiera ricavata da un'unica tavola di palissandro, scuro nel colore e piacevolmente denso sotto le dita.
Il manico invece rappresenta una sorpresa: incollato come mr. Polfus comanda, con un generoso profilo stile '50s e una finitura satinata per una scorrevolezza niente male, è inaspettatamente in acero. I talebani del mogano potrebbero inorridire all'idea, fatto sta che il manico trasmette le vibrazioni in modo ineccepibile ed è una gioia per gli occhi in quanto a grana e per l'assenza di giunzioni di sorta. Dall'attacco col body alla punta della paletta, infatti, questo è in un solo blocco di legno. Fanno eccezione due "orecchie" incollate ai lati per andare a completare la forma della paletta, caratteristica che comunque non è mai stata indice di prodotti di fascia bassa (e PRS ne è testimone).

Quanto ai dettagli estetici, la recente storia Gibson insegna che i fan sono perfettamente capaci di rinunciare a binding su body, manico e paletta, così come alle fiammature e le finiture gloss, ma ai segnatasti trapezoidali proprio no. La LPJ li ha, sono ben posati e sono completati dall'intarsio del 120esimo anniversario al 12esimo tasto, caratteristica comune a tutta la nuova produzione americana.

Sulla finitura Rubbed Vintage Shade della LPJ in prova (un marrone scuro con una leggera sfumatura al nero verso i bordi del top), spiccano con decisione i due humbucker 1961 Zebra Coil.
I pickup sono ispirati ai PAF del 1961, quando Gibson cominciò ad utilizzare regolarmente dei magneti in alnico V e di dimensioni leggermente inferiori rispetto ai precedenti.
La scelta della colorazione zebra forse non sarà storicamente ineccepibile (le bobine bianco-nero erano in uso nel biennio 1959-1960 e avevano la disposizione dei colori invertita), ma è innegabile che aggiunga un tocco di classe alla configurazione con poli scoperti e senza battipenna.


L'impressione data dal look si riflette con precisione sul sound che la LPJ offre una volta collegata all'amplificatore (d'estrazione british, si intende). La chitarra è potente, definita e conserva sempre una punta di acuti che mettono in evidenza l'attacco delle note, anche quando si usano le saturazioni più grosse e cremose.
Il pickup al ponte è rotondo e pieno, dà soddisfazione in distorsione e non si tradisce sui puliti. Quello al manico è aperto quanto basta da non risultare impastato in un arpeggio o ingolfato in un assolo. Sebbene nella parte finale del video il gain sia stato volutamente spinto in maniera spropositata, i due humbucker conservano sempre una certa compattezza.
Tutti i suoni appaiono ben bilanciati e la chitarra trasmette una piacevole sensazione di "plug and play", in cui giocare con i settaggi è più una questione di gusti che una necessità.
A pagare il prezzo della versatilità dimostrata è la posizione centrale, dove si perde un po' di quel twang che anche una Les Paul, a volte, è in grado di tirare fuori.

Per farla breve, la LPJ suona bene e tanto. E si lascia suonare, anche. Forse il manico non è vellutato come quello di alcuni modelli più in alto in catalogo, ma se non si ha in mente di eseguirci prodezze ipertecniche va più che bene. Lo shape, d'altra parte, riempie bene la mano senza stancarla, facendo della nuova Junior una valida macchina da riff e powerchord.


Insomma, uno strumento che offre il suono americano a un prezzo da Oriente Misterioso, fatto con materiali di qualità e basato su progetto vincente già su carta. La LPJ è arricchita da attenzioni solitamente riservate a chitarre di tutt'altra levatura, quali la regolazione via Plek, i fret trattati criogenicamente, la finitura alla nitrocellulosa, il top in massello, il manico in un solo pezzo e hardware di qualità. È ovvio che uno si chieda dove sta il trucco.

Dopo averne vista qualcuna, riteniamo che costi siano stati tagliati sui tempi delle rifiniture estetiche. La chitarra è "raw" di nome e a volte di fatto, in cui le differenze tra un esemplare e l'altro possono essere anche evidenti. Può capitare di ritrovarsi tra le mani un esemplare impeccabile accanto a uno più "ignorante", magari con bordi del manico meno regolari o le manopole assemblate un po' grossolanamente. Ma alla fine questo è quello che succedeva anche per i modelli top degli anni d'oro, quando la costanza qualitativa era un miraggio.

Suggerimento: provarne più d'una per individuare quella che ha ricevuto le cure dall'operaio di turno è un sacrificio (si fa per dire) perfettamente sostenibile ed è garanzia di portarsi a casa uno strumento con tutta la classe, il feel e il suono Gibson con un investimento davvero contenuto.

Seguici su Twitter
chitarre elettriche gibson junior les paul
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei servizi riservati ai sostenitori!
Link utili
L'unboxing della Gibson LPJ
Gibson LPJ
In vendita su Shop
 
YAMAHA THR10II AMPLIFICATORE STEREO BLUETOOTH PER CHITARRA 20W THR-10-II
di Borsari Strumenti Musicali
 € 325,00 
 
PROEL KP570 SUPP. CASSE A MURO INCLINABILE
di Centro della Musica
 € 39,00 
 
RALI TRACOLLA CLASSIC 0611 RED RELIEF
di Boxguitar.com
 € 45,00 
 
D'ADDARIO PRELUDE J1011 4/4M CORDA LA PER VIOLONCELLO 4/4 TENSIONE MEDIA CELLO
di Borsari Strumenti Musicali
 € 18,00 
 
D'ADDARIO EXL116 Medium Top/Heavy
di Centro della Musica
 € 6,50 
 
FENDER 005-8328-000 AMERICAN DLX PONTE PER BASSO V GOLD
di Boxguitar.com
 € 69,00 
 
BOSS DD-3 Digital Delay
di Banana Music Store
 € 129,00 
 
Quik Lok JUST JJ 6 SL
di Banana Music Store
 € 15,50 
Mostra commenti     51
Altro da leggere
La liuteria è di scena a SHG 2021: la tavola rotonda
Telecaster Player Acoustasonic: ibridi Fender a prezzo ridotto
Lamina: il futuro è nell'alluminio?
Cinque non-Telecaster da tenere d’occhio
Meeting ’21: porta la tua Manne a SHG 2021
Domenica sera? C’è la Stratocaster alla radio!
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Visualizza l'annuncio
Gibson USA Les Paul Joe Perry Signature 19961997
Seguici anche su:
Altro da leggere
Meeting ’21: porta la tua Manne a SHG 2021
Pat Martino: il chitarrista che visse due volte
Rickenbacker e la "Frying Pan" Electro A-22
Da Oney a Soisy: come funzionano gli acquisti smart per chi fa musica
Jim Root è al lavoro su una Charvel signature
Macbook Pro 2021: cosa significa per i musicisti
Fart Pedal: il pedale che fa puzzette sbanca su Kickstarter
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964